Paralisi in Italia: l’Europa trema

ROMA – Allarme rosso in Europa, l’Italia è ingovernabile. La ”paralisi” politica italiana echeggia sulla stampa internazionale che, dalla Gran Bretagna agli Usa, apre paventando una nuova crisi dell’eurozona determinata dall’instabilità in Italia. Dove trionfa il voto anti-sistema e Berlusconi, imprevedibilmente, è ancora cruciale per la vita politica del Paese.

In Gran Bretagna il FINANCIAL TIMES online apre con il titolo ”Bersani tenta per primo di andare a guidare l’Italia” mentre ”l’impasse italiano riaccende il nervosismo dell’eurozona”. Per il Ft, inoltre, ”il sostegno della Bce ai mercati affronta l’esame Italia” mentre in un commento politico, il quotidiano titola ”L’Italia ha bocciato molto più che il rigore” e osserva come ”il voto del malcontento” sia stato diretto ”al sistema politico italiano, infestato dalla corruzione”.

”La paralisi italiana fa tremare i mercati” titola invece THE GUARDIAN secondo il quale l’esito ”riporta in vita la crisi dell’eurozona”. Per il DAILY TELEGRAPH è ”allarme rosso” nelle Borse europee mentrela BBCtitola ”L’agitazione dell’Europa sul risultato-paralisi” e in un commento scrive che in Italia ora ”inizierà il mercato delle vacche” alla ricerca di una coalizione: ”presto o tardi si tornerà al voto”.

In Francia ”Duplice vittoria di Pirro per Bersani”, titola LE FIGARO che dedica un articolo al ”fautore del sisma elettorale”, Beppe Grillo ”tra Coluche e Che Guevara”(Coluche è un comico francese che nel 1981 si candidò alle elezioni, perdendole). LE MONDE punta sul leader del Pd e titola ”Il discreto Bersani si vede il nuovo uomo forte dell’Italia” mentre il foglio economico LES ECHOS titola ”La crisi italiana sciocca l’Europa” osservando come il voto abbia ”rivelato le crepe del dispositivo anti-crisi europeo”. Per LIBERATION ”L’Italia paga le conseguenze della sua classe politica”.

In Germaniala FRANKFURTER ALLGEMEINEZEITUNG apre con una foto di Mario Monti e il titolo ”Il Professore sfortunato” osservando come l’essere vicino alla Merkel lo abbia reso ”un facile bersaglio dei suoi rivali”. Per il foglio conservatore ”gli europei temono la crisi politica in Italia” dove c’è ”il trionfo dei populisti”. ”Beppe, l’autoritario nichilista” è invece il ritratto che DIE WELT dedica al leader del M5S evidenziando che ”Gli italiani dicono basta all’Europa”. SUDDEUTSCHE ZEITUNG apre sull’ ”agonia politica italiana” con il titolo ”Sinistra, destra, teste calde” e sottolinea come questo sia ”il peggior scenario” per l’Europa mentre in un altro articolo si chiede ”Perchè di nuovo Berlusconi?”

In Spagna EL MUNDO titola Il blocco politico italiano tinge di rosso le Borse” mentre EL PAIS, in un’analisi intitolata ”La terza Repubblica italiana” osserva che ”la chiave del futuro non appartiene nè a Bersani nè a Berlusconi ma agli indignati del M5S”. ”Berlusconi, un avversario imprevedibile”, sottolinea il foglio madrileno in un altro commento.

Sul Cavaliere apre anche lo statunitense WALL STREET JOURNAL che dedica un’analisi a ”Berlusconi, l’infaticabile”, che si conferma ”per il diciannovesimo anno consecutivo persona cruciale per determinare la vita politica italiana”. Mentre l’esito del voto ”mette a repentaglio ancora una volta la stabilità dei mercati finanziari europei” scrive il Wsj ripercorrendo la giornata delle Borse. ”Nuovi timori per l’eurozona dopo la paralisi italiana” titolala CNNmentre per il NEW YORK TIMES ”In mercati europei affondano nell’ incertezza”. E il quotidiano Usa in un’analisi dal titolo ”Perchè gli italiani hanno votato Berlusconi” rimarca ”il fascino dell’uomo forte” sugli elettori che ”tifano per un partito ciecamente, come per una squadra di calcio”. Ma ”i fattori che costringono gli italiani a votare per Berlusconi sono gli stessi che hanno portato l’Italia fuori dalla realtà e verso un declino sociale, culturale ed economico”.

Condividi: