L’incertezza politica preme sullo spread. Bocciatura Moody’s?

Pubblicato il 28 marzo 2013 da redazione

ROMA  – L’incertezza politica italiana mette sotto pressione lo spread e frena Piazza Affari, mentre resta lo spettro di una imminente bocciatura dell’Italia da parte di Moody’s. Il differenziale tra Btp e Bund è volato fino a quota 360 punti base, ai massimi da settembre scorso, per poi ripiegare e chiudere sotto la soglia dei 350 punti (347).

La Borsa di Milano ha chiuso debole (-0,10%), in controtendenza rispetto alle altre piazze del Vecchio Continente. Alla vigilia del lungo ponte pasquale, sui mercati ha regnato la volatilità in un giorno cruciale per Cipro dove le banche hanno riaperto i battenti dopo 12 giorni di black-out. Non c’è stato panico e la prospettiva di una soluzione ‘ordinata’ dell’esplosiva crisi bancaria cipriota ha fatto tirare un momentaneo sospiro di sollievo.

Le Borse europee – complice anche la revisione al rialzo del Pil Usa che ha spinto l’indice S&P 500 a nuovi record – hanno tentato il rimbalzo con guadagni vicini al punto percentuale per poi rallentare il passo. Francoforte ha chiuso vicino la parità (+0,08%); Parigi a +0,53%; Londra a +0,38% e Madrid a +0,25%. Piazza Affari ha perso quota nel finale, bruciando il rialzo di circa l’1% messo a segno a metà seduta, appesantita soprattutto dall’attesa per la missione di Bersani al Quirinale. Al pari di Moody’s, anche il Fmi ha detto di monitorare da vicino gli sviluppi politici in Italia che ha bisogno di ”un governo stabile” e ”deve andare avanti con il risanamento e le riforme”.

 

Ocse: ripresa dell’Italia incerta

L’uscita dell’Italia dalla recessione, arrivata al diciottesimo mese consecutivo, rischia di slittare. E anche per il 2014 il quadro potrebbe essere meno roseo di quanto previsto dal governo. A mettere in forse le stime dell’esecutivo, che danno un -1,3% di Pil per il 2013 con crescita positiva nel secondo semestre e un +1,3% per il 2014, non sono i soliti economisti delle banche di investimento nè le agenzie di rating. Sono invece Ocse, Bankitalia e Istat, fonti autorevoli e accreditate, che fotografano un’economia che ancora non riesce a risollevarsi e (salvo Bankitalia) fanno slittare la ripresa al 2014: il governo uscente la prevede per quest’estate, le stime precedenti la davano per il 2012.

Enrico Giovannini, il presidente dell’Istat, oggi ha avvertito: ”non si può escludere che gli elementi di incertezza esistenti, con riferimento sia allo scenario politico sia a quello economico, incidano sfavorevolmente sulle decisioni di consumatori e imprese, con conseguente rinvio delle decisioni di spesa”. E così ”il risultato annuale in termini di contrazione del Pil potrebbe essere ulteriormente peggiore di quanto attualmente previsto, con una ripresa congiunturale del prodotto confinata all’ultimo trimestre dell’anno o rinviata al primo scorcio del 2014”.

La vede in modo simile l’Ocse, che nel suo interim report prevede per l’Italia un Pil in calo sia nel primo trimestre (-1,6%) che nel secondo (-1%), caso unico fra le economie del G7. Pier Carlo Padoan, l’italiano vice-segretario generale e capo economista dell’organizzazione parigina, esclude un contagio dalla crisi di Cipro ma spiega: per l’Italia ”si conferma una crescita generalmente negativa quest’anno, ma si tratta di una recessione che si sta avviando alla fine con un ritorno alla crescita positiva fra la fine di quest’anno e l’inizio del prossimo”.

Per la Banca d’Italia il -1,3% previsto dal governo per il 2013 (rivisto di recente da una stima pari a -0,2% ormai accantonata) è ”sostanzialmente in linea” con le previsioni di Ue e analisti privati. Ma le stime del Tesoro per il 2014 ”risultano piu’ ottimistiche per oltre mezzo punto percentuale”, avverte Via Nazionale, che teme l’impatto delle ”tensioni sui mercati internazionali”. Un peggioramento del Pil rischia di influire negativamente sul percorso di rientro del deficit, anche se c’è chi, come Goldman Sachs, è convinto che i Btp italiani stiano scontando uno scenario politico catastrofico che potrebbe non verificarsi: una possibile alleanza Pd-Pdl – scrive la banca d’affari americana – farà scattare un rally dei titoli italiani: meglio comprarli ora, lo spread scenderà a 275 (oggi e’ in zona 350). Mentre il Fondo monetario internazionale torna a chiedere un ”governo stabile” e ”segue da vicino” gli sviluppi nella Penisola, ad aumentare la pressione su Roma ci si mette la possibile scure delle agenzie di rating. Dopo il taglio del rating da parte di Fitch, a muoversi potrebbero ora essere Standard & Poor’s e Moody’s, rischiando di aumentare ulteriormente la spesa per interessi. Per tutte e tre, il giudizio sull’Italia dipenderà dalle prospettive di crescita. La speranza à appesa alla possibilità di un governo stabile che eviti le elezioni anticipate e rilanci il Pil, una prospettiva per ora avvolta dalla nebbia.

Ultima ora

21:15‘Boicotta Espresso’, ma blitz Forza Nuova fallisce a Torino

(ANSA) - TORINO, 12 DIC - Avevano in programma un'azione dimostrativa sotto la redazione torinese del quotidiano La Repubblica, simile a quella effettuata a Roma lo scorso 6 dicembre, i militanti di Forza Nuova che ieri sono stati fermati dalla polizia a Torino. Gli investigatori della Digos hanno intercettato il corteo, non autorizzato, prima che arrivasse in via Lugaro, sede del giornale, e i manifestanti si sono allontanati. Secondo quanto appreso, l'intenzione di Forza Nuova era quella di appendere uno striscione con la scritta 'Boicotta il Gruppo Espresso'. (ANSA).

21:12Calcio: 3-2 alla Sampdoria, Fiorentina ai quarti

(ANSA) - FIRENZE, 13 DIC - La Fiorentina ha battuto 3-2 la Sampdoria negli ottavi di Coppa Italia. Nei quarti affronterà la vincitrice di Lazio-Cittadella, in programma domani sera allo stadio Olimpico di Roma. Viola in vantaggio già al 2' grazie a Babacar. Il pareggio ligure lo firma Barreto a cinque minuti dall'intervallo. Nella ripresa l'arbitro Rosario Abisso, di Palermo, diventa protagonista fischiando tre rigori, due con l'ausilio della Var. Il primo lo trasforma Veretout, il secondo - quello del 2-2 - è opera di Ramirez al 32'. Al 90' ancora Veretout sul dischetto. Il francese non sbaglia battendo Puggioni con grande freddezza. Per la Samp anche un clamoroso palo colpito da Caprari su punizione.

21:10Calcio: Baldissoni “Roma patrimonio collettività,è una fede”

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "La storia della Roma ha un inizio, ma è senza fine. Questa squadra è patrimonio di una collettività e racchiude il capitale emotivo di una comunità. Parliamo di una storia che si aggiorna quotidianamente, perché le emozioni non muoiono mai. La Roma è una fede, una famiglia, è parte di tutti noi e lo sarà per sempre". Così il dg della Roma, Mauro Baldissoni, nel corso della presentazione del libro 'Dimmi cos'è', pubblicato per celebrare i 90 anni del club giallorosso. Il volume, a cura di Tonino Cagnucci e Luca Pelosi (casa editrice Skira), ripercorre la storia della Roma con illustrazioni, disegni d'autore, fotografie inedite. "Da quando è arrivata la nuova proprietà è stato creato un dipartimento dedicato all'archivio storico. Abbiamo fatto un lavoro incessante negli anni, recuperato e organizzato centinaia di migliaia di documenti, foto e oggetti - sottolinea Baldissoni -. Questo grande sforzo di raccolta è stato ora messo su carta, è fruibile da tutti e ne siamo estremamente orgogliosi".

21:09Uccise ladro: condannato a nove anni e quattro mesi

(ANSA) - BRESCIA, 13 DIC - La Corte d'Assise di Brescia ha condannato a 9 anni e 4 mesi per omicidio volontario Mirco Franzoni, il 33enne che la sera del 14 dicembre 2013 a Serle, nel Bresciano, uccise in strada con un colpo di fucile ravvicinato il ladro di origine albanese Eduard Ndoj, che era entrato nell'abitazione del fratello. Il pm aveva chiesto 16 anni, sempre per omicidio volontario.

20:59Nuoto: Europei 25 metri, Scozzoli vince l’oro nei 50 rana

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Due medaglie per l'Italia nella prima giornata di gare dei campionati europei di nuoto in vasca da 25 metri, in corso a Copenaghen. L'azzurro Fabio Scozzoli ha chiuso al primo posto la gara dei 50 rana con il tempo di 25"62, nuovo record europeo, che sottrae dieci centesimi al limite che lui stesso aveva stabilito nel 2013 in coppa del mondo a Berlino. Ha preceduto il russo Kirili Progoda, medaglia d'argento, e il britannico Adam Peaty, bronzo. La seconda medaglia è d'argento, conquistata dagli staffettisti della 4x50 stile libero. Luca Dotto, Lorenzo Zazzeri, Alessandro Miressi e Marco Orsi hanno chiuso in 1'23''67, dietro ai russi che si impongono in 1'23''23.

20:48Brasile: stampa, Temer in ospedale per serie esami urologici

(ANSA) - SAN PAOLO, 13 DIC - Il presidente del Brasile, Michel Temer, si sottoporrà oggi a una serie di esami urologici presso l'ospedale Sirio-libanese di San Paolo: lo rende noto la stampa locale. Il ricovero - precisano i media - era previsto per venerdì, ma sarebbe stato anticipato ad oggi su consiglio del medico curante del capo di Stato, il cardiologo Roberto Kalil Filho. Temer, che ha 77 anni, a fine ottobre aveva già subito un intervento chirurgico alla prostata.

20:42Biotestamento: ok art.3 sulle Dat con 158 sì, 62 no

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Passa nell'Aula del Senato l'articolo 3 del disegno di legge sul biotestamento. Un altro punto nodale del testo che riguarda le Dat, cioè le "disposizioni anticipate di trattamento". La norma passa con 158 sì, 62 no e 10 astenuti.

Archivio Ultima ora