Destro stende l’Inter, sarà derby in finale

MILANO – Sarà il derby della Capitale ad assegnare l’edizione 2013 della Coppa Italia. A San Siro, nella semifinale di ritorno, la Roma bissa il successo dell’andata (2-1) contro l’Inter e vola in finale, dove il prossimo 26 maggio sfiderà i “cugini” della Lazio: nel 3-2 finale brilla la stella di Mattia Destro, che con una doppietta trascina i giallorossi al successo.
L’Inter, praticamente senza attacco per gli infortuni di Milito, Cassano e Palacio e orfana degli squalificati Pereira e Guarín, perde nel riscaldamento anche Cambiasso: Stramaccioni avanza Zanetti a centrocampo, schierando Jonathan esterno destro difensivo. La Roma recupera invece De Rossi, infortunatosi dopo il derby, mentre al centro dell’attacco Destro sostituisce lo squalificato Osvaldo.

La prima chance è per la squadra di Andreazzoli. Alessandro Florenzi crossa per l’inserimento di Marquinho, anticipato in uscita da Handanovic. Al 22’, però, è l’Inter a passare in vantaggio, con una bellissima azione tutta in velocità: Jonathan scambia prima con Ricky Álvarez e poi con Rocchi e con un preciso piatto destro supera Stekelenburg. L’1-0 sposta l’ago della bilancia-qualificazione dalla parte dei Nerazzurri, che sfiorano subito il raddoppio con lo stesso Rocchi.
La Roma, subìto il colpo, si riorganizza e prima dell’intervallo va più volte vicina al pareggio. Marquinhos, con un tiro dal limite deviato da Samuel, mette i brividi ad Handanovic, che poi si supera prima sulla conclusione ravvicinata di Destro, poi su quella di Florenzi, servito dallo stesso attaccante. Nella ripresa Andreazzoli sostituisce Florenzi con Balzaretti, ma la Roma continua a peccare di precisione sotto porta.

Totti sfiora l’1-1 con un gran tiro dal limite, poi ha la palla buona Torosidis, che però indugia troppo e viene fermato in tackle da Samuel. Al 55’, però, arriva il pareggio. Lamela serve benissimo nello spazio Destro, che con un tocco sotto scavalca Handanovic e insacca. Per l’Inter è tutto da rifare, ma la Roma diventa con il trascorrere dei minuti padrona del campo. Al 69’ De Rossi verticalizza per Balzaretti, che serve a Destro una palla da spingere soltanto in rete: 2-1 per i Giallorossi.

Al 74’ arriva il terzo gol della squadra di Andreazzoli, a segno con il greco Torosidis che dopo un “sombrero” a un avversario sorprende Handanovic con un gran tiro dal limite. Il gol dell’argentino Álvarez, uno dei migliori nell’Inter, serve solo a rendere meno pesante il passivo per la squadra di Stramaccioni. I Nerazzurri vedono sfumare un altro obiettivo; vola la Roma, e sarà la prima finale-derby con la Lazio.

Condividi: