Maduro: no a focolai di rivolte

Nel suo intervento in occasione dell’insediamento del Consejo Federal de Gobierno, il vicepresidente Nicolás Maduro ha tenuto a ribadire che non saranno accettate dimostrazioni violente dell’opposizione, come quelle recenti degli studenti nello stato Táchira. Ha anzi invitato i govenratori, i capi dei corpi di polizia e militari, specialmente della Guradia Nazionale, e il ministro di Giustizia Néstor Reverol  a vigilare affinché vengano stroncate sul nascere manifestazioni che possano degenerare in violenza.

Ha voluto anche ricordare il recente viaggio effettuato nei giorni scorsi a L’Avana con il presidente del Parlamento, Diosdado Cabello, la Procuratore Generale, Cilia Flores, e il ministro del Petrolio e Presidente di Pdvsa, Rafael Ramirez, per visitare il Presidente Hugo Chávez a cui hanno riferito sull’andamento della política nazionale, ringraziando i medici cubani per l’amore e la cura con cui stanno accudendo il presidente.

 

Condividi: