Scintille Epifani-Renzi. Il Sindaco: “L’Imu è una cambiale al Cav.”

Pubblicato il 20 maggio 2013 da redazione

ROMA  – Matteo Renzi non vuole parlare male del governo né candidarsi alla guida del Pd ”per non andare in rotta di collisione” con Enrico Letta. Ma il primo atto dell’esecutivo, il rinvio dell’Imu, non convince affatto il sindaco di Firenze per il quale il decreto è ”una cambiale pagata a Berlusconi”. Definizione che alimenta l’idea di un Pd schiacciato dal Pdl, respinta in toto da Guglielmo Epifani per il quale ”non è un regalo a nessuno ma è solo buon senso”.

Avrà pure dismesso i panni del rottamatore il sindaco di Firenze ma non certo quelli di chi, se non è d’accordo, mena fendenti pur assicurando che il suo obiettivo non è la prossima corsa per la leadership del Pd. L’impressione, in realtà, molto diffusa non solo nel Pd, è che il sindaco di Firenze studi da premier. Così, invece dello stop alla rata Imu, Renzi dice che, come fatto a Firenze, avrebbe agito sull’Irpef.

– L’Imu – spiega – è il meccanismo che Berlusconi ha avuto per rientrare sulla scena politica, complice un centrosinistra che ha dormito.

E anche sulla road map del governo Letta sembra avere le idee abbastanza chiare sul programma e pure sulla durata: bisogna fare ”la legge elettorale, alcune cose semplici e urgenti per l’economia” e poi ”andare a votare” anche per rompere il meccanismo per cui centrodestra e centrosinistra ”come nel wrestling”, fanno finta di fare a botte e poi fanno le cose insieme.

Insomma, pur assicurando sostegno a Letta, il sindaco di Firenze non si sbilancia sull’esecutivo:

– Prima di parlarne male, vediamo che cosa fa.

Non ha dubbi invece sul fatto che il Pd sia ”sotto choc” dopo la sconfitta elettorale.

– Darò una mano – assicura pur restando molto critico sulle iniziative. Da ultimo il ddl sui partiti.

– E’ un modo per far vincere le elezioni a Grillo e ai grillini – prende le distanze Renzi.

Non guarda tanto alle prossime elezioni politiche quanto a quelle, imminenti, amministrative Guglielmo Epifani. Che più che da premier, studia da segretario se, come pensano i più, dopo la transizione si candiderà alla guida del Pd al congresso. Consapevole di quanto il partito ”sia fragile: basta uno starnuto e una parte subito si altera”. Rispetto all’esecutivo, però, il segretario ha deciso per una linea di pieno sostegno ”senza appiattirsi”. E così, pur invitando, nell’ambito della riforma complessiva della tassazione sugli immobili, ad agire ”in nome dell’equità”, Epifani stoppa le critiche di Renzi. E incoraggia Letta a concentrarsi sul lavoro, ”correggendo la riforma Fornero che, al di la’ delle intenzioni, ha finito per accentuare la precarietà”.

Il segretario dem, più che alle pesanti accuse piovute sul Pd per l’assenza al corteo Fiom, pensa a come orientare le politiche del governo. Ma questo non gli risparmia nuovi strali di Nichi Vendola che denuncia ”una svolta moderata e neocentrista” dei democratici.

Ultima ora

21:39Gerusalemme:Casa Bianca, Trump resta impegnato su pace

(ANSA) - WASHINGTON, 13 DIC - Trump "resta impegnato per la pace come sempre": lo ha ribadito la Casa Bianca dopo l'annuncio dei palestinesi che non riconosceranno più il ruolo degli Usa nel processo di pace con Israele. Una fonte dell'amministrazione ha osservato che "questa retorica ha impedito la pace per anni". La Casa Bianca, ha aggiunto, continuerà a lavorare duro "per elaborare il suo piano, di cui beneficeranno sia il popolo israeliano sia quello palestinese". Un piano che sarà svelato "quando sarà pronto e il momento sarà giusto".

21:38Gerusalemme: Iron Dome intercetta 2 razzi da Gaza

(ANSAmed) - TEL AVIV, 13 DIC - Il sistema antimissili Iron Dome ha intercettato "con successo" due razzi lanciati dalla Striscia di Gaza verso Israele. Lo ha riferito il portavoce militare israeliano.

21:34Tribunale, Inps eroghi premio nascita a tutte le madri

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Ha "carattere discriminatorio" la condotta dell'Inps "consistente nell'aver introdotto requisiti non previsti dalla legge del 2016 per poter beneficiare del cosiddetto 'premio alla nascita'" come il permesso di soggiorno di lungo periodo. Il premio va quindi esteso "a tutte le future madri" straniere "regolarmente presenti in Italia che ne facciano domanda". Lo ha deciso il giudice del Tribunale civile di Milano accogliendo il ricorso di APN - Avvocati per niente Onlus, A.S.G.I. Associazioni Studi Giuridici sull'Immigrazione e Fondazione Guido Piccini per i Diritti dell'Uomo Onlus.

21:27Calcio: Mondiale club,2-1 all’Al Jazira e R.Madrid in finale

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il Real Madrid vince 2-1 contro i padroni di casa dell'Al Jazira di Abu Dhabi e stacca il biglietto per la finale del Mondiale per club di sabato, dove affronterà i brasiliani del Gremio Porto Alegre, campioni in carica del Sudamerica.

21:23Gerusalemme: sirene di allarme nel sud di Israele

(ANSAmed) - TEL AVIV, 13 DIC - Le sirene di allarme anti missili sono risuonate poco fa nel sud di Israele, nella zona della cittadina di Sderot non lontano dalla Striscia. Lo conferma l'esercito, citato dai media. Secondo questi ultimi ci sarebbe stato almeno un razzo dalla Striscia intercettato dall'Iron Dome.

21:15‘Boicotta Espresso’, ma blitz Forza Nuova fallisce a Torino

(ANSA) - TORINO, 12 DIC - Avevano in programma un'azione dimostrativa sotto la redazione torinese del quotidiano La Repubblica, simile a quella effettuata a Roma lo scorso 6 dicembre, i militanti di Forza Nuova che ieri sono stati fermati dalla polizia a Torino. Gli investigatori della Digos hanno intercettato il corteo, non autorizzato, prima che arrivasse in via Lugaro, sede del giornale, e i manifestanti si sono allontanati. Secondo quanto appreso, l'intenzione di Forza Nuova era quella di appendere uno striscione con la scritta 'Boicotta il Gruppo Espresso'. (ANSA).

21:12Calcio: 3-2 alla Sampdoria, Fiorentina ai quarti

(ANSA) - FIRENZE, 13 DIC - La Fiorentina ha battuto 3-2 la Sampdoria negli ottavi di Coppa Italia. Nei quarti affronterà la vincitrice di Lazio-Cittadella, in programma domani sera allo stadio Olimpico di Roma. Viola in vantaggio già al 2' grazie a Babacar. Il pareggio ligure lo firma Barreto a cinque minuti dall'intervallo. Nella ripresa l'arbitro Rosario Abisso, di Palermo, diventa protagonista fischiando tre rigori, due con l'ausilio della Var. Il primo lo trasforma Veretout, il secondo - quello del 2-2 - è opera di Ramirez al 32'. Al 90' ancora Veretout sul dischetto. Il francese non sbaglia battendo Puggioni con grande freddezza. Per la Samp anche un clamoroso palo colpito da Caprari su punizione.

Archivio Ultima ora