Milan da urlo, il Barça s’inchina

Pubblicato il 20 febbraio 2013 da redazione

MILANO – Grazie ad una prestazione caratterizzata da umiltà e determinazione, il Milan si aggiudica 2-0 il primo round contro il Barcelona di Lionel Messi, non particolarmente brillante a San Siro.

La prima occasione arriva dopo quattro minuti di gioco, quando Muntari prova a sorprendere Valdés con un tiro al volo da fuori area, ma non inquadra lo specchio della porta. In seguito è il Barça a fare la partita, soprattutto sulle fasce laterali. All’8’ Jordi Alba crossa da sinistra, ma Mexes anticipa in extremis Pedro. Tre minuti dopo, il difensore francese intercetta un traversone di Daniel Alves, sfiorando anche l‘autorete, ma dopo l’interruzione del gioco per un netto offside dello stesso Pedro.

Al 15’, El Sharaawy si invola sulla fascia sinistra, ma Puyol lo anticipa proco prima del tiro in porta. Sul susseguente calcio d’angolo, Boateng calcia a rete dal limite dell’area di porta, ma il pallone esce sulla sinistra di Valdés. Al 19’ si rivede in avanti il Barcellona, ma la conclusione da lontano di Xavi non impensierisce Abbiati.

Al 25’, Andrès Iniesta serve un delizioso assist di tacco a Pedro, ma Montolivo è estremamente puntuale nella chiusura in piena area. Il Milan soffre, ma al 35’ si rende pericoloso con un intelligente traversone di Boateng a centro area, sul quale El Sharaawy arriva con un istante di ritardo. Anche l’ultima occasione del primo tempo è di marca rossonera, ma Valdés è abile nel distendersi a terra per intercettare un velenoso cross di Abate.

Nella ripresa, il Milan passa in vantaggio grazie all’abilità di Boateng nello sfruttare la prima occasione favorevole. La punizione battuta da Montolivo impatta su Pedro e Zapata ed il centrocampista rossonero è lesto nel fiondarsi sul rimpallo per battere Valdés con una conclusione bruciante.

Tre minuti dopo, il ghanese è ancora pericoloso con un assist a centro area per El Sharaawy, anticipato da Puyol. Jordi Roura Solà, vice di Tito Villanova, corre ai ripari inserendo Sànchez al posto dello spento Fabregas. Puyol e Pazzini sono protagonisti di un duro impatto testa contro testa, ma entrambi restano in campo ed il centravanti del Milan punge subito, con una mezza rovesciata bloccata da Valdés.

Pazzini esce al 74’, lasciando il posto a Niang, al suo esordio nella competizione. Un minuto dopo, Iniesta spaventa San Siro con una botta dalla distanza, che esce alla sinistra di Abbiati. Al 79’, il pubblico rossonero tira un altro sospiro di sollievo quando la punizione dal limite di Xavi non inquadra l’incrocio dei pali, spegnendosi sul fondo. Sul ribaltamento di fronte, il Milan raddoppia.

Niang salta Puyol e serve a centro area El Sharaawy, che a sua volta innesca Muntari, bravo a finalizzare con freddezza battendo Valdés per la seconda volta. All’86’ Puyol svetta su un calcio d’angolo, ma il suo colpo di testa è ampiamente fuori misura. Allegri si copre con l’inserimento di Traoré al posto di El Sharaawy, mentre Mascherano prende il posto del dolorante Puyol.

Nei cinque minuti di recupero, il Barcellona va in forcing alla ricerca di un gol che riaprirebbe il doppio confronto, ma la difesa rossonera mantiene il doppio vantaggio. Ci vorrà un altro Barcellona e soprattutto un altro Messi per ribaltare il risultato nella sfida di ritorno.

Ultima ora

11:09Brexit: sondaggio, ‘no’ in vantaggio record di 10 punti

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - I sudditi di Sua Maestà sembrano far marcia indietro sulla Brexit. Il 51% degli elettori britannici si dice ora contrario all'addio all'Ue contro il 41% che voterebbe di nuovo per il divorzio: il distacco di 10 punti e' il più grande mai registrato dal referendum del 23 giugno 2016. E' quanto emerge da un sondaggio esclusivo commissionato dal quotidiano britannico The Independent alla società demoscopica BMG Research.

08:45Honduras: sorella presidente morta in incidente elicottero

(ANSA) - TEGUCIGALPA, 17 DIC - Hilda Hernandez, sorella del presidente dell'Honduras Juan Orlando Hernandez, è morta, con altre cinque persone, in un incidente di elicottero, schiantatosi su una montagna vicino alla capitale Tegucigalpa. La donna, 51 anni, era addetta alle comunicazioni per il fratello, ed era stata ministro dello sviluppo sociale durante la precedente amministrazione dell'allora presidente Porfirio Lobo. L' elicottero militare trasportava Hernandez, quattro membri della sua scorta e un pilota. Era decollato dall'aeroporto internazionale di Tegucigalpa alla volta della sua residenza a Comayagua, 60 chilometri dalla capitale. Poco dopo, l'aeronautica ha dato il velivolo per disperso. I resti dell'elicottero sono stati poi trovati sulle montagne vicine a Tegucigalpa, senza sopravvissuti. Hernandez è coinvolto in una disputa sulle elezioni presidenziali in cui ha conquistato il 43% dei voti contro il 41,4% del candidato di opposizione Salvador Nasralla. Il vincitore non è stato ancora proclamato ufficialmente.

08:43Russiagate: Mueller accede a migliaia email transition team

(ANSA) - WASHINGTON, 17 DIC - Il team del procuratore speciale per il Russiagate Robert Mueller ho ottenuto l'accesso a migliaia di email private mandate e ricevute da collaboratori di Donald Trump prima che si insediasse alla Casa Bianca. Materiale, riferisce l'Ap, di cui gli investigatori sono venuti in possesso non chiedendo direttamente al transition team del tycoon ma attraverso la General services administration, che spesso archivia i documenti della transizione presidenziale nei suoi computer. Una mossa che potrebbe sollevare obiezioni legali. Un avvocato del transition team ha gia' inviato una lettera al Congresso per segnalare che all'indagine di Mueller sono state fornite "rivelazioni non autorizzate" da parte di questa agenzia federale. Il materiale comprende comunicazioni di una decina di dirigenti all'epoca della transizione, tra cui Michael Flynn, che ha raggiunto un accordo con gli inquirenti per aver mentito all'Fbi.

04:33Savoia: salma Vittorio Emanuele III in arrivo dall’ Egitto

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - La salma di Vittorio Emanuele III è partita da Alessandria d'Egitto dove era sepolta nella cattedrale di Santa Caterina, per rientrare in Italia a bordo di un volo militare atteso stamani attorno alle 11. Lo ha riferito il Gr1 di Radio Rai, precisando che alla partenza erano presenti familiari e l'ambasciatore italiano al Cairo Giampaolo Cantini. Le spoglie del sovrano, a quanto si è appreso, sarebbero state portate da Alessandria in un aeroporto militare nelle vicinanze del Cairo, punto di partenza per l'Italia a bordo di un aereo militare. Il velivolo dovrebbe atterrare in mattinata in uno scalo militare del Piemonte, e la bara dovrebbe essere poi traslata al Santuario di Vicoforte, accanto a quella della regina Elena, sebbene alcuni familiari premano ancora per la traslazione nel Pantheon.

01:35Calcio: Francia, Psg a valanga e il Monaco resta a -9

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Il Paris Saint Germain risponde alla vittoria di ieri del Monaco infliggendo una dura lezione al Rennes, battuto 4-1 in trasferta con una doppietta di Neymar e gol di Cavani e Mbappè. I parigini, dopo 18 giornate, mantengono il +9 di vantaggio sui monegaschi. Fari puntati domani sulla sfida Lione-Marsiglia, match clou che mette di fronte due squadre in corsa per la Champions ed è una grande occasione per gli ospiti, guidati da Rudi Garcia sono in corsa per il secondo posto. Nonostante i gol di Balotelli, il Nizza annaspa al settimo posto e domenica ospita il Bordeaux. Tra le altre partite di oggi, il Digione ha battuto 3-0 il Lille e sale al settimo posto a quota 24, dove si trovano anche lo Strasburgo, che ha battuto 2-1 il Tolosa, e il Caen, che invece non è andato oltre lo 0-0 in casa col Guingamp. Seconda vittoria stagionale per il fanalino di coda Metz, che è riuscito a imporsi 3-1 a Montpellier.

01:05Calcio: Roma, Di Francesco “vittoria sofferta ma importante”

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Questa gara era importante, avevo dato un segnale, e l'abbiamo vinta soffrendo. Si parla sempre degli episodi, che sono importantissimi, ma noi avremmo potuto fare gol prima. Abbiamo subito il primo tiro contro dopo 83', abbiamo sempre fatto la gara contro un Cagliari molto organizzato ma noi abbiamo voluto fortemente la vittoria. Ci teniamo stretti questi 3 punti". Lo ha detto l'allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, dopo la vittoria al 94' sui sardi. "Abbiamo concesso pochissimo in difesa, il Cagliari non ci ha permesso di essere aggressivi ma abbiamo avuto una grande supremazia territoriale - ha proseguito -. Dovevamo essere più cinici e cattivi, dobbiamo lavorare ancora di più. Ma io non sono d'accordo sulla prestazione negativa, abbiamo fatto la partita. Abbiamo tirato in porta 20 volte, dovevamo essere più precisi".

01:03Cile: frana per piogge torrenziali, 3 morti e 15 dispersi

(ANSA) - SANTIAGO, 16 DIC - Piogge torrenziali nel sud del Cile hanno causato una frana che ha sommerso un villaggio: almeno tre persone sono morte e altre 15 risultano disperse. Lo riferisce il viceministro dell'Interno Madmud Aleuy, aggiungendo che le vittime sono due donne e un turista non ancora identificato. Le piogge hanno causato l'esondazione di un fiume vicino a una collina franata su 20 delle 200 case del villaggio di Villa Santa Lucia, nella regione meridionale di Los Lagos. La presidente Michelle Bachelet ha riferito su Twitter che i servizi di emergenza stanno lavorando dell'area "per soccorrere le persone colpite". Alcuni feriti sono stati evacuati in elicottero. (ANSA)

Archivio Ultima ora