Finale al cardiopalma nella Primera División

CARACAS – Due giornate di fuoco nel Torneo Clausura della Primera División, dove anora si devono emettere tanti verdetti. Tutto in 15 giorni, la lotta per lo scudetto vede quattro protagoniste: Trujillanos, Zamora, Anzoátegui e Deportivo Lara, in quello che si preannuncia un finale da thrilling.

I ‘guerreros de la Montaña’ hanno nelle loro mani la possibilità di fare un doppio sgambetto e balzare in vetta. Infatti, le ultime due gare del Trujillanos saranno contro Zamora (in casa) e Deportivo Anzoátegui (in trasferta). Se la compagine andina vincesse le due gari restanti, avrà grosse opportunità di vincere il Clausura, tutto dipenderà dai risultati del Deportivo Lara (entrambe sono a pari punti, in caso di parità bisognerà controllare la media gol all’ultima giornata).
Attualmente, il favorito ad aggiudicarsi il torneo è il Zamora. La squadra allenata da Sanvicente guida la classifica a pari merito con il Danz, ma ha a suo favore una differenza reti di +17, rispetto al +8 degli orientales. I bianconeri, giocheranno domenica sul campo del José Alberto Pérez, che ha anche soprannome di ‘El Cementerio de los Grandes’, per questo motivo dovranno stare attenti a non lasciare punti preziosi. All’ultima giornata, i pupilli di Sanvicente ospiteranno il già salvo Estudiantes de Mérida. L’ultima volta che la squadra llanera ha vinto un torneo è stato il Clausura 2011, quando poi persero la finale per il titolo contro il Deportivo Táchira.

Il Deportivo Anzoátegui, è già sicuro che giocherà la finale per il ‘título’, ma sicuramente non vorrà passare per il doppio confronto per decidere se vincerà la stella che vale il campionato. La compagine orientale dopo aver lottato durante tutto il campionato non vorrá tirare i remi in barca giusto nello sprint finale. Questo weekend giocheranno in trasferta contro il Real Esppor e poi ospiteranno il Trujillanos, il Danz ha a suo favore un record di 24 gare cosecutive senza ko tra le mura amiche. Nella mente dei tifosi aurirojos sta risuonando da un bel po la parola ‘triplete’, un evento inedito nella storia del calcio criollo da quando esiste il formato ‘Apertura-Clausura’.

L’altra compagine con chance di vincere lo scudetto è il Deportivo Lara, ma giocherà contro due rivali complicati come il Deportivo Táchira (in trasferta) e Mineros (in casa).

Situazione complicatissima per la permanenza in Primera División. Dando per spacciato il Monagas, deve scendere in Segunda División un’altra squadra. Se la lotta fino a qualche giornata fa sembrava ristretta a Yaracuyanos, Estudiantes e Portuguesa, ora è clamorosamente rimasto invischiato anche lo Zulia, reduce da una sola vittoria nelle ultime sei gare. Se non bastasse la squadra lagunare vivrà ora due giornate da brividi, contro il Llaneros in trasferta e lo scontro diretto col Yaracuyanos.

Il Yaracuyanos ha un calendario veramente proibitivo e sembra essere in “riserva”, giocherà prima contro El Vigía e poi contro Zulia. L’Estudiantes è in crescita, ha ritrovato lo forza fisica, ma deve ospitare l’Aragua ed andare a Barinas per giocare contro il Zamora in piena lotta scudetto.

Questo fine settimana il calendario della primera división sarà il seguente: Real Esppor-Dvo. Anzoátegui, Mineros-Portugue­sa, Táchira-Lara, Monagas-Ca­ra­­cas, Trujillanos-Zamora, Yara­cuyanos-El Vigía, Llaneros-Zulia, Petare-Atlético Venezuela, Estudiantes-Aragua.

Fioravante De Simone