Michele nel mirino per l’Oscar

NEW YORK  – L’apparizione agli Oscar si rivela un boomerang per Michelle Obama, travolta da una pioggia di critiche. A puntare il dito contro la First Lady e la sua ‘irruzione’ a sorpresa alla cerimonia (per annunciare il vincitore per il miglior film) sono i repubblicani, che hanno liquidato l’episodio come ‘puro esibizionismo’. In campo è sceso anche l’Iran che ha deciso di mandare in diretta tv la sua performance ricoprendole però le spalle e il decollete’ lasciate nude, in nome della ”censura”.

La first lady indossava in realtà un elegante vestito senza maniche, con piccole spalline che lasciavano intravedere la pelle. Una scelta ”inadeguata” e non condivisibile per i dettami della Repubblica islamica che riguardano il modo in cui una donna deve presentarsi in pubblico, stando a quanto scrive il sito web di Al Arabiya. Ma non solo. In molti nel Grand Old Party – scrive Politico.com – accusano Michelle di aver ignorato completamente la presenza dei militari che, durante il collegamento dalla Casa Bianca, si trovavano alle sue spalle.

Per il ‘Daily Caller’ ”si è decisamente passato il limite”, perchè l’aver usato i militari come vetrina equivale a fare propaganda. Non è tenero nemmeno il Washington Post, che titola: ”Può una First Lady avere un ruolo da star?”. ”L’apparizione di Michelle Obama agli Oscar per puro piacere ha creato confusione sia tra i suoi fan che tra i suoi detrattori”, scrive il quotidiano della capitale: ”E’ questo che Michelle Obama intende per liberarsi dalle pressioni della campagna elettorale? Seguire liberamente i suoi capricci senza preoccuparsi delle conseguenze?”.

In tanti si sono chiesti cosa facesse Michelle agli Oscar. Lo stesso Ben Affleck, il regista che ha diretto ‘Argo’, la pellicola che ha vinto la statuetta come miglior film, dopo la cerimonia ha ammesso che gli sembrava di aver avuto un’allucinazione quando ha visto la First Lady.

– Ci mancava solo che camminasse lungo il red carpet – ha commentato Anita McBride, ex capo del personale di Laura Bush, aggiungendo:

– In fondo ha stile ed è a suo agio in quel ruolo. Ma era necessario?.

Sempre il Washington Post sottolinea come la coppia presidenziale sia sempre più presente ad eventi sportivi, trasmissioni televisive o sui social network. Solo la settimana scorsa Michelle, al ‘Late Night’ con Jimmy Fallon, si è esibita in una cliccatissima performance da ballerina che ha spopolato su YouTube, ma che ha fatto storcere il naso a molti. Anche se il siparietto era per promuovere la sua campagna anti-obesita’, ‘Let’s Move’..

Tuttavia, secondo il Washington Post, con gli Oscar Michelle è andata proprio oltre, mettendosi al pari dei personaggi dello spettacolo. D’altronde gli Obama hanno un conto aperto con lo show business, che li ha appoggiati durante l’ultima campagna elettorale. Così, quando attraverso il produttore Harvey Weinstein l’organizzazione degli Oscar è riuscita ad arrivare alla First Lady, lei ha accettato senza esitare.

– L’apparizione di Michelle – conclude McBride – potrebbe dare una spinta all’industria cinematografica e allo stesso tempo servire come un grazie ai grandi donatori di Hollywood”.

Condividi: