Presentan audio de Mario Silva con funcionario del G2 cubano

Pubblicato il 20 maggio 2013 da redazione

CARACAS- El diputado Ismael García presentó ayer el audio de una conversación en un tal Aramis Palacios, un supuesto funcionario del G2 cubano, y Mario Silva, durante una reunión en la que el presentador de VTV y dirigente del PSUV hace un informe sobre las luchas internas en el chavismo y graves denuncias de presunta corrupción y conspiración militar vinculados a Diosdado Cabello.

“La conversación es grabada por el conductor Mario Silva. Allí se nombran casos muy graves: negocios en el sector económico relacionados con Diosdado Cabello, su hermano, el jefe de Cadivi, situaciones graves en las Fuerzas Armadas, control de las instancias del Estado, de lo que ocurre en el CNE, de un supuesto golpe de Estado que ellos mismos habrían planificado. Es la develación de una situación crisis, estaríamos ante una crisis institucional”.
Informó que en los próximos días presentarán nuevas evidencias ante la Fiscalía General de la República.

“La campaña de persecución contra la verdad que hoy descubrimos. La comisión que crearon para incriminarlo (a Henrique Capriles) por unos muertos que ocurrieron el 14 de abril es parte de la tragedia que vive el país”.

García asegura que el audio presentado por los diputados de la MUD “revela una situación de extrema gravedad”, y aseguró que el informe que presuntamente Silva le entregó a Palacios “va dirigido a Raúl Castro, quien orienta y dirige la política de este país”.

Cabello “blanquea” dólares
Durante la grabación, Mario Silva etsraía denucnaindo que el presidente de la Asamblea Nacional (AN), Diosdado Cabello, habria “blanqueado” dinero a través de Cadivi y el Seniat, y obtenido fondos que le darían “poder” dentro del gobierno nacional. “Tú recuerdas que en un informe anterior había que cercenar los puntos de financiamiento de Diosdado, e incluso te dije que dos de sus puntos de financiamiento eran Cadivi y el Seniat, su hermano José David Cabello y Barroso”, dijo en la conversación con Palacio.

Ultima ora

00:24Colombia: riunione Farc in giungla per ratifica accordo pace

(ANSA) - BOGOTA', 27 AGO - I capi delle Farc, la guerriglia di sinistra che dopo oltre 50 anni e una guerra civile che ha fatto oltre 220.000 morti ha firmato uno storico trattato di pace con il governo della Colombia, si riuniranno nella foresta dove hanno le loro basi per "ratificare" l'accordo di pace e per decidere la strategia futura come forza politica pacifica. "L'importanza storica di questo evento merita che il popolo della Colombia il mondo vedano con i loro occhi gli sviluppi e le conclusioni di quella che sarà la nostra ultima conferenza come organizzazione armata", ha detto un comunicato stampa delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia, annunciando la sua decima conferenza. I circa 200 delegati, compresi 29 capi militari, è stato precisato, si riuniranno fra il 13 e il 19 settembre nella giungla attorno a San Vicente del Caguan, area controllata dalle Farc al centro dell'area smilitarizzata grande quanto la Svizzera ceduta dal governo di Bogotà oltre un decennio fa nell'ultimo tentativo serio di pace.

00:20Usa: campione football non si alza ad inno per protesta

(ANSA) - WASHINGTON, 27 AGO - Colin Kaepernick quarterback dei 49ers di San Francisco, una delle principali squadre di football americano, si rifiuta di alzarsi durante l'esecuzione dell'inno nazionale in segno di protesta contro l'oppressione degli afroamericani negli Stati Uniti. "Non manifesto orgoglio per un Paese che opprime i neri e le persone di colore", ha detto lo sportivo spiegando il motivo del suo gesto ieri durante una partita amichevole. "Per me questo e' piu' grande del football e sarebbe egoista da parte mia fare finta di nulla. Ci sono corpi che giacciono per strada e gente con le ferie pagate che la passa liscia", ha continuato Kaepernick che he manifestato sostegno per il movimento 'Black Lives Matter'. Da parte sua la squadra ha diffuso una nota sul gesto del giocatore affermando che gli americani hanno il diritto di protestare.

00:18Calcio: Sarri, “è più facile espellere me che altri”

(ANSA) - ROMA, 27 AGO - "La mia espulsione? Gli arbitraggi non mi aiutano in questa stagione: non ci hanno dato un rigore a Pescara e oggi abbiamo preso un gol per un fallo commesso a centrocampo. Gli ho solo detto 'che diavolo state facendo?', non c'era tono minaccioso". Così l'allenatore del Napoli, Maurizio Sarri, a Premium sport, sulla decisione dell'arbitro Valeri che lo ha invitato a lasciare il campo al 6' del secondo tempo al San Paolo, durante la sfida contro il Milan. "Forse è più facile buttare fuori me - aggiunge - rispetto a qualcun altro, è più facile espellere un allenatore in tuta piuttosto che uno in doppiopetto. E lo dico anche dopo aver visto quello che è successo a Pescara".

00:18Siria:media,ucciso soldato turco, prima vittima Ankara

(ANSA) - BEIRUT , 27 AGO - L'esercito turco ha la sua prima vittima nel teatro di guerra siriano. Un soldato dell'esercito di Ankara è stato ucciso ed altri tre feriti nella cittadina siriana di Jarablus in un attacco con razzi da parte di militanti curdi. Lo riferisce l'agenzia di stampa turca Anadolu.

00:15Calcio: Mertens “Vittoria meritata, io penso a dare tutto”

(ANSA) - ROMA, 27 AGO - "Stiamo giocando bene al calcio, ma abbiamo preso due gol in 10'. Oggi abbiamo meritato, contro il Milan. Sono a Napoli per lavorare e dare tutto, qualche volta sto in panchina, ed è dura, qualcun'altra gioco, ma io penso sempre a dare tutto. Stiamo lavorando bene, io mi voglio concentrare sul calcio e in questo momento non penso ad altro, neppure al rinnovo, sto bene qua e voglio rimanere nel Napoli". Cos' Dries Mertens, dopo il successo sul Milan.

00:08Calcio: Montella, “gioco ok, ma espulsioni non le accetto”

(ANSA) - ROMA, 27 AGO - "Abbiamo regalato due espulsioni e queste cose non le accetto: già in 10 si era complicata, in nove la montagna non si poteva più scalare". Così Vincenzo Montella esprime la propria amarezza, dopo i quattro gol subiti a Napoli. "Dal punto di vista del gioco sono soddisfatto - sottolinea il tecnico dei rossoneri - abbiamo concesso nel primo tempo un po' troppo al Napoli, ma abbiamo reagito da grande squadra. L'obiettivo è portare la squadra a rendere tutta la partita come ha reso nel secondo tempo, prima dell'espulsione. Non era facile riprendere una partita del genere, contro una squadra come il Napoli. Ci manca un po' d'equilibrio ma, a parte il primo gol, gli altri sono stati abbastanza casuali - riconosce Montella - compresi quelli contro il Torino: abbiamo qualche calo di tensione, ma certe volte devi fare i conti anche con la qualità degli avversari".

23:30Calcio: Milik, “Mai visto un tifo come a Napoli”

(ANSA) - ROMA, 27 AGO - "Mi sento molto bene, il debutto è andato come un sogno, davanti a questi fantastici tifosi. Potevo fare anche meglio, ma va bene così e adesso dobbiamo concentrarci per i prossimi impegni". Così l'attaccante Arkadiusz Milik, che ha realizzato una doppietta, commenta su Premium Sport, la vittoria per 4-2 del Napoli sul Milan al San Paolo. "E' la prima volta che vedo un tifo del genere - aggiunge - la gente qui è veramente pazza per il calcio. Non sento pressione per i 36 gol di Higuain l'anno scorso: io penso solo a fare del mio meglio e fare vedere a tutti le mie qualità".

Archivio Ultima ora