COPPE EUROPEE. La Juve pesca il Bayern, La Lazio il Fenerbahce

NYON – Il sorteggio di Nyon non è stato benevolo conla Juventusche dovrà vendersela con il Bayern Monaco il 2 e 10 aprile – l’andata in trasferta – nei quarti di finale di Champions League. Solo un abbinamento con Barcellona o Real Madrid sarebbe stato più arduo. Un po’ più fortunatala Lazioin Europa League : nei quarti di finale (4 intrasferta e 11 aprile) sfiderà il Fenerbahce.

L’altra partita di fascino dei quarti Champions è Psg-Barcellona: Ibrahimovic ritrova la sua ex squadra, anche se lo svedese ha ancora una giornata di squalifica da scontare (“speriamo l’Uefa accolga il nostro appello”, dice Leonardo) e dunque ci sarà solo al ritorno al Camp Nou. A differenza delle passate edizioni, questa volta il sorteggio non ha stabilito in anticipo anche gli incroci delle semifinali: per sapere come si affronteranno le ultime quattro squadre rimaste, si dovrà attendere l’esito delle due prossime partite, e un altro sorteggio, il 12 aprile.

Per ora, lo scontro Bayern-Juventus è chiaramente quello di maggior fascino della competizione.

“Sarà una grandissima battaglia”, assicura il membro del consiglio di amministrazione bianconero Pavel Nedved. “Il Bayern è una delle formazioni più temibili che ci potessero capitare”, aggiunge l’ex-pallone d’oro. “E’ già perla Juventusmotivo di grande orgoglio essere ancora presente ai quarti di finale, come unica rappresentante del calcio italiano. Dobbiamo vedere questa doppia sfida come una gioia dopo tanta, tanta sofferenza”.

Più della Juventus, il Bayern può contare su “una grande esperienza di gare a questo livello. Noi dobbiamo però affrontare queste partite a mente libera, con umiltà ma anche coscienti delle nostre qualità”, prosegue l’ex-centrocampista, per il quale “Juventus e Bayern si assomigliano per tenacia”. Anche per la situazione in classifica. Se i bianconeri hanno nove punti in più della seconda in Serie A, il Bayern dominala Bundesligacon addirittura 20 lunghezze di margine sul Borussia Dortmund.

Temibilissima in fase offensiva con i vari Ribery, Mueller, Gomez o ancora Robben, Mandzukic e Shaqiri, la squadra di Heynckes è meno impressionante in difesa. Conla Juve, salterà la gara di andata per squalifica il centrocampista spagnolo Javi Martinez.

Fra le altre gare di Champions, spicca quella fra il Paris Saint-Germain ‘italiano’ (Ancelotti, Verratti, Sirigu, e tanti ex della Serie A quali Ibrahimovic, Pastore, Lavezzi, Thiago Silva, Thiago Motta, Menez ed ora anche Beckham) ed il Barcellona. Anche se per il direttore sportivo parigino – ed ex-tecnico di Milan e Inter – Leonardo non ci sarà partita.

“Il Barcellona è la miglior squadra del mondo, sa far di tutto su un campo da gioco. Affrontarla con il ritorno al Camp Nou è il peggior sorteggio che ci sarebbe potuto capitare. Noi siamo ancora in fase di apprendistato”, spiega il brasiliano che spera in una riduzione della squalifica ad Ibrahimovic per permettere allo svedese di disputare entrambe le partite.

Gli altri due quarti di finale vedono il Real Madrid nettamente favorito sul Galatasaray, mentre quello fra Borussia Dortmund e Malaga si annuncia equilibrato.

In Europa League, singolare incrocio tra ‘puniti’ dell’Uefa: ma mentrela Laziodeve ancora disputare una gara a porte chiuse – proprio il ritorno dei quarti di finale – il Fenerbahce, che era stato sanzionato allo stesso modo, ha già scontato la pena.

“E’ un buon sorteggio”, afferma comunque il team manager laziale Maurizio Manzini, non poco orgoglioso del fatto chela Lazioè l’unico club italiano ancora in corsa su tre fronti. Attualmente terzo del campionato turco (a pari punti con il Besiktas, secondo, ed a quattro lunghezze dal leader Galatasaray), il Fenerbahce è allenato dal un ex-attaccante del club, Aykut Kocaman. Il brasiliano Webo ed il senegalese Sow sono i migliori marcatori. Il portoghese Raul Mereiles (ex-Chelsea) e l’olandese (ex-Liverpool) Kuyt garantiscono esperienza. Non mancano neppure gli ex del campionato italiano quali Krasic (Juventus), Ziegler (Sampdoria e Juve) e l’eterno Emre Belozoglu (Inter).

Nelle altre partite, il Chelsea ed il Tottenham partono nettamente con i favori del pronostico rispettivamente su Rubin Kazan e Basilea, mentre il Benfica sembra in grado di spuntarla sul Newcastle.