SPAGNA: Governo approva sgravi fiscali a piccole e medie imprese

MADRID – Sgravi fiscali alle piccole e medie imprese, che non pagheranno l’Iva fino alla riscossione delle fatture, misure per favorire gli investimenti e l’istituizione dell’’imprenditore a responsabilitá limitata’, che non dovrá rispondere con la sua casa abituale ai debiti fino a 300.00 euro derivati dall’attivitá aziendale. Sono alcune delle misure contenute nel progetto di legge di sostegno all’imprenditoria e all’internazionalizzazione delle aziende, approvato dal Consiglio dei ministri. In conferenza stampa, la portavoce dell’esecutivo e vicepremier, Soraya Sanz de Santamaria, ha spiegato che la legge include anche un meccanismo per favorire ‘’una seconda opportunitá’’ agli imprenditori, la cui esposizione non superi i cinque milioni di euro, di rinegoziare per via extragiudiziaria il debito, invece di attivare la procedura di fallimento. Fra le principali novitá del progetto di legge, il rinvio del pagamento dell’Iva, per le Pmi con capitale inferiore a 2 milioni di euro, fino al saldo delle fatture. Una misura che entrerá in vigore dal 2014 e della quale, come ha indicato la Santamaria, potranno beneficiarsi 1,3 milioni di autonomi. La normativa raccoglie altre misure giá approvate dall’esecutivo, come la riduzione del 15% dell’imposta sulle societá per le nuove attivitá imprenditoriali; una diminuzione del 20% nei rendimenti netti della dichiarazione dell’Irpef e un’esenzione completa di quest’ultima imposta quando l’imprenditore ha capitalizzato la prestazione per disoccupazione. ‘’La normativa é diretta alla maggioranza del tessuto imprenditoriale, dal quale dipende la creazione e il mantenimento dell’impiego’’, ha sottolineato la vicepremier, nel ricordare che il 99% delle aziende in Spagna ha meno di 250 lavoratori e l’80% meno di 9 impiegati. Il governo ha approvato, inoltre, la Legge di Imprenditori, che mira a ‘’favorire la cultura imprenditoriale e facilitare la creazione di imprese’’. E che prevede l’eliminazione di carichi amministrativi e l’alleggerimento degli iter burocratici per creare nuove aziende o internazionalizzarle. Include una serie di misure per favorire gli investimenti, come la concessione del permesso di residenza agli stranieri, che intraprendono un’attivitá in Spagna o che acquistano una casa di residenza.