MO: Effetto Obama, Israele autorizza los sblocco dei fondi Anp

Pubblicato il 25 marzo 2013 da redazione

TEL AVIV  – Effetto Obama. A pochi giorni dalla visita del presidente Usa, il premier israeliano Benyamin Netanyahu ha annunciato di aver autorizzato la ripresa del ”trasferimento delle entrate fiscali” raccolte per conto all’Autorità nazionale palestinese (Anp) in base agli impegni degli accordi di pace di Oslo del 1993. Somme congelate per ritorsione da Israele lo scorso dicembre a causa della richiesta dell’Anp, poi accettata, di essere riconosciuta come stato non membro delle Nazioni Unite.

La decisione è stata presa da Netanyahu nella riunione del Gabinetto di sicurezza, di cui fa parte anche il nuovo ministro delle Finanze Yair Lapid che ha dato disposizioni affinchè il passaggio dei fondi sia ”immediato”. Una boccata di ossigeno per le dissestate casse dell’Anp che sembra sia stata resa nota solo ieri, alla vigilia della Pasqua ebraica (Pesach), quando Israele si ferma per due giorni, per evitare -secondo il quotidiano Haaretz – possibili reazioni da parte di deputati nazionalisti.

Si tratta del secondo ‘accomodamento’ gradito all’alleato americani da parte di Netanyahu dopo le scuse offerte pochi giorni fa al primo ministro turco, Recep Tayyip Erdogan, per la vicenda del sanguinoso assalto alla flottiglia di attivisti diretti a Gaza. Scuse criticate tuttavia dal ministro degli esteri in pectore Avigdor Lieberman, compagno di cordata del primo ministro al vertice della lista di destra che ha ottenuto la maggioranza relativa alle elezioni di gennaio, in quanto sarebbero ”un’ammissione di colpa” e avrebbero a suo dire ricadute demoralizzanti sui soldati di Israele.

L’iniziativa sul ripristino del flusso delle entrate fiscali all’Anp è giudicata comunque da diversi commentatori un altro dei riflessi positivi del viaggio del presidente Usa. Ma anche della pressione del segretario di Stato John Kerry avviata subito dopo la sua nomina e proseguita negli incontri di questi giorni nella regione sia col confermato premier israeliano e col presidente palestinese Abu Mazen (Mahmud Abbas). Una pressione che ha tenuto conto dell’appello lanciato dall’Anp – prima della visita di Obama – alla comunità internazionale in cui si sottolineava l’urgenza della situazione dell’amministrazione palestinese e il rischio di un ”collasso politico” nei Territori dovuto allo ”strangolamento fiscale” di Israele.

Netanyahu già lo scorso fine gennaio aveva rotto l’embargo sul congelamento delle tasse palestinesi autorizzando una rimessa, unica, di 100 milioni di dollari a causa della ”difficile situazione finanziaria” dei Territori occupati, nel timore di contraccolpi negativi anche nelle attività delle forze di sicurezza dell’Anp. Ma questo non ha modificato il quadro e nelle settimane scorse è aumentata la protesta popolare in Cisgiordania per le precarie condizioni economiche di molti, a cominciare dagli impiegati pubblici, pagati con il contagocce. La decisione del governo israeliano appare peraltro di diverso spessore, ripristinando il normale flusso finanziario delle tasse riscosse per conto dell’Anp. E a Ramallah si spera che possa produrre un po’ di sollievo reale.

Ultima ora

21:24Calcio:1-0 al Gremio, Real Madrid vince Mondiale club

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Il Real Madrid ha vinto il Mondiale per club battendo 1-0 (0-0) i brasiliani del Gremio nella finalissima giocata questa sera ad Abu Dhabi. Decisivo il gol di Cristiano Ronaldo su punizione all'8' della ripresa.

21:19Usa: Trump, con taglio tasse crescita fino al 6%

(ANSA) - WASHINGTON, 16 DIC - Donald Trump ha difeso oggi il testo della riforma fiscale concordata dai repubblicani respingendo le critiche che avvantaggerà più i ricchi che la middle class. La previsione del presidente è che l'economia Usa comincerà a volare dopo l'approvazione della legge, crescendo dall'attuale 3% al "4%, 5% e forse anche 6% alla fine".

21:11Leader estrema destra a Praga,no all’Ue in Europa del futuro

(ANSA) - PRAGA, 16 DIC - I leader dei partiti populisti dell'estrema destra europea, uniti oggi a Praga per discutere del futuro dell'Europa si sono impegnati a lavorare insieme per creare un nuovo modello di cooperazione continentale distante dal modello dell'Unione europea. Rivolgendosi ai partecipanti della conferenza Marine Le Pen, alla guida del Front National francese, ha definito l'Ue "una organizzazione disastrosa" che "sta uccidendo l'Europa". Geert Wilders, fondatore del partito anti-Islam olandese per la Libertà, ha proposto che l'Europa segua l'esempio del presidente Usa Donald Trump che ha imposto un bando sull'immigrazione da alcuni Paesi a maggioranza musulmana.

21:11Inaugurato primo Gufo Bar nel Bresciano, titolari minacciati

(ANSA) - BRESCIA, 16 DIC - E' stato inaugurato a Palazzolo sull'Oglio, nel Bresciano, il primo Gufo Bar in Italia, locale che espone gufi vivi. Dopo che i proprietari avevano ricevuto minacce, anche di morte, da gruppi di animalisti, all'apertura, avvenuta nel pomeriggio, non si sono registrate tensioni nonostante la presenza di un corteo animalista composto da una ventina di persone. Alla prima mancavano però proprio i gufi. "Abbiamo temuto tensioni e quindi la scelta è stata quella di non esporre gli animali" hanno detto i titolari del bar di Palazzolo sull'Oglio. "Non rinunciamo al nostro progetto, ma vogliamo comunque verificare bene cosa dica la legge sulla presenza di animali nei locali. I nostri gufi - hanno aggiunto - sono nati, cresciuti in cattività e regolarmente registrati. Agli animalisti che minacciano di entrare nel locale per liberare i gufi diciamo che, se liberati, gli animali morirebbero".

21:10Pd: Renzi al lavoro su liste, i migliori nei collegi

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Matteo Renzi ha avviato, a quanto si apprende, il lavoro per definire le candidature con un giro di contatti e telefonate anche con Andrea Orlando e Michele Emiliano. La strategia elettorale è di mettere i candidati più forti alla guida dei collegi, ad esempio Renzi a Firenze centro; il premier Paolo Gentiloni a Roma 1; Dario Franceschini a Ferrara e proporzionale in Basilicata; Andrea Orlando a La Spezia, prevedendo anche la candidatura nel proporzionale; Marco Minniti nel collegio a Reggio Calabria e nel proporzionale in Veneto. Per Orlando probabile collegio a La Spezia e proporzionale in Calabria. Per Del Rio collegio di Reggio Emilia o Bolzano e proporzionale in Sardegna. La strategia, spiegano fonti del Nazareno, è mettere in campo nei collegi i candidati migliori e radicalizzare lo scontro con il M5S come dimostrano le polemiche di questi giorni su 80 euro, Europa e pensioni.

20:36Scuola: ‘bottone rosso’e Carta diritti, novità alternanza

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Un "bottone rosso" (digitale) che gli studenti in alternanza scuola-lavoro potranno usare per segnalare eventuali criticità. Una Carta dei diritti e dei doveri per chi è impegnato in questa attività didattica "innovativa". E ancora, un osservatorio istituito al Ministero dell'istruzione con il compito di produrre ogni anno - il primo sarà a giugno 2018 - un report su quanto fatto. Si rafforza con gli Stati generali, oggi al Miur, e con l'introduzione di questi nuovi strumenti, l'alternanza scuola-lavoro che la legge 107 ha reso obbligatoria per gli studenti del triennio delle superiori. L'obiettivo, ha ribadito la ministra Valeria Fedeli, è offrire ai ragazzi, con il contributo di tutte le parti, "le garanzie per un sistema con più qualità, trasparenza e responsabilità". Un sistema che, secondo il sottosegretario Gabriele Toccafondi, ha ancora luci e ombre, ma che mira a far crescere e formare la persona. A puntare il dito sulle ombre sono stati l'Unione degli studenti e il Fronte della gioventù comunista.

20:35Droga: in autocisterna vino 700 chili cocaina e hashish

(ANSA) - TORINO, 16 DIC - Nell'autocisterna del vino erano nascosti 700 chili di cocaina e hashish. E' la scoperta fatta dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Torino, in collaborazione con i colleghi di Cagliari - dove è iniziata l'indagine - che hanno arrestato due italiani di 30 e di 32 anni. L'autocisterna è stata fermata all'interno di un capannone di Moncalieri, alle porte di Torino. Una volta travasato il vino rosso, dentro la cisterna sono saltate fuori delle casse metalliche con all'interno lo stupefacente. Il mezzo è stato sequestrato. Le indagini proseguono nel massimo riserbo per stabilire la provenienza della droga e identificare i complici dei due arrestati. (ANSA).

Archivio Ultima ora