Esistenza in vita, nuova comunicazione dell’Inps

Pubblicato il 15 gennaio 2013 da redazione

 ROMA  – Dare un’informazione più precisa e dettagliata possibile ai pensionati italiani all’estero. Questo l’obiettivo dell’Inps che negli ultimi giorni ha inviato ad Ambasciate e Consolati ulteriori indicazioni circa l’accertamento dell’esistenza in vita, che, come noto, deve essere fatto entro il prossimo 2 aprile.

Nella circolare, oltre a ricordare come si compilano i moduli e quando rispedirli, l’Istituto prende in esame diversi casi specifici, alla luce delle difficoltà emerse negli anni scorsi, e spiega cosa fare se, per esempio, i funzionari pubblici locali non sottoscrivono il modulo Citibank (la Banca competente per il pagamento delle pensioni) oppure come fare a riscuotere la pensione presso gli sportelli Western Unione, partner d’appoggio di Citi.

Questo il testo della circolare.

1. Moduli.

I pensionati residenti all’estero, al fine di accertare l’esistenza in vita, riceveranno presso il proprio domicilio un unico modulo redatto in due lingue. Gli stessi, diversamente dagli anni precedenti, sono pertanto chiamati a restituire un solo foglio scegliendo la lingua di compilazione; ciò al fine di evitare l’invio di più certificati da parte dello stesso pensionato.

Rimane ferma la necessità di utilizzare il modulo fornito da Citibank eccetto i casi specifici di cui si tratterà al punto 4.

2. Tempi della verifica.

La verifica per l’anno 2013 ha preso via a partire dal mese di dicembre 2012. I pensionati avranno a disposizione centoventi giorni per restituire il modulo che dovrà avvenire entro il 2 aprile 2013.

L’Inps ha precisato che, nel corso del mese di febbraio 2013, provvederà a spedire al domicilio dei pensionati che non abbiano già provveduto a restituire il certificato di esistenza invita, una nuova comunicazione con cui verrà rinnovato l’invito ad adempiere.

3. Comunicazione ai pensionati.

L’Istituto di previdenza ha confermato che è, tuttora, in corso la spedizione del plico contenente la modulistica necessaria. Al suo interno il pensionato troverà la documentazione che di seguito si elenca:

– Lettera esplicativa

– Modulo di attestazione (redatto in due lingue su di un unico foglio)

– Istruzioni per la compilazione del modulo

– Lista dei testimoni accettabili per il paese di residenza del singolo pensionato

– Richiesta di documentazione di supporto (copia di valido documento di identità con foto del pensionato, o, in alternativa, copia della prima pagine del suo estratto conto bancario recente, o copia di una bolletta recante il suo nome)

– Indicazioni per contattare il servizio assistenza di Citibank.

L’Inps ha precisato, peraltro, che, al fine di garantire un’ordinata e tempestiva gestione delle attestazioni, il modulo di certificazione dell’esistenza in vita fornito da Citibank è stato personalizzato per ciascun pensionato. Ne consegue che il singolo pensionato è tenuto ad utilizzare il modulo ricevuto al proprio domicilio e che in caso di smarrimento o mancata ricezione dello stesso dovrà rivolgersi al servizio assistenza di Citibank il quale provvederà ad inviare un nuovo modulo personalizzato.

Si fa presente altresì che, a far data dal 10 dicembre 2012, su richiesta del pensionato o del patronato, i moduli potranno essere inviati all’apposita casella postale anche a mezzo posta elettronica in formato PDF.

4. Casi particolari e procedure alternative di attestazione dell’esistenza in vita.

L’INPS ha ribadito l’auspicio che la certificazione dell’esistenza in vita avvenga utilizzando il modulo standard inviato al domicilio del pensionato in quanto lo stesso può essere esaminato e validato automaticamente e tempestivamente dai team operativi di Citibank permettendo così una più celere conclusione della procedura di verifica.

Tuttavia, sulla base dell’esperienza maturata in occasione della precedente verifica generalizzata dell’esistenza in vita, l’Istituto di previdenza ha previsto una serie di casi eccezionali in cui è possibile derogare alla normale procedura di attestazione, di seguito elencati.

4.1. Mancata sottoscrizione del modulo Citibank da parte dei funzionari pubblici locali.

Nel caso in cui i funzionari pubblici locali di alcuni Paesi esteri, individuati come testimoni accettabili, si rifiutino di sottoscrivere il modulo redatto da Citibank, i pensionati possono certificare la propria esistenza in vita producendo gli appositi moduli rilasciati dai competenti enti pubblici locali purché gli stessi costituiscano valida attestazione dell’esistenza in vita secondo la legge del Paese di residenza. In tale ipotesi, Citibank provvederà ad accertare, ai sensi della legge del Paese di residenza del pensionato, che tali moduli costituiscano valida attestazione di esistenza in vita.

Al fine di facilitare la procedura di verifica, il pensionato dovrà comunque compilare il modello standard ricevuto al proprio domicilio ed inviarlo a Citibank unitamente a quello rilasciato dall’autorità locale competente.

L’INPS segnala altresì come, in tali casi, i tempi di verifica potranno essere più lunghi di quelli ordinari in quanto sarà necessario valutare la sussistenza di tutti i requisiti formali e sostanziali che rendono accettabile la certificazione prodotta.

4.2. Mancata indicazione delle informazione relative all’organizzazione di appartenenza dei funzionari pubblici locali.

Nel caso in cui, i funzionari pubblici locali, pur autenticando la firma del pensionato residente all’estero, rifiutino di riportare sul modulo le informazioni relativa all’organizzazione di appartenenza, l’indirizzo della stessa, il nominativo del funzionario, ecc…, i pensionati possono inviare i moduli contenenti la sola indicazione del nome e dell’indirizzo dell’Autorità che ha provveduto a verificare l’identità del pensionato. Tali dati possono essere inseriti anche dallo stesso pensionato ove il testimone accettabile non volesse provvedere personalmente alla compilazione sempre che, attraverso il timbro del funzionario sia possibile identificare l’istituzione che ha effettuato l’autenticazione.

4.3. Mancata indicazione del cognome da coniugata nel modulo Citibank.

Le pensionate possono aggiungere o sostituire il proprio cognome da coniugata a quello da nubile indicato sul modulo di attestazione compilando e sottoscrivendo la dichiarazione con il cognome esatto.

4.4. Pensionati in condizioni particolari.

Per i pensionati in grave stato di infermità fisica o mentale, o disabili che risiedono in istituti di riposo o sanitari, sia pubblici che privati, ovvero reclusi in istituti di detenzione e’ necessario contattare il servizio di assistenza Citibank che renderà disponibile il modulo di esistenza in vita alternativo (modulo verde), di cui al precedente messaggio citato in oggetto, anch’esso su richiesta disponibile in PDF tramite posta elettronica. Tale modulo verde dovrà essere compilato e sottoscritto da uno dei seguenti soggetti e restituito a Citibank unitamente alla prevista documentazione supplementare:

a) Il funzionario dell’ente pubblico o privato in cui risiede il pensionato. In tal caso, il funzionario dovrà allegare al modulo verde una dichiarazione recente su carta intestata dell’ente con la quale conferma, sotto la propria esclusiva responsabilità, che il pensionato sia in vita e impossibilitato a seguire la procedura standard;

b) il medico generale responsabile delle cure del pensionato. In tal caso, il medico dovrà allegare una dichiarazione recente su carta intestata con la quale conferma, sotto la propria esclusiva responsabilità, che il pensionato sia in vita e impossibilitato a seguire la procedura standard;

c) il rappresentante o il tutore legale del pensionato. In tal caso dovrà essere allegato al modulo verde una copia di una valida procura recente e debitamente timbrata o, in alternativa, una copia dell’atto di tutela legale dell’Autorità locale legittimata.

La firma del pensionato o la firma e il timbro di un “testimone accettabile” non sarà richiesta su questi moduli alternativi di certificazione di esistenza in vita.

5. Riscossione personale presso sportelli del partner d’appoggio (Western Union).

Nel caso in cui dal numero delle certificazioni ricevute risulti che non tutti i pensionati interessati sono stati in grado di adempiere all’obbligo di certificazione entro la data del 2 aprile 2013, l’INPS valuterà la possibilità di “localizzare” presso gli sportelli del partner d’appoggio di Citibank (Western Union) le somme necessarie ad effettuare il pagamento degli emolumenti pensionistici relativi ai mesi di maggio e giugno per tutti i pensionati risultati inadempienti. La riscossione personale da parte del pensionato costituirà prova dell’esistenza in vita e determinerà il ripristino delle normali modalità di pagamento per i ratei relativi ai mesi successivi. A tal proposito, l’Istituto previdenziale ha chiarito che Citibank provvede mensilmente a predisporre il pagamento dei ratei relativi al mese successivo a partire dal giorno 20. Pertanto affinché si verifichi il ripristino delle ordinarie modalità di pagamento a partire dal mese di giugno sarà necessario che il pensionato riscuota la rata di maggio entro il giorno 19 dando così prova della sua esistenza in vita.

Ove le due rate di maggio e giugno non vengano riscosse personalmente dal pensionato entro la data del 19 giugno, la banca procederà a bloccare il pagamento delle rate successive fino al momento in cui non verrà fornita adeguata prova dell’esistenza in vita da parte dei soggetti interessati.

6. Servizio assistenza CITIBANK.

È stato attivato il servizio Clienti a supporto dei pensionati, delegati, procuratori, Consolati al fine di fornire assistenza in merito alla compilazione del modulo standard di attestazione di esistenza in vita ed ad altre tematiche riguardanti la verifica. Il servizio può essere contattato nei seguenti modi:

– visitando la pagina web www.inp.citi.com;

– inviando una e-mail all’indirizzo inps.pensionati@citi.com;

– telefonando ad uno dei numeri verdi indicati nella lettera esplicativa inviata per posta al domicilio del pensionato

Per i patronati rimangono confermati i consueti canali di comunicazione. Il servizio è attivo da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 20.00 (ora italiana) in lingua italiana, inglese, francese, tedesco e portoghese.

L’INPS inoltre ha segnalato che nelle prossime settimane, sarà disponibile il nuovo servizio automatico interattivo (IVR) di Citibank attraverso il quale il pensionato, chiamando al numero telefonico predisposto per il Paese di residenza, potrà verificare la fase di validazione di uno o più certificati di esistenza in vita. Il servizio è attivo 24 ore su 24, 365 giorni all’anno. Per il suo utilizzo è necessario munirsi del numero a 12 cifre tramite cui Citibank identifica ciascun pensionato e che è riportato in alto a destra in tutte le comunicazione effettuate ai singoli pensionati.

Ultima ora

22:51Calcio: incidenti al derby Belgrado, decine di feriti

(ANSA) - BELGRADO, 13 DIC - Gravi incidenti, con almeno una dozzina di feriti di cui uno in pericolo di vita, sono avvenuti a Belgrado durante il derby di campionato serbo tra le tifoserie rivali del Partizan e della Stella Rossa. Gli incidenti sarebbero stati causati da un 'invasione' dei sostenitori della Stella Rossa nella porzione di stadio occupata da quelli della squadra di casa, che non hanno esitato a reagire. La polizia, che nonostante l'ampio dispiegamento non era riuscita ad evitare il contatto, è intervenuta in forze e dopo dieci minuti, senza risparmiare le manganellate, è arrivata a separare i due gruppi e ad arrestare alcuni responsabili dei tafferugli. L'incontro si è comunque svolto regolarmente e si è concluso col punteggio di 1-1, lasciando la Stella Rossa prima in classifica prima della pausa invernale (si riprenderà a metà febbraio) con nove punti di vantaggio sul Partizan.

22:46Ap: lite Cicchitto-Formigoni su adesioni a intesa con Pd

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Lite fra Fabrizio Cicchitto e Roberto Formigoni su quanti parlamentari di Ap hanno optato per l'alleanza con il Pd e quanti invece sono favorevoli a una intesa con il centrodestra. "Eegistriamo che una larga parte di AP - ha detto CIcchitto - ritiene giusto convertire la coalizione di governo in una alleanza politico-elettorale caratterizzata dall'incontro tra liste autonome e diverse. Su questa linea finora si sono collocati larga parte dei coordinatori regionali del partito e oltre due terzi dei parlamentari di Camera e Senato". "Sono dichiarazioni molto impegnative - ha replicato Formigoni - ma se le fa l'onorevole Cicchitto penso proprio che sia in grado di fornire un elenco nominativo di questi due terzi di parlamentari e di questa larga parte dei Coordinatori regionali. Siamo tutti curiosi di leggere questo elenco. Se però l'onorevole Cicchitto non fosse in grado di fornire questo elenco, credo che potrà con onestà intellettuale fare ammenda di un conteggio del tutto sbagliato".

22:38Centrosinistra: Pisicchio, ora serve lista Gentiloni

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "La buona stima che il presidente del Consiglio ha conquistato nel Paese e nel ceto politico, potrà essere sicuramente giocata a beneficio del centro sinistra, ma in consonanza con il partito di cui Gentiloni è espressione, cioè il Pd. Potrebbe, dunque, rivelarsi come una iniziativa politica coerente per le forze alleate del Pd che hanno sostenuto i governi di questa legislatura, a cominciare dalle forze centriste, ritrovarsi in un unica lista che faccia riferimento al presidente Gentiloni, ma solo in un quadro di intese e di collaborazione col Pd, per mettere in campo un'alleanza competitiva". La proposta arriva dal presidente del gruppo Misto alla Camera Pino Pisicchio tra i promotori della lista di centro assieme a Pierferdinando Casini e ad Ap.

22:36Calcio: Inter, Dalbert “Col Pordenone partita complicata”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - "È stata una partita complicata, contro una squadra ben organizzata. Adesso siamo concentrati sul campionato, per continuare a fare buoni risultati, speriamo di trovare i tre punti a San Siro: sarebbero importanti per il nostro cammino". Lo dice Henrique Dalbert, tornando sulla partita di Coppa Italia contro il Pordenone di ieri sera, vinta solo ai rigori. Il difensore racconta anche le impressioni sul campionato italiano: "In ogni partita i ritmi sono molto sostenuti e c'è parecchia fisicità. Il campionato italiano è molto diverso da quello a cui ero abituato ma, pian piano, mi sto adattando e spero di fare meglio nel futuro. Con chi mi trovo meglio? Mi trovo bene con tutti quanti, uno che non conoscevo prima e che mi ha impressionato molto è Skriniar".

22:33Calcio: Samp, Giampaolo “rigori roba seria non virtuale”

(ANSA) - FIRENZE, 13 DIC - Rabbia Samp, soddisfazione Fiorentina. L'allenatore dei blucerchiati, Marco Giampaolo, punta il dito contro la direzione dell'arbitro Abisso e dei tanti interventi della Var. "I rigori sono una cosa seria, non una roba da gioco virtuale - sbotta -. Ho dei dubbi, specie su quello del 3-2 finale. L'arbitro non mi è piaciuto così come non mi è piaciuta la squadra, soprattutto nel primo tempo. Anche se, in certi episodi, siamo stati poco fortunati e credo che alla fine avremmo meritato perlomeno di andare ai supplementari". Altro clima in casa viola. "Qualificarci era importante - ha detto Pioli -. Ho un gruppo con un buon potenziale e bisogna sfruttarlo nel migliore dei modi, anche per capire chi di questi giocatori farà parte del progetto futuro. Veretout? Si può avvicinare come caratteristiche a Nainggolan, anche se il romanista è il top nel suo ruolo. Babacar? Ha avuto problemi fisici nel pre-partita, ma ha fatto una buona prestazione. I Della Valle? Ci farebbe piacere se tornassero allo stadio".

22:24Calcio: Milan, fischi e insulti per Donnarumma a San Siro

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Fischi e insulti a San Siro per Gianluigi Donnarumma, prima della partita di Coppa Italia fra Milan e Verona. "Violenza morale 6 milioni all'anno e l'ingaggio di un fratello parassita? Ora vattene, la pazienza è finita!", ha contestato con uno striscione la curva rossonera che, assieme allo scarno pubblico, ha fischiato il nome del portiere e lo ha insultato durante il riscaldamento, che Donnarumma ha concluso poco prima dei compagni. Le immagini Rai hanno poi inquadrato Leonardo Bonucci mentre rincuorava Donnarumma nello spogliatoio.

22:19Azienda denuncia furto 900 bottiglie Brunello Montalcino

(ANSA) - MONTALCINO (SIENA), 13 DIC - Novecento pregiate bottiglie di vino Brunello e Brunello Riserva sono state rubate all'azienda Cupano di Montalcino. Il furto è stato compiuto tra il 5 e il 6 dicembre, ma è stato reso noto solo oggi da Montalcinonews, a Camigliano, frazione di Montalcino. I ladri, approfittando dell'assenza dei proprietari, si sono introdotti prima negli uffici, senza trovare chiavi che potessero aprire la cantina, e hanno in seguito forzato una delle porte della cantina. Il danno, fa sapere l'azienda, è devastante: si tratta di annate destinate all'invecchiamento, il che avvalora l'ipotesi che il furto possa essere avvenuto su commissione. In base ad una prima ricostruzione, si è risaliti ai numeri identificativi della serie di fascette all'interno della quale figurano le bottiglie sottratte di Brunello 2008 e 2011, Brunello Riserva 2007 e 2009.

Archivio Ultima ora