La Lazio vola ai quarti

Pubblicato il 14 marzo 2013 da redazione

ROMA – Che peccato per i tifosi perdersi questa impresa. Nel silenzio surreale dell’Olimpico la Lazio conquista un traguardo storico diventando la prima squadra ad accedere ai quarti della nuova Europa League. Dieci anni dopo i quarti conquistati in Coppa Uefa, i biancocelesti ci riprovano (allora furono fermati in semifinale dal Porto).

“Vogliamo vincere in Europa” sentenzia Petkovic, e la sua squadra finora non sbaglia un colpo. Niente a che vedere con la formazione ultimamente smarrita di campionato.

La Lazio aveva già ipotecato la qualificazione all’andata in Germania grazie al 2-0 firmato da Ederson e Onazi. Facile immaginare un’autostrada anche al ritorno, eppure la pochezza dello Stoccarda, che sta andando malissimo anche in Bundesliga (é quint’ultimo), è addirittura disarmante. I tedeschi si arrendono quasi subito.

La partita in pratica dura appena otto minuti, il tempo necessario a Kozak, mandato in campo a sorpresa da Petkovic al posto di Floccari per segnare due gol. E il bomber ceco, tante volte criticato per i tanti gol mangiati, questa volta non ha deluso, con la complicità però determinante della difesa tedesca. Nel finale segna anche il terzo gol e con la tripletta diventa il bomber principe di coppa della Lazio con otto reti in sette partite. Niente male per una riserva che se ci fosse Klose non giocherebbe praticamente mai. Malinconica nelle file tedesche le presenza di due ex della Serie A come l’ex laziale Macheda, che dopo i bagliori di Manchester si è spento. Eppure in Italia (ha giocato anche con la Sampdoria) era uno che prometteva. Niente a che vedere con il giocatore smarrito in campo all’Olimpico. Inguardabile anche Molinaro, ex Vecchia Signora degli anni cupi. Poca cosa anche lui nel grigiore generale di una squadra allo sbando. Tutto si è risolto nei primi otto minuti.

Il primo tiro è stato dello Stoccarda (tiro di Holzhauser e deviazione in angolo di Marchetti). Ma al primo affondo la squadra di Petkovic fa centro: al 6’ Radu crossa e il ceco anticipa di piatto i due centrali immobili. Due minuti dopo è Hernanes ha lanciare il centravanti vanamente rincorso dai difensori ed il destro in corsa fulmina ancora Ulreich.

Dopo il 2-0 la Lazio rallenta: ci provano ancora da lontano Hernanes e Condreva. Al 40’ brivido per Marchetti colpito in testa da Ibisevic. Il portiere sotto choc se la cava con un taglietto sulla tempia e molto spavento. Petkovic lo sostituisce con Bizzarri, che nella ripresa salva il 2-0 su Sakai, ma nulla può al 17’ su Hajnal.

Nel finale dopo il 2-2 sfiorato di testa da Niedermeier c’é anche tempo per la tripla di Kozak, che poco prima si mangia il gol più facile. Peccato per i soliti soliti striscioni offensivi contro Platini: anche fuori dello stadio i tifosi hanno sfogato la loro rabbia. ‘Meglio penalizzati che pentiti’’ recita uno striscione. Missione compiuta dunque per la Lazio, ma intanto per rientrare all’Olimpico i suoi tifosi dovranno augurarsi almeno nella semifinale.

Ultima ora

15:46Tav:rapporti con recluso No Tav,ricorso contro licenziamento

(ANSA) - TORINO, 25 MAG - Una educatrice torinese di una cooperativa che opera nella casa circondariale 'Lorusso e Cutugno' è stata sospesa dall'incarico per avere intrattenuto rapporti con alcuni attivisti nell'area anarco-insurrezionalista e per aver pubblicato su Facebook foto di alcuni No Tav arrestati in segno di solidarietà. Il legale, l'avvocato Roberto Lamacchia, ha chiesto ai giudici del Tar la revoca del divieto di lavorare nel carcere delle Vallette. "Per tre anni lei ha svolto la sua attività nel padiglione dei tossicodipendenti, che nulla hanno a che fare con il Movimento No Tav, e l'ha fatto con buoni risultati - ha spiegato il legale - Tutto questo non determina l'esistenza di ragioni di sicurezza tali da allontanarla dal carcere". "Voglio riavere il mio lavoro - commenta Angela - Non mi è stato nemmeno permesso di salutare i ragazzi che seguivo". Alcuni autonomi hanno organizzato un presidio di solidarietà davanti agli uffici del Tar.

15:29M5s: La Rocca, se rinviata a giudizio non mi ricandido

(ANSA) - PALERMO, 24 MAG - "Se sarò rinviata a giudizio non mi ricandiderò alle regionali, come ho già annunciato nei giorni scorsi". Lo dice Claudia La Rocca, deputata dei 5stelle che si è auto-sospesa dopo avere ricevuto l'avviso di garanzia nell'inchiesta firme false della Procura di Palermo con la quale ha collaborato ammettendo di essere stata presente nel giorno della ricopiatura degli autografi di chi aveva firmato a sostegno della lista per le comunali del 2012.

15:27Manchester: Bonino, dobbiamo resistere culturalmente

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Attentato a Manchester? La sicurezza al 100% rispetto ai lupi solitari è impossibile. Ci saranno stati sicuramente degli errori nella prevenzione. Non dobbiamo cedere alla paura. Non dobbiamo dargliela vinta. Dobbiamo resistere culturalmente". Queste le parole di Emma Bonino presente stamani all'Università Statale di Milano.

15:22L.elettorale: Gelmini, nessun inciucio ma accelerazione urne

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Nessun Nazareno bis, nessun inciucio. Silvio Berlusconi con Forza Italia è impegnato a garantire una legge elettorale in grado di portare rapidamente gli italiani alle urne. Il centrodestra non ha bisogno di continui distinguo ma di una forte azione comune che racconti agli italiani qual è il Paese che vogliamo costruire". Così Mariastella Gelmini, vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera.

15:21Boldrini, bene Confindustria su coesione e crescita

(ANSA) - ROMA, 24 MAY - "Ho trovato molto interessante l'accento posto sulla coesione e sulla crescita, così come mi è piaciuta l'insistenza sull'importanza di investire di più sui giovani". Lo dice la presidente della Camera Laura Boldrini a margine dell'Assemblea di Confindustria. "Ho anche trovato importante la sottolineatura sulla necessità di rafforzare una casa comune in Europa per le aziende, che se non saranno capaci di stare insieme non avranno uno spazio in futuro", aggiunge.

15:18Calcio: serie B, una giornata a Vignali

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - Una giornata di squalifica a Vignali dello Spezia, espulso per doppia ammonizione nel primo turno dei playoff di Serie B. Il giocatore sconterà la squalifica nella prossima stagione, essendo stata la squadra ligure eliminata dal Benevento.

15:18Vaccini: Rosato, non c’era altra strada che obbligo

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "I vaccini sono farmaci efficaci e sicuri. Hanno permesso di sconfiggere malattie terribili di cui ormai non abbiamo più memoria, come il vaiolo cancellato dalla faccia della Terra solo alcuni decenni fa. Di altre malattie infettive abbiamo sentito parlare ma non le avvertiamo più come una minaccia, anche se circolano ancora nell'Europa dell'Est. Per anni siamo stati protetti dal progresso della scienza ma ultimamente c'è stata un'inversione di rotta, ingiustificata". Lo scrive il capogruppo del Pd alla Camera Ettore Rosato in un post su Facebook rispondendo alle preoccupazioni per l'obbligo delle vaccinazioni. "Il calo delle vaccinazioni, rispetto ad altri Paesi europei, è diventato preoccupante. Gli italiani si vaccinano sempre meno contro la poliomielite, il tetano, la difterite, la rosolia, il morbillo, con un trend in discesa. Occorreva invertire la tendenza prima che fosse troppo tardi. Per affrontare questa emergenza non c'era altra strada che rendere obbligatorie le vaccinazioni".

Archivio Ultima ora