Más del 16 % de los hombres en el país padecen cáncer de próstata

Pubblicato il 21 maggio 2013 da redazione

CARACAS- La próstata es una glándula que se encuentra debajo de la vejiga de los hombres y produce el líquido para el semen. El cáncer de próstata es común en hombres de edad avanzada. Este tipo de cáncer es raro en hombres menores de 40 años. Los factores de riesgo de desarrollarlo incluyen: tener más de 65 años, historia familiar, ser afroamericano y algunos cambios genéticos. Pero en sus primeras etapas no tiene síntomas.

Los síntomas del cáncer de próstata en etapa avanzada pueden incluir:
– Problemas para orinar, como dolor, dificultad para iniciar o detener el flujo de orina o goteo.
– Dolor en la parte baja de la espalda.
– Dolor al eyacular.

Su doctor diagnosticará el cáncer de próstata palpando la próstata a través de la pared del recto o haciendo un test específico llamado antígeno prostático específico (PSA, por sus siglas en inglés). Otros exámenes incluyen ecografías, rayos x y una biopsia.

El tratamiento del cáncer de próstata suele depender de la etapa del cáncer. La velocidad de crecimiento de este y su diferenciación del tejido circundante ayuda a determinar dicha etapa. Los hombres con este tipo de cáncer tienen varias opciones de tratamiento. El mejor para una persona puede no ser el mejor para otra. Estas opciones pueden ser solamente una observación cuidadosa y vigilancia médica sin tratamiento, cirugía, radioterapia, terapia hormonal y quimioterapia. También puede ser una combinación de estas.

Cifras
Entre los años 2004-2008 en Venezuela, las cuatro entidades federales con más mortalidad por cáncer de próstata en promedio fueron: Guárico 65 (23,43%) casos, Monagas 59 (22,45%) casos, Nueva Esparta 36 (21,72%) casos y Bolívar 97 (21,65%) casos. Los estados con mayor población presentan un menor porcentaje, aunque mayor número de casos: Zulia 260 (21,28%), Carabobo 143 (19,05%), Aragua 110 (18,13%), Miranda 201 (17,42%), Distrito Capital 160 (17,26%), Anzoátegui 81 (16,82), Lara 107 (16,13%).
Durante el año 2010 en Venezuela tuvimos 4.601(31,83%) casos de cáncer de próstata y el número de defunciones fue de 2.350(16,26%) casos, quedando en primer lugar en la incidencia de cáncer en Varones en Venezuela. Se estima un promedio por edades de: 50-54 años con 31 casos, 55-59 años con 73 casos, 60-64 años con 110 casos, 65-69 años con 132 casos, 70-74 años con 161 casos y mayores de 75 años con 223 casos.

Jornada gratuita
Un operativo especial para 2000 hombres mayores de 40 años con pesquisa de cáncer de próstata se llevará a cabo este sábado 25 de mayo en la entrada principal del Hospital Domingo Luciani a partir de las 7 de la mañana. En dicha actividad participarán alrededor de 10 médicos especialistas en conjunto con personal de enfermería y paramédicos.

La información la dio a conocer el Dr. Ricardo Szemant Daher (Cargo) e indicó que se les sacará la sangre para determinar los niveles de antígeno prostático y con este descifrar aquellos pacientes que tengan riesgo de tener Cáncer de Próstata.

Este programa es completamente gratuito organizado por el servicio de urología del hospital, que cuenta con 19 años de experiencia, siendo el centro médico de Vanguardia en esta materia.

Ultima ora

17:52Legge stabilità: M5S attacca Lotti

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - "In questa legge di Stabilità il ministro Lotti ha provato a inserire alcune proposte che è stato incapace di mettere nero su bianco nell'ultimo anno in cui ha fatto il ministro part time. L'ultimo tentativo è stato quello di trasformare la sua legge salva-Malagò in un emendamento fatto firmare a un deputato di Scelta Civica": così il deputato del Movimento 5 Stelle Simone Valente su Facebook. "Per fortuna - nel rispetto dei regolamenti - la Camera ha ritenuto inammissibile quella norma - aggiunge Valente - perché nulla ha a che vedere con una legge come quella di Stabilità. Proveranno a inserirla nuovamente durante l'esame in Aula, noi ci opporremo in maniera durissima a una norma fatta solo per salvare il suo amico Malagò".

17:44Torino: nuovo scontro su conti,revisori bocciano Consolidato

(ANSA) - TORINO, 14 DIC - Nuovo scontro tra Comune di Torino e revisori dei conti. L'organo di revisione, presieduto da Herri Fenoglio, ha espresso parere negativo al Bilancio consolidato 2016 perché - si legge nelle motivazioni - non è stato inserito il bilancio di Gtt, l'azienda del trasporto pubblico locale. Dal canto suo l'amministrazione pentastellata tira dritto e intende approvare entro l'anno il Consolidato, osservando che si tratta di un atto ricognitivo che fotografa i conti del 2016 senza alcun potere autorizzatorio. "Non approvare il consuntivo - spiega l'assessore al Bilancio Sergio Rolando - pregiudicherebbe in maniera irreparabile la corretta erogazione del servizio pubblico. Sarebbe un danno perché verrebbero bloccate le assunzioni, gli uffici e, di conseguenza, la Città, penalizzando i servizi e i cittadini". Di qui la decisione di recepire con un emendamento il parere dei revisori e, con un altro emendamento, le deduzioni degli uffici, così da proseguire con l'approvazione. (ANSA).

17:43Traffico rifiuti: ‘I bambini? Che muoiano’

(ANSA) - FIRENZE, 14 DIC - "Ci mancavano anche i bambini che vanno all'ospedale, che muoiano". Così uno degli indagati nell'inchiesta della Dda di Firenze per traffico illecito di rifiuti, che oggi ha portato all'arresto di sei persone, parlando dei rischi di stoccare abusivamente rifiuti pericolosi in una discarica situata vicino a una scuola. "Non mi importa nulla dei bambini che si sentono male - prosegue l'uomo senza sapere di essere intercettato -, io li scaricherei in mezzo alla strada i rifiuti".

17:30Etruria: Boschi, non ho mentito, mai pressioni

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - "Anche oggi ricevo attacchi dalle opposizioni sulla vicenda Banca Etruria. Confermo per filo e per segno tutto ciò che ho detto in Parlamento due anni fa. Tutto. Chi mi chiede le dimissioni perché avrei mentito in Parlamento deve dirmi in quale punto del resoconto stenografico avrei mentito. Ho incontrato più volte il presidente della Consob in varie sedi come ho incontrato altri rappresentanti istituzionali: mai e poi mai ho fatto pressioni. Mai". Così Maria Elena Boschi su facebook.

17:25Calcio: De Magistris, il Napoli va sempre sostenuto

(ANSA) - NAPOLI, 14 DIC - "Non mi inserisco in polemiche che non condivido ed esprimo massimo sostegno e vicinanza alla squadra. Sullo stadio noi facciamo fatti e stiamo realizzando un lavoro che sarà portato a compimento nella sua interezza prima delle Universiadi". Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha così risposto ai cronisti che gli hanno chiesto di commentare le dichiarazioni del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, il quale in una intervista a Il Mattino ha detto di non aspettare più de Magistris sulla questione stadio. Rispetto al momento che vive la squadra, il sindaco ha affermato: "Va sostenuta da tutti nei momenti belli e in quelli difficili. Siamo fra i primi in campionato e abbiamo grandi prospettive".

17:19Berlusconi, da Salvini puntiglio che sarà superato

(ANSA) - BRUXELLES, 14 DIC - "Non è una cosa che non fa trovare un accordo con la Lega e con Fratelli d'Italia, è un puntiglio che sarà presto superato". Lo ha detto Silvio Berlusconi, rispondendo alle critiche arrivate da Matteo Salvini sull'iter della legge Molteni, all'uscita dalla riunione del Ppe.

17:18Cadavere donna vegliato in casa da figlio per una settimana

(ANSA) - GENOVA, 14 DIC - Il cadavere di una anziana donna di 78 anni è stata vegliata per almeno una settimana dal figlio, malato psichiatrico, di 47 anni. Il corpo è stato trovato oggi dai medici del 118 e dai carabinieri in un'abitazione di Borgoratti, quartiere popolare di Genova. I militari non escludono alcuna ipotesi: il cadavere presenta segni sul collo compatibili con uno strozzamento anche se il medico legale Marco Salvi, intervenuto per il primo sopralluogo, avrebbe accertato la presenza di altri segni che potrebbero far pensare che la donna si possa essere ferita in seguito a una caduta. Il magistrato titolare delle indagini ha disposto l'autopsia per accertare le cause del decesso. Sul posto gli investigatori del nucleo operativo e gli esperti della sezione rilievi.

Archivio Ultima ora