Curatolo: “Impegnati per permettere a tutti di esercitare il diritto di voto”

Pubblicato il 25 gennaio 2013 da redazione

CARACAS – Tanto impegno e molta speranza. L’impegno: che tutti i connazionali aventi diritto al voto possano ricevere puntualmente il plico elettorale e così esercitare un diritto sancito dalla Costituzione; la speranza: che nessuno manchi a questo nuovo appuntamento con la democrazia.

– Ho riscontrato tanto interesse ed entusiasmo ma anche molta indifferenza – commenta alla Voce il Console di Maracaibo, Fernando Curatolo -. Quali saranno, alla fine, i sentimenti che prevarranno… sinceramente non lo so. Noi ci auguriamo che vi sia una grossa partecipazione. Ma questo possono deciderlo solamente gli elettori, tenendo ben presente che quello del voto è sì un diritto ma è anche un dovere.

Proprio così, un diritto sancito dalla Costituzione conquistato dopo anni di lotta. Ma, forse, ancor più un dovere; un dovere che nessuno dovrebbe dimenticare. E non è solamente un dovere verso la democrazia italiana ma anche verso la nostra comunità, perché i parlamentari eletti dovranno farsi eco, al meglio, dei nostri interessi. Ma come si prepara il Consolato Generale di Maracaibo, a questo importante appuntamento?

– Ci stiamo organizzando come nelle passate elezioni – ci spiega – e come nelle passate consultazioni referendarie. Questo perché a Maracaibo, dopotutto, non abbiamo avuto grosse difficoltà né lamentele in passato.

– Quindi stesso corriere privato e stessa tipografia?

– Sì – ammette -. La consegna dei plichi avverrà tramite Ipostel. E’ l’unica compagnia ad avere una struttura capace di arrivare ovunque, nella nostra circoscrizione. Vi sono corrieri privati, ma non hanno la loro stessa infrastruttura e, quindi, non offrono la garanzia di consegnare il plico a tutti i connazionali. Per quanto riguarda la tipografia, posso parlare per quel che riguarda la mia esperienza nelle consultazioni referendarie del 2011, e in quell’occasione non sono state riscontrate difficoltà. Quindi ci affideremo di nuovo alla stessa.

– Quali difficoltà vi attendete? Pensate che vi possano essere lamentele da parte di elettori… magari per il ritardo nel recapito delle schede elettorali?

Sincero, prudente, Curatolo ammette che “qualche disguido  non è da escludere a priori”.

– Su migliaia di plichi, su migliaia di indirizzi c’è la possibilità che si riscontri qualche inconveniente – ammette -. Lo so, non dovrebbe verificarsi e lavoreremo perché non accada. Ma dobbiamo ammettere che è possibile. Anche sotto il profilo dell’informazione statistica.

– L’importante è che costituisca l’eccezione…

– Sì – afferma -. Che sia l’eccezione. Sono plichi, buste che vanno e vengono, ci può essere una percentuale di errore. L’importante, ed è questo il nostro impegno, è che quella percentuale sia insignificante. Insomma, che si resti nell’ambito delle eccezioni.

Brogli elettorali. Sappiamo che a Caracas in passato ce ne sono stati e che la Giustizia italiana, pur con lentezza, ne verrà a capo. E’ per questo che chiediamo al Console di Maracaibo:

– Cosa state facendo per evitare possibili brogli?

– Per quel che mi riguarda – confessa -, non so cosa possa essere accaduto in passato. Ma, devo dire, che nella mia circoscrizione non è accaduto nulla di trascendentale, di significativo. Abbiamo sempre fatto il massimo affinchè le operazioni si svolgessero con regolarità. Fino ad ora non ci sono stati problemi e, speriamo, non ce ne siano in futuro.

Sostiene che, “sulla base delle esperienze già fatte, si spera di ripetere i risultati ottenuti in passato”.

– Ci aspettiamo un incremento degli elettori – afferma -. E questo sarebbe già un grosso successo.

Per finire non poteva mancare l’invito ai connazionali alla partecipazione. Un invito che anche noi rinnoviamo.

– Il voto è un diritto ma è anche un dovere – afferma il Console Curatolo -. E come tale va esercitato. Ci auguriamo che prevalga la partecipazione. Il nostro invito, appunto, è a partecipare.

Mauro Bafile

Ultima ora

18:32Calcio: Barzagli, rinnoverò presto con la Juve

(ANSA) - TORINO, 15 DIC - "Il rinnovo? Stiamo discutendo con la società, non ho firmato ma non c'è ansia: vedremo nelle prossime settimane o mesi". Andrea Barzagli conferma a Sky l'intenzione di proseguire con la Juventus, ma chiude la porta al ritorno in Nazionale. "Ho fatto il mio tempo, è giusto - dice il difensore bianconero - Peccato aver lasciare nel modo peggiore. Penso sia giusto ripartire con una Nazionale più giovane, abbiamo tempo per farla crescere. Speriamo sia rivoluzione, ma sensata. Nella rinascita della Juventus "ci ha messo molto del suo Allegri prosegue Barzagli - La cosa più importante è aver ricominciato a far fatica quello che alla fine ti fa vincere le partite e i campionati. Dybala è molto bravo a capire gli altri, quindi ha preso positivamente le parole di Nedved e Buffon: speriamo - conclude il difensore della Juventus - scatti qualcosa e lo faccia tornare quello di sempre".

18:22Mondiali: Rajoy, Spagna andrà in Russia e vincerà

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - La Spagna giocherà la Coppa del Mondo in Russia. "Non vedo altri scenari - ha detto il premier spagnolo, Mariano Rajoy, commentando le voci che potrebbero vedere escluse le Furie Rosse per ingerenze del Governo iberico sulle elezioni del presidente federale - sono assolutamente convinto che la Spagna andrà ai Mondiali in Russia e, inoltre, che vincerà", ha spiegato il premier aggiungendo di aver saputo che "il ministro dello Sport, Inigo Mendez de Vigo, non ha ricevuto alcun avviso dalla Fifa, solo una lettera di alcuni dirigenti della Federcalcio mondiale che chiedono di essere ascoltati", ha aggiunto Rajoy.

18:21Corea Nord: Tillerson, ‘inazione inaccettabile’

(ANSA) - NEW YORK, 15 DIC - La Corea del Nord continua a rappresentare la piu' grande minaccia alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti e del mondo. Lo ha detto il segretario di Stato americano Rex Tillerson: "L'inazione e' inaccettabile", ha detto Tillerson in Consiglio di Sicurezza dell'Onu.

18:13Natale: paese-palcoscenico per Natività a Casole d’Elsa

(ANSA) - CASOLE D'ELSA (SIENA), 15 DIC - Un piccolo comune trasformato in un palcoscenico per una rappresentazione della Natività open air che coinvolgerà il paese: 350 le persone impegnate tra attori e comparse - altre 60 saranno invece 'dietro' le quinte' - e 100 gli animali impiegati tra cui cammelli, asini, pecore, galline. E' 'Praesepium', natività in forma di spettacolo, che andrà in scena, dalle 15 alle 19, del 26 e 30 dicembre e dell'1, 6 e 7 gennaio a Casole d'Elsa, nel Senese, che già dal 1998 ospitava, con cadenza biennale, un presepe vivente: 12mila i visitatori nel 2015. Promosso dall'Associazione 'CasoleEventi', la rappresentazione teatrale all'aria aperta si svolgerà per le vie del centro storico di Casole: su una superficie di 30.000 metri quadrati si svolgeranno in contemporanea 30 scene, da quelle classiche della Natività a quelle di un villaggio dell'epoca. Ci sarà cibo cucinato sul momento, compreso il pane e frutta fresca ad arricchire i banchetti. Sarà anche realizzata una 'via dei profumi'", con incensi, candele ed erbe aromatiche. Il pubblico attraverserà la rappresentazione senza dover interagire.(ANSA).

18:12Maltempo: forte mareggiata a Capri, collegamenti sospesi

(ANSA) - CAPRI (NAPOLI), 15 DIC - Sono di nuovo sospesi da oggi pomeriggio i collegamenti marittimi con l'isola di Capri colpita da una forte mareggiata. Il maltempo ha portato all'interruzione totale dei collegamenti di linea con la terraferma. Questa mattina le prime interruzioni, poi nel pomeriggio il peggioramento delle condizioni meteomarine ha portato alla soppressione totale delle corse di traghetti e aliscafi.

18:08Calcio: Spalletti, Pordenone non è stato sottovalutato

(ANSA) - APPIANO GENTILE (COMO), 15 DIC - "Facendo giocare tutto un reparto nuovo non li ho agevolati. La differenza l'ha fatta la mia scelta. Non è vero che i calciatori non si sono impegnati o che abbiano preso sottogamba la partita contro il Pordenone": lo dice l'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti sulla partita di Coppa Italia di martedì scorso contro il Pordenone, alla vigilia di quella di campionato con l'Udinese. "Se metto Karamoh - che era dispiaciutissimo per le occasioni che non ha concretizzato - per 30 minuti in una squadra che per 8/11 è sempre la stessa, vi farà vedere le sue qualità, così come Cancelo". Spalletti spiega anche motiva la squadra nerazzurra prima delle partite: "Io riporto spesso un esempio prima delle partite: vengo dalla campagna vera, dalla natura, so quale è il comportamento di un predatore con la sua preda: non valuta mai la stazza della sua vittima, ci mette sempre la stessa forza".

17:42Etruria:Di Battista,Boschi da due anni prende per culo gente

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - "Banalizzare le proprie immense responsabilità politiche chiudendosi nel guscio del sessismo lo considero volgare e stucchevole. Oltretutto, questo atteggiamento rafforza le discriminazioni già presenti nel nostro Paese. Se un domani rinunciassi ad attaccare politicamente un Ministro solo perché donna mi macchierei io stesso di un atto discriminatorio. Noi attacchiamo con forza la Boschi non in quanto donna (difesa ridicola) ma in quanto Maria Elena Boschi, un politico che da due anni prende per il culo gli italiani, tutti gli italiani: uomini e donne!". Lo scrive su facebook Alessandro di Battista, deputato M5s

Archivio Ultima ora