Rissa nell’Assemblea Nazionale feriti nove parlamentari

CARACAS:- Il clima all’interno dell’Assemblea Nazionale è diventato teso fin dal momento in cui il Presidente Diosdato Cabello ha annunciato ai parlamentari dell’opposizione che non avrebbe concesso loro il diritto di parola fino a quando non avessero riconosciuto Nicolàs Maduro come legittimo Presidente.

In base a questa stessa motivazione i parlamentari che non sono vicini al governo e detenevano la presidenza di alcune commissioni sono stati estromessi dal loro incarico.

Le prime avvisaglie di un possibile deterioramento della situazione e di uno sbocco violento si è avuta quando il deputato di opposizione William Davila è stato ferito a seguito di una colluttazione lo scorso 16 aprile.

Ieri, i deputati dell’opposizione non potendo prendere la parola, hanno fatto apparire uno striscione nel quale esprimevano il proprio dissenso e hanno risposto al silenzio obbligato con fischietti vari.

La rissa che si è conclusa con 9 parlamentari di opposizioni feriti non è stata registrata dalle cineprese dell’Assemblea che erano fisse sullo scudo nazionale.

I parlamentari di opposizione chiedono l’intervento dei parlamenti del Mercosur e di Unasur ma al tempo stesso sono accusati dai colleghi di governo di aver dato il via alla lite.

 

Condividi: