Politiche 2013: i pacchi elettorali pronti per Roma

CARACAS – Mentre in Italia gli elettori si apprestano ad affrontare la “due-giorni elettorale”, in Venezuela è calato il sipario. Oggi, fino alle ore 16, in Consolato, a Caracas e a Maracaibo, tanti connazionali si sono dati appuntamento per esercitare il loro diritto di voto e per alimentare la speranza dei nostri candidati: Antonella Pinto, Nello Collevecchio e Ugo Di Martino.

Tutto pronto, quindi, per trasferire a Roma i pacchi elettorali, con le schede votate, Questi verranno affidati all’aereo che li porterà a Roma e, quindi, trasportati a Castelnuovo di Porto dove verrà effettuato lo scrutinio.

– Sono soddisfatto per il lavoro svolto ed il risultato ottenuto – ha commentato il Console Generale d’Italia in Caracas, Giovanni Davoli -. Abbiamo fatto veramente un grande lavoro; un lavoro del quale siamo orgogliosi e felici.

Dalla pubblicità in televisione a quella sui mass media, dal Facebook al twitter senza dimenticare il volantinaggio, in questa occasione il Consolato Generale ce l’ha messa proprio tutta per sensibilizzare i connazionale. Ora non resta che avere un po’ di pazienza ed attendere i risultati; risultati che arriveranno  solo dopo la chiusura dei seggi in Italia. Intantoi, il Ministero degli Esteri, nelle prossime ore, dovrebbe rendere noto il numero globale degli elettori che hanno votato all’estero e quello, paese per Paese, dei connazionali che hanno esercitato il loro diritto sancito dalla Costituzione.

Condividi: