G20: No a svalutazioni competitive

Pubblicato il 14 febbraio 2013 da redazione

NEW YORK – Il G20 è pronto a impegnarsi contro svalutazioni competitive dei tassi di cambio. Il Fondo Monetario Internazionale (Fmi) cerca di stemperare le tensioni: ”parlare di guerra delle valute e’ esagerato. Le nostre valutazioni non mostrano deviazioni importanti ma bisognerà monitorare”. Intanto i maggiori hedge fund al mondo guadagnano miliardi di dollari scommettendo contro lo yen: solo da novembre George Soros, l’investitore che ha mandato quasi in bancarotta la Gran Bretagna negli anni 1990 scommettendo contro la sterlina, ha realizzato profitti per 1 miliardo di dollari giocando contro la valuta giapponese. Scommesse che emergono alla vigilia del G20 e nel pieno di quella che molti definiscono una ‘guerra delle valute’, che gli hedge fund – così come accaduto prima a durante la crisi – hanno contribuito ad alimentare.

Negli ultimi quattro mesi lo yen ha perso quasi il 20% e le pressioni al ribasso sulla valuta giapponese sono state accentuate proprio dalle maxi scommesse dei fondi speculativi. Gli hedge fund – secondo indiscrezioni – hanno iniziato a giocare contro lo yen dallo scorso anno, prima dell’elezione del premier Shinzo Abe. L’apertura di Abe e del suo governo a svalutare lo yen ha spinto i trader ad aumentare gli investimenti contro la valuta nipponica.

– E’ una scommessa sull’Abe-economia – affermano con il Wall Street Journal fonti vicine all’hedge fund di Soros. Il calo dello yen ha destato l’attenzione, soprattutto americana e ‘spaccato’ anche il G7, lasciando emergere divisioni con la Gran Bretagna che ha negato il riferimento allo yen del comunicato delle sette potenze mentre alcune fonti del gruppo dei Sette, da Washington, hanno invece precisato come l’obiettivo della nota sia proprio la valuta giapponese.

Il Financial Times ritiene come più che di ‘guerra delle valute’ sarebbe più opportuno parlare di ‘farsa delle valute’ in seguito a una ”commedia globale dell’equivoco e dell’incomprensione” che rivela un braccio di ferro fra Stati Uniti e Giappone sullo yen nonostante l’accordo sulla necessità di stimolare le rispettive economie con mezzi di bilancio. E proprio a Usa e Giappone il G20 – secondo una bozza del comunicato – chiederà di ”risolvere le incertezze fiscali”.

I 20 metteranno in evidenza la necessità di un’unione “più forte dell’area euro sia dal punto di vista economico sia da quello fiscale”. Tutto questo in un contesto di debolezza della crescita globale e in presenza di rischi al ribasso. ”Ci impegniamo a respingere il protezionismo in tutte le sue forme” si legge in una bozza del comunicato finale e ”riaffermiamo il nostro impegno al raggiungimento di una duratura riduzione degli squilibri globali attraverso un’azione congiunta per evitare disallineamenti persistenti dei tassi di cambio e svalutazioni competitive”.

 

Ultima ora

21:39Gerusalemme:Casa Bianca, Trump resta impegnato su pace

(ANSA) - WASHINGTON, 13 DIC - Trump "resta impegnato per la pace come sempre": lo ha ribadito la Casa Bianca dopo l'annuncio dei palestinesi che non riconosceranno più il ruolo degli Usa nel processo di pace con Israele. Una fonte dell'amministrazione ha osservato che "questa retorica ha impedito la pace per anni". La Casa Bianca, ha aggiunto, continuerà a lavorare duro "per elaborare il suo piano, di cui beneficeranno sia il popolo israeliano sia quello palestinese". Un piano che sarà svelato "quando sarà pronto e il momento sarà giusto".

21:38Gerusalemme: Iron Dome intercetta 2 razzi da Gaza

(ANSAmed) - TEL AVIV, 13 DIC - Il sistema antimissili Iron Dome ha intercettato "con successo" due razzi lanciati dalla Striscia di Gaza verso Israele. Lo ha riferito il portavoce militare israeliano.

21:34Tribunale, Inps eroghi premio nascita a tutte le madri

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Ha "carattere discriminatorio" la condotta dell'Inps "consistente nell'aver introdotto requisiti non previsti dalla legge del 2016 per poter beneficiare del cosiddetto 'premio alla nascita'" come il permesso di soggiorno di lungo periodo. Il premio va quindi esteso "a tutte le future madri" straniere "regolarmente presenti in Italia che ne facciano domanda". Lo ha deciso il giudice del Tribunale civile di Milano accogliendo il ricorso di APN - Avvocati per niente Onlus, A.S.G.I. Associazioni Studi Giuridici sull'Immigrazione e Fondazione Guido Piccini per i Diritti dell'Uomo Onlus.

21:27Calcio: Mondiale club,2-1 all’Al Jazira e R.Madrid in finale

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il Real Madrid vince 2-1 contro i padroni di casa dell'Al Jazira di Abu Dhabi e stacca il biglietto per la finale del Mondiale per club di sabato, dove affronterà i brasiliani del Gremio Porto Alegre, campioni in carica del Sudamerica.

21:23Gerusalemme: sirene di allarme nel sud di Israele

(ANSAmed) - TEL AVIV, 13 DIC - Le sirene di allarme anti missili sono risuonate poco fa nel sud di Israele, nella zona della cittadina di Sderot non lontano dalla Striscia. Lo conferma l'esercito, citato dai media. Secondo questi ultimi ci sarebbe stato almeno un razzo dalla Striscia intercettato dall'Iron Dome.

21:15‘Boicotta Espresso’, ma blitz Forza Nuova fallisce a Torino

(ANSA) - TORINO, 12 DIC - Avevano in programma un'azione dimostrativa sotto la redazione torinese del quotidiano La Repubblica, simile a quella effettuata a Roma lo scorso 6 dicembre, i militanti di Forza Nuova che ieri sono stati fermati dalla polizia a Torino. Gli investigatori della Digos hanno intercettato il corteo, non autorizzato, prima che arrivasse in via Lugaro, sede del giornale, e i manifestanti si sono allontanati. Secondo quanto appreso, l'intenzione di Forza Nuova era quella di appendere uno striscione con la scritta 'Boicotta il Gruppo Espresso'. (ANSA).

21:12Calcio: 3-2 alla Sampdoria, Fiorentina ai quarti

(ANSA) - FIRENZE, 13 DIC - La Fiorentina ha battuto 3-2 la Sampdoria negli ottavi di Coppa Italia. Nei quarti affronterà la vincitrice di Lazio-Cittadella, in programma domani sera allo stadio Olimpico di Roma. Viola in vantaggio già al 2' grazie a Babacar. Il pareggio ligure lo firma Barreto a cinque minuti dall'intervallo. Nella ripresa l'arbitro Rosario Abisso, di Palermo, diventa protagonista fischiando tre rigori, due con l'ausilio della Var. Il primo lo trasforma Veretout, il secondo - quello del 2-2 - è opera di Ramirez al 32'. Al 90' ancora Veretout sul dischetto. Il francese non sbaglia battendo Puggioni con grande freddezza. Per la Samp anche un clamoroso palo colpito da Caprari su punizione.

Archivio Ultima ora