Andreutti è il primo acquisto del Caracas di Saragò

CARACAS – Inizia a prendere forma il Caracas di Saragò, il primo acquisto in vista della prossima stagione è quello dell’italo-venezuelano Riccardo Andreutti. L’ex giocatore del Deportivo Petare ha firmato un contratto che lo legherà alla società della ‘Cota 905’ per i prossimi due anni.

Il ‘caraqueño’ di 25 anni è un giocatore polivalente che si può adattare sia in difesa che sulle fasce a centrocampo. Il suo stile di gioco è noto al tecnico Saragò, i due hanno hanno avuto modo di conoscersi nel Deportivo Italia (poi diventato Petare) sotto la gestione del tecnico di origini calabresi.

Andeutti in passato ha indossato le maglie di Chioggia Sottomarina (nella Serie D italiana) e Juventud de las Piedras (serie B uruguaiana). Con la compagine italiana Andreutti, allora 18enne, disputò 5 gare con la prima squadra.

Nella stagione appena conclusa, l’italo-venezuelano è sceso in campo in 29 gare, ha segnato 1 rete ed è stato ammonito in 4 occasioni.
“Sono felice per l’opportunità di giocare in una squadra seria come il Caracas. Provengo da una squadra della stessa serietà, il Petare, e questo fa sì che l’adattamento con il Caracas sia più facile, – spiega Andreutti -. Sono emozionato per questa nuova esperienza e questa nuova tappa della mia carriera; e sono sicuro che i tifosi saranno contenti delle mie prestazioni. Non vedo l’ora che inizi il nuovo campionato”.

“Questa decisione mi aiuterà nella crescita professionale. So che il Deportivo Petare sarà sempre la mia casa, però come professionista devo cercare di pormi nuove mete per crescere sia a livello umano che calcisticamente. Ed è quello che sto facendo, e non perderò questa opportunità che mi dà la maglia del Caracas”.

Per prima cosa ‘Ricky’ Andreutti dovrà adattarsi all’ambiente dello spogliatoio del Caracas, anche se già conosce come lavora mister Saragò, per aver lavorato insieme durante tre anni nel passato.

“Ho lavorato con Saragò durante tre anni nel Petare, ci conosciamo bene. – dichiara il polivalente italo-venezuelano – Voglio adattarmi subito e avere un buon feeling con il gruppo, per formare una squadra forte su tutti i fronti, che ci sia una sana rivalità interna, ma per dare il meglio di sè in campo. E così saremo sempre più competitivi”

Andreutti sa che il lavoro sarà duro, ma ha tutte le carte in regola per diventare uno dei pilastri inamovibili dei ‘rojos del Ávila’.

 Fioravante De Simone
Foto: Prensa Caracas 

Condividi: