Il sogno di Cecotto a Monaco dura pochi metri

CARACAS – Il sogno di Cecotto di bissare il successo della passata stagione si frantumano contro il guardrail della prima curva, quella di St. Devote, del Gran Premio di Monaco della GP2. .

La gara più attesa dell’anno per gran parte dei piloti, la prima corsa del week end di Montecarlo della GP2 series,si apre davvero con il botto.

Scattato bene dalla seconda posizione, Mitch Evans passa al comando alla prima curva. Il compagno Johnny Cecotto dietro di lui è impegnato a battagliare con Fabio Leimer e finiscono entrambi lunghi contro le protezioni, con Leimer che sale sulla vettura di Cecotto sfiorandogli pericolosamente la testa con la gomma anteriore destra. Dietro è un mucchio di 15 vetture. La gara viene sospesa. Il GP è stato poi ripreso una trentina di minuti dopo con le vetture superstiti.

Prima della partenza, i meccanici della scuderia Arden avevano deciso di cambiare le gomme della monoposto di Johnny Amadeus, forse la temperadura non idonea dei pneumatici ha provocato la mancanze di grip.

A fine gara, non si è fatto attendere l’intervento dei commissari di Montecarlo nei confronti dell’italo-venezuelano, i commissari lo hanno escluso dalla seconda corsa di oggi.

I commissari e il direttore di gara hanno deciso di penalizzare Johnny Amadeus Cecotto per l’incidente causato al via di Gara 1 escludendolo dalla gara sprint di oggi pomeriggio. Il pilota del team Arden che scattava dalla pole position non ha compiuto plateali scorrettezze, ma dalla sua staccata sbagliata a St Devote si è portato dietro Fabio Leimer (che quasi gli colpiva il casco con la ruota anteriore) e una decina di vetture.

La squalifica forse arriva anche perché in passato Cecotto era stato protagonista di diversi incidenti come ad esempio a Sepang dove aveva volontariamente speronato Sam Bird nelle qualificazioni e, secondo alcuni, essersi difeso oltre le righe a Barcellona.Ora paga il conto.

Il criollo di 24 anni, che solo dodici mesi fa agguantò pole e vittoria su questo tracciato, sarebbe dovuto partire oggi in 18° posizione nella gara 2, praticamente davanti a tutti i piloti ritiratosi ieri. Ma il week end dell’italo-venezuelano è finito anzitempo.

Fioravante De Simone

 

Condividi: