EUROPA LEAGUE. Per l’Inter tutto facile, ma si ferma Ranocchia

MILANO – Sorride a metà l’Inter che approda ai quarti di Europa League. Agevole la qualificazione contro il Cluj, battuto 3-0 dopo il 2-0 dell’andata, ma a preoccupare sono le condizioni di Andrea Ranocchia. Il difensore è uscito al 38’ della ripresa per una distorsione al ginocchio destro accusata dopo un contrasto con un avversario nella metà campo avversaria.

Una pessima notizia per Stramaccioni, che potrebbe dover fare a meno del centrale nel derby di domenica sera (oggi sono previsti gli esami) e non ha molte alternative a disposizione: Samuel è fermo da tempo perché dolente al tendine d’Achille, Silvestre è rimasto a Milano per una lesione al soleo, Chivu ha visto la partita in Romania dalla panchina perché tuttora alle prese con un problema muscolare. Il suo recupero a questo punto risulta vitale in vista della stracittadina, così come quelli di Nagatomo e Gargano.

L’infortunio di Ranocchia è una nota dolente in una serata che ha dato al tecnico buone indicazioni, pur provenienti da diversi giocatori che saranno impiegati anche domenica sera contro il Milan. Bene Guarin, autore di una doppietta, positive le prove di Palacio (sostituito al 45’) e Cassano, abile nel permettere a Benassi di segnare il suo primo gol in nerazzurro con uno splendido assist. Bravo anche Alvarez, che lancia una seria candidatura in vista del derby. In crescita anche Pereira, mentre ha fatto un po’ di fatica il giovane Mateo Kovacic, poco a suo agio nella posizione di regista basso.

In compenso l’Inter ha mostrato le solite pecche in chiave difensiva, concedendo qualche opportunità di troppo ad un avversario che non è riuscito a centrare il bersaglio, ma ha comunque messo in mostra le difficoltà dei nerazzurri nel mantenere inviolata la propria porta. C’é voluto il solito Handanovic per tenere lontano il pallone dalla rete e nel finale di partita il Cluj ha anche colpito una traversa con Hora. Imprecisioni sulle quali Stramaccioni avrà poco tempo per lavorare prima del Milan, un allenamento defaticante oggi e una rifinitura domattina.

Con tante defezioni assieme alle quali dover fare i conti e l’incognita dei tanti giocatori che verranno chiamati al doppio impegno nel giro di quattro giorni.

Il prossimo avversario in Europa League sarà invece il Tottenham di Villas Boas, vecchia conoscenza nerazzurra che ha acciuffato i quarti al 90’ sul campo del Lione.

Condividi: