Immigrazione: blitz FN davanti a sedi PD in varie città

ROMA. – Blitz notturno di militanti dell’organizzazione di estrema destra “Forza Nuova” contro le sedi provinciali del Pd in diverse città italiane. Nel mirino, le ipotesi di riforma della legge sulla cittadinanza e dell’abolizione del reato di clandestinità del ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge, di cui FN chiede le “immediate” dimissioni. Le incursioni sono state annunciate dallo stesso segretario nazionale dell’organizzazione, Roberto Fiore, il quale ha spiegato che di fronte alle sedi sono stati lasciati un piccone e una bandiera tricolore sanguinanti. A Roma è stata presa di mira una sezione del Pd nei pressi di piazza Verbano, nel quartiere Salario-Trieste: la serranda é stata imbrattata da vernice rossa ed è stato lasciato un foglio con la scritta “Ius Soli No, ministro Kyenge dimettiti”, firmato Forza Nuova.org”. A Palermo Forza Nuova ha imbrattato la sede del Pd del quartiere Noce con la scritta “l’immigrazione uccide. No ius soli, Kyenge dimettiti”. Bandiere insanguinate e armamentario simile sono stati segnalati anche a Pontedera (Pisa) e a Bari. Il Partito democratico ha reagito con sdegno. “I raid a sfondo razzista di Forza Nuova e le assurde quanto inaccettabili minacce contro il ministro Kyenge, alla quale va la nostra solidarietà, non ci intimidiscono” ha commentato Livia Turco, che chiede al Pdl e alla Lega Nord una ferma condanna di questi “atti criminali che esprimono pienamente il carattere xenofobo e violento di FN”. La deputata Federica Mogherini ha inviato una interrogazione al ministro dell’Interno Angelino Alfano sulla “intollerabile campagna di odio razziale che sta portando avanti Forza Nuova”. E il viceministro dell’Interno, Filippo Bubbico, parla di “episodi vergognosi, che creano un clima di scontro di cui nessuno sente il bisogno” e rassicura che “l’allerta su queste azioni è massima. Agiremo con i provvedimenti necessari contro chi pensa di fermare l’azione di governo e il libero confronto delle opinioni con minacce e atti vandalici”. Ma Forza Nuova respinge le accuse. L’azione dimostrativa della scorsa notte – spiega ”palesemente nulla ha di violento e intimidatorio”. ”Al contrario dal nostro punto di vista – aggiunge – la violenza, è riscontrabile, piuttosto, negli ultimi episodi di cronaca e nei delitti a opera di immigrati irregolari presenti nel nostro paese”. Definisce ”intimidatoria nei confronti di tutti gli italiani” la volontà del Pd di ”volere a tutti i costi introdurre una legge che permetterebbe a milioni di stranieri di acquisire la cittadinanza italiana” e annuncia querele per chi ”in queste ore sta alzando i toni su una vicenda che nient’altro rappresenta se non una protesta legittima e pacifica contro la linea politica intrapresa dal Governo e del PD in materia di immigrazione”.