Brasile, apre il primo supercarcere pubblico-privato

RIO DE JANEIRO  – A partire da domani, oltre 600 detenuti saranno trasferiti in un nuovo penitenziario fabbricato e amministrato da privati a Ribeirao das Neves, nella regione metropolitana di Belo Horizonte, in Brasile. Si tratta della prima iniziativa di questo tipo nel Paese sudamericano.

Il supercarcere, che sarà inaugurato ufficialmente il prossimo 28 gennaio, è stato costruito da un consorzio, formato da cinque imprese, dopo aver vinto un appalto da oltre 100 milioni di euro. In cambio, il consorzio riceverà dallo Stato circa 800 euro al mese per ogni recluso per i prossimi 27 anni. Gli investitori privati provvederanno all’alimentazione, salute ed educazione dei detenuti, che svolgeranno appositi corsi per imparare a cucire e a fare scarpe e mobili di arredamento.

Il lavoro nel carcere sarà obbligatorio. Molti fondi sono stati destinati alla sicurezza: materassi ignifughi, lampade a bassa tensione, pareti senza prese elettriche per evitare di caricare le batterie dei cellulari. Anche la chiusura e l’apertura delle celle sarà comandata elettronicamente: una misura che secondo gli specialisti ridurrà il pericolo di som

Condividi: