Narducci: “Dimensione europea con una nuova ambizione sociale”

ROMA – Franco Narducci, candidato del Pd alla Camera dei Deputati nella ripartizione Europa, segnala il suo apprezzamento per la proposta di costituire un “Eurogruppo dei ministri incaricati degli affari sociali” formulata dal ministro del Lavoro francese, Michel Sapin, e dal ministro dei Diritti delle donne e portavoce del Governo francese, Najat Vallaud-Belkacem.

Una proposta motivata, secondo quanto riportato in un articolo pubblicato alcuni giorni fa da Les Echos, dalla necessità di definire “un ambito sociale comune europeo” e che, per Narducci, “ci richiama alla necessità di salvaguardare e migliorare quell’architettura istituzionale e sociale europea che disegna un modello di società teso alla salvaguardia dei diritti di tutti anche contro la corrente delle forze omologanti della globalizzazione”.

Per l’esponente democratico si tratta di una proposta importante “affinché le difficoltà finanziarie non facciano dimenticare la necessità rinnovare la dimensione europea con una nuova ambizione sociale”. “Lo dobbiamo – ha precisato Narducci –  al futuro delle nuove generazioni, a quei 14 milioni di giovani, sotto i 25 anni, che risultano disoccupati in un spazio come quello europeo che vuole essere di esempio al mondo per qualità della vita”.

“Dobbiamo lavorare – ha concluso l’esponente democratico – per far esprimere con tutte le sue caratteristiche il dna della questione sociale già presente nel corpo vivo dell’Unione europea, come parte integrante della sfera più interna delle sue politiche, per costruire insieme l’Europa dei popoli e della solidarietà”.