La grande festa di Maggio

Pubblicato il 16 aprile 2013 da redazione

PRATOLA PELIGNA:- Tanti sono in Venezuela e in tanti altri paesi del mondo, i connazionali originari di Pratola Peligna, ridente cittadina abruzzese che si stende nella conca Peligna. Come sempre accade all’interno delle nostre collettivitá abitudini e tradizioni della terra d’origine si tramandano di generazione in generazione e permangono con tanta o piú forza di quanto avvenga in Italia. I nostri pionieri sanno bene quanto siano importanti le radici e lo sanno anche i loro figli e nipoti.

Tra le tradizioni piú amate dai pratolani sia quelli che vivono in Italia sia quelli che risiedono all’estero c’é senza dubbio quella della Madonna della Libera.

Racconta la leggenda, che durante una epidemia di peste, avvenuta nell’anno 1456, un umile contadino sognò con la Madonna liberatrice che gli annunciava la fine della terribile epidemia.

Quando l’uomo aprì gli occhi, completamente sveglio, tra le rovine di una chiesa dove s’era rifugiato, diresse lo sguardo verso una commovente bellissima immagine dipinta della Vergine Maria, implorandola con intenso amore: “Madre, liberaci!”. Poi, l’epidemia che aveva falciato tante vittime cessò e l’immagine della venerata Madonna fu trasportata in paese e collocata nella nuova chiesa appositamente eretta per ospitarla, venerarla e ringraziarla dei tanti miracoli ricevuti.

Un mese per celebrare
A Pratola Peligna i festeggiamenti in onore della Madonna della Libera durano praticamente per tutto il mese di Maggio, anche se il clou è rappresentato dalla prima domenica del mese. Essi vengono di fatto iniziati il pomeriggio del venerdi precedente la prima domenica di Maggio, con l’arrivo della “compagnia” di Gioia dei Marsi. La mattina del sabato, in una atmosfera di indescrivibile phathos, c’è l’esposizione della statua della Madonna. E’ un rito che si ripete da sempre e che da sempre suscita le stesse profonde emozioni nei fedeli presenti. Dopo la Messa, officiata dal Vescovo di Valva e Sulmona, si svolge una limitata processione al Rione Valle Madonna. La prima domenica di Maggio, con l’arrivo di tanti tanti altri devoti, Pratola offre uno spettacolo indescrivibile di vita festosa, di movimento frenetico, di bancarelle che espongono e vendono le cose più diverse, in un andirivieni di gente che stordisce. La domenica mattina, i membri del Comitato dei Festeggiamenti, con gli onori della banda musicale, si recano prima a prelevare il Presidente del comitato feste e poi la “Mastra”, che viene solennemente accompagnata fino al Santuario dove si celebra la Messa. Al pomeriggio, grande processione per tutto il paese. I festeggiamenti si concludono la domenica quando le ombre della sera mettono in rilievo la fastosità delle luminarie, poste lungo le strade, ed il palco in Piazza Garibaldi, su cui piú tardi si esibisce il tradizionale concerto bandistico. Per l’ottavario, il sabato pomeriggio si ripete l’esposizione della statua della Madonna, particolarmente riservata ai pratolani con una breve processione all’interno del Santuario. Purtroppo, il Santuario tanto amato dai fedeli ha sofferto varie lesioni a causa del terremoto avvenuto nella Regione Abruzzo lo scorso 6 aprile del 2009. Possiamo renderci conto dei danni, observando varie crepe nelle mura e la caduta di alcuni pezzi della cupola.
La domenica seguente, poi, si svolge una processione, che ogni anno tocca un rione in cui non è passata la processione della prima domenica. Nei giorni dell’ottavario hanno luogo interessanti manifestazioni religiose, civili e culturali, con concerti musicali in cui si esibiscono cantanti o complessi musicali d’attualità. Le feste pratolane di maggio sono da tempo un importante punto di riferimento, a livello sia religioso che profano. Fra quelli che ne hanno scritto, va ricordato in modo particolare Thomas Ashby, nel suo Festivals in the Abruzzi, 1918-1919.

Anche in Venezuela
Evviva la Madonna della Libera!
CARACAS:- La nostra collettivitá si prepara a celebrare come ogni anno la Madonna della Libera la prossima domenica 19 maggio nella Chiesa Madonna di Pompei.

Il programma prevede la Santa Messa alle 10,30, seguita dalla Processione alle 11,30.

Di ritorno dalla Processione per tutti i pratolani e i loro amici sono previsti deliziosi spuntini tradizionali come la famosa pizzella o i panini di porchetta e poi balli e musica folcloristica regionale dell’Abruzzo.

Come sempre in questi casi alla devozione religiosa si unisce il piacere di stare insieme, di ritrovarsi fra amici e di farne di nuovi.

Proprio per questo invitiamo tutti a partecipare in allegria.

Giusi Liberatore

Ultima ora

06:47Kashmir: giornalista francese arrestato da polizia India

NEW DELHI - Un giornalista televisivo francese, Paul Edward Comiti, e' stato arrestato dalla polizia indiana a Srinagar, capitale dello Stato di Jammu & Kashmir, per violazione del regolamento sui visti dato che, disponendo di uno di tipo business stava pero' realizzando un documentario sugli abitanti feriti nelle manifestazioni con fucili a pallini delle forze di sicurezza. Lo riferisce il portale Kashmir Watch.

06:42Corea Nord: manovre anti-missile di Seul, Tokyo e Usa

PECHINO - Corea del Sud, Usa e Giappone hanno dato il via alla due giorni di manovre congiunte finalizzate alla rilevazione di missili nemici, nel mezzo delle tensioni legate alla minaccia balistica e nucleare di Pyongyang. Il teatro delle operazioni, ha reso noto il Comando di Stato maggiore di Seul, sono le acque tra la penisola coreana e il Giappone.

06:33Molestie: Haley, ascoltare donne che accusano Trump

NEW YORK - Le donne che hanno accusato Donald Trump di molestie sessuali dovrebbero essere ascoltate: la sorprendente affermazione arriva da uno dei pilastri della stessa amministrazione Trump, Nikki Haley, ambasciatrice americana all'Onu. Haley rompe cosi' con la posizione della Casa Bianca, secondo cui le accuse al tycoon sono false e vanno archiviate.

01:31Calcio: Maradona a Calcutta per match di beneficienza

(ANSA) - NEW DELHI, 11 DIC - Più volte rinviato, è finalmente cominciato oggi un viaggio di Diego Maradona nella metropoli indiana di Kolkata (Calcutta), dove si tratterrà per tre giorni, impegnato in una serie di attività di beneficienza. I continui spostamenti di data della sua visita hanno fatto sì che oggi a riceverlo nella capitale dello Stato di West Bengala vi fossero quasi solo giornalisti e responsabili locali, ma non molti tifosi. Nella sua precedente visita che risale a nove anni fa, l'aeroporto cittadino fu preso d'assalto da migliaia di tifosi che lo acclamarono in strada fino ad oltre la mezzanotte. Gioviale e rilassato, Diego ha salutato con la mano i presenti prima di entrare insieme con la fidanzata Rocio Oliva nell'auto che lo ha portato in un hotel del centro che aveva approntato per lui una suite 'Diego Maradona'. Gli organizzatori si sono impegnati particolarmente nel decoro della suite, le cui pareti mostrano passaggi centrali della vita del calciatore.

00:54Calcio: Donadoni’C’è tanta rabbia, ci manca sempre qualcosa’

(ANSA) - ROMA, 10 DIC - "Abbiamo preso il secondo gol nel momento in cui il Milan era forse nel peggior momento: siamo stati ingenui ed è un peccato, perché in più di un'occasione siamo andati vicini al gol''. A Premium Sport l'allenatore del Bologna Roberto Donadoni non nasconde l'amarezza le occasioni sprecate: ''C'è tanta rabbia, prestazioni come questa non possono equivalere a zero punti, ma ci manca sempre qualcosa. Non c'è nessun complesso nei confronti delle big: forse a volte siamo eccessivamente preoccupati di quello che possono creare, ma se andiamo a vedere le partite che abbiamo giocato con le grandi non mi sembra ci siano state situazioni di superiorità da parte loro. Dobbiamo lavorare sul profilo mentale e anche su quello tecnico: un controllo fatto bene o fatto male si traduce in un'occasione colta o sprecata e quindi in una partita vinta o persa. Dobbiamo essere più centrati su noi stessi''.

00:48Calcio: Gattuso “strada ancora lunga, difesa da migliorare”

(ANSA) - ROMA, 10 DIC - "Dobbiamo ancora migliorare, specie in difesa, perché il Bologna ci ha messo in difficoltà. Ma devo ringraziare i ragazzi per la vittoria, per la mentalità e per lo spirito di sacrificio: mi tengo la prestazione e il risultato, ma dobbiamo ben tener presente che la strada è ancora lunga". Così l'allenatore del Milan, Gennaro Gattuso, dopo la vittoria a San Siro sul Bologna. Il tecnico ha elogiato il match winner Bonaventura: "Ha grandissima qualità. Sa fare gol, si sa inserire. Credo sia uno dei centrocampisti migliori d'Italia, deve migliorare un pochino sul fisico". Una battuta sul suo comportamento a bordo campo: "Le partite le sento tantissimo, pure quando gioco a calcio balilla con mio figlio, ma certo su questa di panchina è ancora più emozionante. Il Milan è la mia seconda pelle".

00:32Calcio: Spagna, Suarez-Messi, Barcellona sbanca a Villarreal

(ANSA) - ROMA, 10 DIC - Il Barcellona torna alla vittoria in Liga dopo due pareggi superando 2-0 in trasferta il Villarreal, alla terza sconfitta di fila. Restano cinque i punti di vantaggio della capolista sul Valencia, vittorioso ieri sul Celta Vigo, e sei sull'Atletico Madrid, che in un altro incontro domenicale della 15/a giornata è andato a vincere 1-0 a Siviglia sul campo del Betis. A Villarreal, i blaugrana hanno sbloccato il risultato solo nella ripresa, con le reti di Luis Suarez al 27' e Messi al 38', con l'argentino che porta così a 14 centri il bottino personale in campionato. Il Barcellona ha ancora un vantaggio di 8 punti sul Real Madrid, che prima del Clasico del 23 dicembre, forse l'ultima occasione per rientrare in corsa per il titolo, andrà in trasferta in settimana negli Emirati per la semifinale, e probabilmente la finale, del Mondiale per club.

Archivio Ultima ora