Jerez, è il gran giorno di Massa e della Ferrari

JEREZ DE LA FRONTERA – Felipe Massa è stato il più veloce al termine della terza giornata di test a Jerez de la Frontera. Il pilota brasiliano della Ferrari è sceso nella mattinata di ieri sotto il muro dell’1’18” nel corso di una breve serie di giri con le gomme morbide. Il suo 1’17”879 non è stato poi superato da nessuno nella sessione pomeridiana, con il solo Nico Rosberg al volante della Mercedes W04 in grado di rimanere entro un secondo dalla sua prestazione. Con la migliore prestazione della F138, tre monoposto diverse (con McLaren e Lotus, ndr) hanno segnato i primi tre giorni di test sulla pista andaluso. La prestazione del giovane pilota tedesco ha fatto tirare un sospiro di sollievo al team delle frecce d’argento dopo le varie battute d’arresto nei primi due giorni, effettuando ben 148 tornate, senza evidenziare nessun problema. Lo stesso Rosberg era stato costretto ad interrompere la sua prima giornata a causa di problemi elettrici martedì, mentre mercoledì, il bloccaggio di un freno posteriore aveva causato l’incidente al debutto di Lewis Hamilton, finito con la sua Mercedes contro le barriere. Ha superato la barriere dei 100 giri (102, ndr) anche Sebastian Vettel nella sua prima giornata alla guida della Red Bull. Con la prestazione ottenuta al pomeriggio il tre volte campione del mondo ha ottenuto il terzo miglior tempo.

Primo assaggio della nuova monoposto anche per Kimi Raikkonen. Il finlandese, alla guida della Lotus è andato man mano migliorando fino ad arrivare nel pomeriggio a poco più di un decimo da Vettel. Quinto tempo per Jean-Eric Vergne, anche lui per la prima volta al volante della nuova Toro Rosso STR8, è arrivato quinto, appena davanti al collaudatore della Force India, James Rossiter che, dopo 42 giri in mattinata ha passato il testimone a Paul di Resta, il cui programma è stato fermato dopo appena sette giri a causa di un problema di scarico. Settimo Jenson Button, che ha concluso anzi tempo la sua giornata posteggiando la sua McLaren tra le curve 7 e 8. A seguire la Sauber del “rookie” Esteban Gutierrez. Il messicano è stato autore del secondo maggior numero di giri con 110 tornate. Diversi miglioramenti hanno aiutato Max Chilton a salire in nona posizione con la Marussia, davanti alla Williams del finlandese Valtteri Bottas ed alla Caterham del francese Charles Pic.

Condividi: