Usa, per la prima volta ‘sede vacante’: Obama e Biden all’estero

NEW YORK. – Un fatto piú unico che raro: la prossima settimana gli Stati Uniti potrebbero davvero ritrovarsi, anche se solo per poche ore, con il presidente Barack Obama e il suo vice e vicario Joe Biden entrambi fuori dai confini nazionali, in contemporanea. Il primo per la programmata missione in Medio Oriente, il secondo per l’imprevista visita a Roma a capo della delegazione statunitense che assisterá alla messa di insediamento del pontificato di Papa Francesco. A confermare la possibilitá che si verifichi quello che a prima vista potrebbe sembrare un momentaneo ‘vuoto di potere’ é stato Ben Rhodes, uno dei consiglieri della Casa Bianca per la sicurezza nazionale: ”Non so per certo se presidente e vicepresidente saranno via allo stesso tempo, ma lo stiamo prendendo in considerazione”, spiega Rhodes, assicurando comunque come in questa eventualitá ”esistono piani che garantiscono alle autoritá Usa di essere pronte ad ogni evenienza”. ”Non ci sará alcun effetto sulla gestione ordinaria del Paese”, specifica poi il portavoce John Ernst. La prassi vuole che se il ‘Commander in Chief’ é impegnato in un viaggio all’estero, il suo vice nel frattempo non si muova da Washington. E viceversa. Questo proprio per motivi di sicurezza: in caso di emergenza nazionale il Paese non puó rimanere senza guida. E anche se dall’Air Force One il presidente degli Stati Uniti ha tutti gli ‘strumenti’ necessari per prendere tutte le decisioni che servono, non é proprio come stare nella Situation Room della Casa Bianca. Le ore in cui potrebbe crearsi il ‘buco’ sono quelle tra martedí e mercoledí prossimo. Calendario alla mano, infatti, Obama é atteso in Israele mercoledí 20 marzo, dove all’aeroporto sará ricevuto dal primo ministro Benjamin Netanyahu e dal presidente Shimon Peres. In quelle ore il vicepresidente Biden dovrebbe essere di ritorno dall’Italia dove martedí 19 marzo parteciperá insieme a capi di Stato provenienti da tutto il mondo alla messa in San Pietro del nuovo Pontefice. Un appuntamento quest’ultimo al quale sarebbe dovuto andare Obama con la First Lady Michelle, ma a cui il presidente statunitense ha dovuto rinunciare – salvo clamorosissime sorprese – proprio per non rinviare il molto atteso e delicato tour in Medio Oriente. Oltre che in Israele, il presidente Usa é atteso in Cisgiordania e in Giordania. Dalla Casa Bianca, comunque, non escludono che il vicepresidente Biden faccia in tempo a rientrare negli Stati Uniti prima della partenza del presidente.

 

Condividi: