CHAMPIONS. Real-United: Ronaldo responde a Welbeck 1-1

ROMA – Si deciderà tutto all’Old Trafford. Real Madrid-Manchester United finisce 1-1, un risultato che sembra favorire la squadra inglese anche se Mourinho e Cristiano Ronaldo non fanno drammi (“il Real ha un grande potenziale, possiamo vincere lì”, dicono i due portoghesi all’unisono).

E’ stata una partita in cui la supremazia è stata, come da copione, degli spagnoli, in particolare nella ripresa, ma che lo United ha interpretato magistralmente, coprendosi più del solito e giocando molto basso per togliere spazio alle folate offensive di Di Maria e Cristiano Ronaldo, i migliori fra i ‘merengues’.

Alla rete con un colpo di testa di Welbeck su azione da corner, al20’, ha risposto Ronaldo dieci minuti dopo, anche lui con una deviazione aerea dopo essere saltato ‘in sospensione’ su cross di Di Maria. Il portoghese non ha esultato in segno di rispetto per la sua ex squadra. Poi il Manchester si è soprattutto difeso, ma ogni volta che si è affacciato in avanti ha creato problemi alla difesa avversaria, con Van Persie e Welbeck che hanno impegnato a fondo Diego Lopez, il sostituto di Casillas tornato in fretta e furia nel club dov’era cresciuto dopo l’infortunio del portiere ‘in rotta’ con Mourinho. Più danni avrebbe potuto fare De Gea, che ha più volte sbagliato in uscita ed è stato fischiatissimo dal pubblico (é un ex dell’Atletico Madrid), ma per fortuna di Ferguson nessuno dei campioni del Real è stato pronto ad approfittarne, in primis quel Benzema protagonista di prova negativa, al punto che poi Mourinho lo ha sostituito con il più reattivo Higuain.

La mossa è servita a poco, e il risultato non è cambiato anche dopo l’innesto di Modric al posto di Di Maria. C’é stato solo un brivido creato da una bella punizione di Ronaldo. Adesso il Real deve assolutamente vincere in Inghilterra altrimenti avrà già sprecato la stagione, che avrebbe dovuto essere della decima Champions. Invece, dopo aver accumulato in campionato un distacco pressoché incolmabile nei confronti del Barcellona, ora rischia seriamente di dover abbandonare l’Europa.