GIRO – Impresa Navardauskas sul Vojont, Nibali mantiene la maglia rosa

Pubblicato il 15 maggio 2013 da redazione

PORDENONE – Ramunas Navardauskas si è aggiudicato la tappa ‘della memoria’, che ha permesso al 96º Giro d’Italia di ciclismo di ricordare una delle ferite più profonde e dolorose dell’Italia del dopoguerra: la tragedia del Vajont, a quasi cinquant’anni di distanza. Ma non solo: ha permesso a Vincenzo Nibali di conservare la maglia rosa, cosa che peraltro era nelle previsioni della vigilia. E’ stato anche il giorno del doping del francese Sylvain Georges, fermato alla partenza di Tarvisio, per presunto uso di Heptaminolo.

Passano i giorni e il siciliano resta sul tetto della classifica, a guardare tutti dall’alto. In classifica generale é rimasto tutto come prima, a parte qualche piccolo passo avanti dello spagnolo Intxausti. Notevole, tuttavia, l’impresa del lituano dal nome quasi impronunciabile, Ramunas Navardauskas, classe 1988, che ha rinnovato come meglio non avrebbe potuto il proprio feeling con il Giro. Già l’anno scorso, grazie al successo della Garmin-Sharp nella cronosquadre a Verona – che seguiva la lunga ‘gita’ fuoriporta in Danimarca – aveva vestito per un paio di giorni la maglia rosa, cedendola poi nella tappa di Porto Sant’Elpidio.

Navardauskas ha costruito la propria impresa al km 71, entrando nella fuga giusta assieme ad altri 19 colleghi: Bonnafond (Ag2r), Rodriguez (Androni), Pirazzi (Bardiani), Martens (Blanco), Oss (Bmc), Sarmiento (Cannondale), Duque (Colombia), Le Bon (Fdj), Gusev (Katusha), Cobo (Movistar), Pauwels (Lotto), Keukeleire (Orica), Popovych (Radioshack), Puccio (Sky), Gretsch (Argos-Shimano), Petrov (Saxo-Tinkoff), Veuchelen (Vacansoleil), Di Luca (Vini-Fantini), Egoi Martinez (Euskaltel).

I fuggitivi hanno cominciato a guadagnare secondi chilometro dopo chilometro, fino a toccare quasi +6′ sul gruppo della maglia rosa che ha controllato in scioltezza la situazione, al riparo da rischi o possibili trappole.

Sul Gran premio della montagna, a Sella Ciampigotto (1.790 metri d’altezza), il gruppetto in fuga passa compatto, ma è nella successiva discesa che scoppia la bagarre, con il tedesco Gretsch che allunga e fa il vuoto alle proprie spalle. Dopo Pieve di Cadore, il vantaggio del corridore della Argos-Shimano tocca quasi 2′, perché fra gli altri 19 che inseguono non c’é accordo. Ci pensa Di Luca a rompere gli indugi: l’abruzzese parte in quarta, ma viene quasi subito raggiunto da Daniel Oss e appunto Navardauskas, che successivamente lo staccano, riacciuffando invece la testa della corsa. Patrick Gretsch molla e i due proseguono la marcia verso il traguardo, mentre a debita distanza il gruppo di Nibali cotrolla: sulla salita della diga del Vajont, Navardauskas ingrana la marcia e scatta a denti stretti, staccando anche Oss, che dovrà accontentarsi del secondo posto, quindi vola verso un successo strepitoso, conquistato in una tappa senza fuochi d’artificio – almeno per quanto riguarda la lotta per la rosa – e ha confermato la solidità dell’Astana, la squadra di Nibali.

Non ha fatto notizia l’arrivo in grave ritardo di Hesjedal, vincitore del Giro dell’anno scorso, ma fa riflettere il caso di positività di Sylvain Georges, francese dell’Ag2r, che stamattina non ha preso il via da Tarvisio, dopo che il laboratorio dell’Acquacetosa, a Roma, ha trovato tracce di Heptaminolo nel suo organismo, in seguito a un controllo al quale è stato sottoposto il 10 scorso, al termine della tappa di Pescara, vinta da Hansen. Una storia senza lieto fine, nell’attesa delle controanalisi.

Ultima ora

13:38Barcellona: Comitato sicurezza a Milano, rafforzate misure

(ANSA) - MILANO, 19 AGO - A Milano rafforzate ulteriormente le misure di sicurezza in seguito all'attentato di Barcellona: sono state posizionate nuove barriere agli accessi laterali della Galleria Vittorio Emanuele, accanto a piazza Duomo, e presto ne arriveranno altre nella zona della Darsena e dei navigli. Lo ha riferito la vicesindaco Anna Scavuzzo al termine del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza convocato in Prefettura dopo l'attacco di Barcellona. "Ci stiamo concentrando sul Duomo e sulla Galleria e stiamo facendo le verifiche per il posizionamento dei new jersey in Darsena e Navigli" ha precisato.(ANSA).

13:21Terrorismo: Viminale, espulsi 3 stranieri

(ANSA) - ROMA, 19 AGO - Due cittadini marocchini ed un cittadino siriano sono stati espulsi dal territorio nazionale per motivi di sicurezza. Lo rende noto il Viminale. Con questi rimpatri, 70 nel solo 2017, salgono a 202 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi con accompagnamento nel proprio Paese dal gennaio 2015 ad oggi.

12:53Calcio: Genoa, Juric ‘l’obiettivo è la salvezza’

(ANSA) - GENOVA, 19 AGO - L'obiettivo è la salvezza, è questa la realtà". Lo ha detto l'allenatore del Genoa Ivan Juric nella conferenza alla vigilia del debutto in campionato a Reggio Emilia col Sassuolo. Il mister rossoblù deve fare i conti con alcune emergenze soprattutto in difesa (mancherà Izzo ancora squalificato per la vicenda del Calcioscommesse ai tempi dell' Avellino) e in attacco, perchè Lapadula non è ancora disponibile. Juric ha le idee chiare: "Nella retroguardia toccherà a Rossettini, anche se è arrivato da pochi giorni. Mentre davanti giocherà Galabinov, avrà un'occasione importante. Nazionale". Tra le novità un possibile posto da titolare dal 1' per il centrocampista Omeonga e il giovanissimo Salcedo in attacco: "E' un giocatore giovane ma completo" ha spiegato Juric che invita la sua squadra alla massima attenzione col Sassuolo: "E' bello che abbiano tanti italiani ed hanno la capacità di mantenerli. Giocano un buon calcio, prima con Di Francesco e ora con Bucchi: E' sicuramente una squadra con un buon potenziale".

12:38Napoli la provincia con più adolescenti, Ferrara ultima

(ANSA) - BOLOGNA, 19 AGO - Napoli e Caserta sono le province con più adolescenti in Italia, con l'8,3% e l'8% della popolazione, mentre la 'maglia nera' degli abitanti tra 11 e 17 anni spetta a Ferrara (5,2%). Radioimmaginaria, emittente di adolescenti con 40 redazioni in Italia ed Europa, ha rielaborato dati Istat al gennaio 2017 in vista della Teen Parade a BolognaFiere (6-7 settembre), manifestazione per avvicinare gli adolescenti al mondo del lavoro (annunciati i ministri Valeria Fedeli e Giuliano Poletti). "In Italia gli adolescenti sono poco più di 4 milioni, il 6,6% dei cittadini", sottolinea Ludovica, 17enne speaker cremonese di Radioimmaginaria. La top ten delle province con più giovanissimi è appannaggio quasi solo del Sud: al terzo posto Barletta-Andria-Trani sfiora l'8%, davanti a Caltanissetta e Bolzano con 7,7%. Bolzano è l'unica provincia settentrionale ai vertici. Seguono infatti altre province del sud: Foggia, Crotone, Agrigento, Catania e Palermo al 7,3%. (ANSA).

12:38Finlandia: Farnesina conferma, italiana tra 8 feriti

(ANSA) - ROMA, 19 AGO - La Farnesina ha confermato che una signora italiana è tra i feriti dell'attacco a colpi di coltello avvenuto ieri nella cittadina portuale finlandese di Turku. La donne è ricoverata in ospedale. L'unità di crisi del Ministero degli Esteri e l'ambasciata italiana a Helsinki si sono immediatamente attivate - si apprende - per ogni cura e assistenza. La polizia finlandese ritiene che l'episodio, in cui sono morte due persone e ferito lo stesso assalitore, sia un atto di terrorismo .

12:38Venezuela: Ortega Diaz fuggita in Colombia in barca

(ANSA) - CARACAS, 19 AGO - L'ex procuratrice generale del Venezuela, Luisa Ortega Diaz, è fuggita dal suo Paese in barca ed è arrivata in Colombia, dove ha chiesto asilo alle autorità locali. La notizia, anticipata dalla stampa di Caracas, è stata confermata dalle autorità colombiane. Ortega Diaz ha prima raggiunto la costa caraibica del Venezuela e dalla penisola di Paraguanà ha raggiunto in barca Aruba, da dove ha preso un aereo privato che l'ha portata a Bogotà. L'ex procuratrice è fuggita insieme al marito, il deputato chavista German Ferrer, e due suoi collaboratori della Procura, tutti ricercati dalle autorità venezuelane.

12:34Usa:licenziato da Casa Bianca Bannon torna a guida Breitbart

(ANSA) - WASHINGTON, 19 AGO - L'ormai ex stratega di Donald Trump, Steve Bannon, licenziato dal suo ruolo di consigliere del presidente Usa, appena lasciata la Casa Bianca e' tornato alla guida di Breitbart, il sito di destra di cui era responsabile prima di unirsi alla campagna elettorale di Trump. E' rientrato in qualita' di presidente esecutivo e ha gia' partecipato alla riunione di redazione a fine giornata, poche ore dopo aver lasciato l'amministrazione Trump. Il direttore di Breitbart Alex Marlow ha affermato: "Il movimento populista-nazionalista e' diventato oggi molto piu' forte". Precedentemente uno dei capo redattori del sito, Joel B. Pollak, alla notizia del licenziamento di Bannon aveva twittato:"#WAR" (#GUERRA).

Archivio Ultima ora