Chacón, solo l’1 % dei venezolani non riceve il servizio elettrico

CARACAS – In tutto il Paese, solo l’1 per cento dei venezolani non riceverebbe il servizio di energia elettrica. Lo ha sottolineato il ministro Jesse Chacón.  Il ministro, che ha affermato che il 60 per cento dell’energia del Paese proviene dal Caronì, ha assicurato che Corpoelec, in questo momento, è impegnata nel migliorare la distribuzione del servizio elettrico.

Come è a tutti noto, nella provincia, infatti, i black out sono continui e i venezolani, specialmente quelli dei quartieri più umili, si lamentano dei danni che l’inefficienza elettrica produce agli elettrodomestici.

Il ministro Chacón ha informato che il presidente Maduro ha già disposto un budget per la creazione di una industria nazionale capace di fornire a Corpoelec i cavi e i trasformatori indispensabili  per crescere ed essere più efficienti.

Il ministro ha anche sottolineato che la nuova fabbrica, che dovrebbe sorgere nello Stato Bolívar, dovrebbe soddisfare non solo le necessità di Corpoelec ma anche quelle dei paesi del Mercosur.

– Questa fabbrica – ha detto il ministro – dovrà soddisfare innanzitutto le nostre esigenze, permetterci di crescere ed essere più efficienti. Poi,  con il tempo, produrre per l’esportazione.