L’Italia fuori dalla procedura… ma in “libertà condizionata”

Pubblicato il 28 maggio 2013 da redazione

BRUXELLES  – Italia in ‘libertà vigilata’, dopo che la Commissione europea chiuderà la procedura per deficit eccessivo aperta dal 2009: l’attesa promozione dei conti pubblici non darà infatti al governo immediata libertà di manovra, perchè sarà accompagnata da numerose raccomandazioni, tante quante sono le riforme ancora da fare e che Bruxelles aspetta da almeno due anni. Senza riforme che sblocchino la crescita il Paese si condanna alla recessione, teme la Commissione, che comunque promuovendo l’Italia darà al governo non solo un incoraggiamento ma anche un minimo di flessibilità di spesa. Tutta ancora da negoziare con l’Europa, ma già qualcosa su cui il governo può cominciare a costruire.

COSA CAMBIA. L’Italia ha riportato il suo deficit sotto il 3% già nel 2012, e riuscirà a mantenerlo al di sotto del parametro fissato da Maastricht per quest’anno e il prossimo. Questo le consente di uscire dalla procedura per deficit eccessivo che in questi anni ha comportato i continui sforzi di consolidamento cioè manovre, tagli e tasse per compensare la crescita assente. Ora servirà solo un ‘aggiustamento strutturale’ di circa 0,5% all’anno, che consentirà di raggiungere nel 2015 il pareggio di bilancio in termini strutturali (‘obiettivo di medio termine’ stabilito con la Ue) nonchè di ridurre il debito al ritmo corretto, cioè di un ventesimo all’anno come prescrive il ‘Fiscal compact’.

Certo, se il pil crescesse, il debito scenderebbe più rapidamente. Ma se la recessione dovesse continuare, o la correzione non venisse centrata annualmente, l’Italia potrebbe tornare nel mirino di Bruxelles che potrebbe riaprire anche subito, cioè dal 2014, una nuova procedura.

NUOVI MARGINI DI SPESA. Tornare tra i ‘Paesi virtuosi’ non significa sbloccare fondi nuovi, ma non essendo più ‘sorvegliati speciali’ non si è più obbligati a contrattare con Bruxelles ogni euro stanziato dal governo.

– I margini si aprono soprattutto per il 2014 – ha ripetuto il ministro dell’economia Fabrizio Saccomanni. Il beneficio immediato è, ad esempio, per situazioni come i pagamenti della p.a. che non devono più essere giustificati. L’altro margine di manovra, che potrebbe liberare risorse vere, deve essere contrattato nel vertice di giugno: per chi è nel ‘braccio preventivo del Patto di stabilita”, cioè ne rispetta i vincoli, vale la regola che le spese per investimenti si scorporano dal computo del deficit. Ma Letta dovra’ trattare con la Ue il tipo di spese, per farvi ad esempio rientrare quelle a favore dell’occupazione.

DEBOLEZZE E RACCOMANDAZIONI. E’ dal 2011 che Bruxelles avverte l’Italia sui suoi ‘squilibri macroeconomici’. Debito elevato, scarsissima competitività, costi unitari del lavoro troppo alti, fisco poco ‘amico della crescità e troppo sbilanciato su lavoro e capitale. Il mese scorso li ha elencati di nuovo, e nonostante le apprezzate riforme del governo Monti si chiederà di nuovo di rendere più flessibile il mercato del lavoro (con meno contratti collettivi e più aziendali), di spingere sulle liberalizzazioni, snellire la burocrazia, riformare la giustizia civile per dare più certezza agli investitori.

Ultima ora

22:22Arabia Saudita, le donne potranno guidare

(ANSA) - ROMA, 26 SET - Il re saudita Salman ha emesso un decreto che permette alle donne del Regno di guidare le auto. Lo scrive al Arabiya. La decisione del re, che entrerà in vigore da giugno del prossimo anno, è stata annunciata dalla televisione di stato e contemporaneamente in un evento a Washington, scrive il New York Times. Contro il divieto di guidare era stata lanciata una campagna che ha visto molte donne postare dei video su internet mentre erano al volante. In Arabia Saudita la condizione della donne è sottoposta a numerose restrizioni, tra cui quella di essere accompagnate da un familiare maschio e di avere un tutore legale. Da quando re Salman è salito al trono nel gennaio del 2015 ci sono state delle aperture sul fronte dei diritti delle donne di cui quella odierna appare come la più eclatante.

21:39Pallavolo: Europei donne, Olanda prossima avversaria Italia

(ANSA) - ROMA, 26 SET - Sarà l'Olanda l'avversaria dell'Italia nei quarti di finale degli Europei di pallavolo femminile, la cui fase finale si disputando a Baku, in Azerbaigian. Le vice campionesse continentali hanno superato nello spareggi la Croazia 3-0 (25-18, 25-8, 25-21), guadagnandosi il passaggio del turno. La sfida tra le azzurre e le olandesi si disputerà giovedì 28 settembre alle ore 16 italiane. Dopo le tante sfide delle ultime stagioni l'Italia troverà quindi ancora una volta sulla propria strada la nazionale Oranje, già affrontata quest'anno due volte in amichevole: i test match si svolsero a fine maggio con un successo per parte. Nell'altro spareggio di oggi la Bielorussia con una grande rimonta ha sconfitto la Repubblica Ceca 3-2 (18-25, 23-25, 27-25, 25-22, 17-15), guadagnandosi il quarto contro la Serbia.

21:36Nuoto: il peso dell’acqua, Paltrinieri si racconta

(ANSA) - ROMA, 26 SET - "Ogni gara la gestisco in maniera diversa, sono alla continua ricerca di uno stato mentale buono per affrontare le gare. Non si arriva mai alla perfezione. Nel mio libro parlo del peso che sentivo addosso nel periodo prima delle Olimpiadi". Lo dice Gregorio Paltrinieri presentando il suo libro 'Il peso dell'acqua', al Circolo Canottieri Aniene a Roma alla presenza del n.1 del Coni Giovanni Malagò. "Per me è sempre come fosse la prima esperienza, e mi è successo anche agli ultimi mondiali nonostante avessi già provato le emozioni delle Olimpiadi - ha aggiunto l'olimpionico dei 1500 sl - È anche il bello dello sport, adesso a freddo accetto bene la sconfitta. Perché c'è sempre modo di migliorare". La prossima sfida è la 10 chilometri in mare: "Le emozioni che provo in vasca nei 800 e 1500 le vorrei riprovare in altre specialità. Credo di poter dare ancora tanto al nuoto ma ci sono anche nuovi orizzonti è il mare mi stimola molto. Sarà un obiettivo da qui a Tokyo 2020".

21:31Calcio: Torino, Iago Falque pensa già al Verona

(ANSA) - TORINO, 26 SET - "Dopo un derby perso è difficile voltare pagina, ma abbiamo già la testa al Verona. Siamo un gruppo forte e sentiamo sempre il sostegno dei tifosi". Iago Falque promette un pronto riscatto del Torino alla ripresa degli allenamenti. "Contro il Verona sarà una partita complicata, perché loro sono partiti male ma questo non vuol dire che non saranno pericolosi - dice l'attaccante granata a Torino Channel -. Anzi, vorranno riscattarsi, è una squadra da non sottovalutare". Lo spagnolo è stato sostituito da Mihajlovic quando il Torino è rimasto in dieci contro la Juventus. "Ci sta in una situazione del genere togliere un esterno - commenta -: stavolta è toccato a me, e chiaramente mi è dispiaciuto lasciare il campo in una partita così sentita. Il mister doveva scegliere ed accetto la sua decisione".

21:26Concorsi truccati: su social avvocato Laroma è ‘eroe’

(ANSA) - FIRENZE, 26 SET - "Caro Philip, sei un grande!!! Le persone come te andrebbero clonate!!! Con grande ammirazione e stima". E' uno dei tantissimi messaggi postati sulla bacheca di facebook dell'avvocato Philip Laroma Jezzi, il tributarista fiorentino che con la sua denuncia ha avviato l'inchiesta della procura di Firenze che ieri ha portato all'arresto di 7 professori universitari, alla sospensione per altri 22 e a 59 indagati. Sui social il legale è già un 'eroe' che "ha avuto il coraggio di denunciare ciò che ormai è consuetudine accettata da tutti", scrive Salvatrice. Stima, complimenti e ringraziamenti arrivano da quasi tutti e Mary scrive: "Grazie Philip da parte dei giovani italiani preparati e bravi come te traditi dall'Italia corrotta. Grazie per la tua rettitudine e il tuo coraggio. Non era facile. Grazie ancora".

21:01Champions: Barzagli, abbiamo tanta voglia di andare avanti

(ANSA) - TORINO, 26 SET - "Siamo tutti molto avvelenati per andare avanti il più possibile in Champions League, sappiamo quanto ci teniamo tutti". C'è tutta la voglia di vincere in Europa, dopo le due finali perse in tre anni, nelle parole di Andrea Barzagli alla vigilia dell'esordio casalingo contro l'Olympiacos. "L'approccio è uguale, più passano gli anni, più cerchi di migliorare - aggiunge il difensore -. Abbiamo tanta voglia di andare avanti, di giocare certe partite, perché la Champions comunque è una competizione che per un giocatore di calcio è il massimo". "Dove giocherò domani? Il mister mi ha provato mezzapunta - scherza Barzagli -. Sono a disposizione dove serve gioco".

20:43Calcio: Allegri, non possiamo sottovalutare l’Olympiacos

(ANSA) - TORINO, 26 SET - "Non possiamo assolutamente sottovalutare l'Olympiacos, non siamo in grado. Le partite di Champions sono tutte difficili". Allegri assicura la massima concentrazione della Juventus nella sfida con i greci, secondo impegno del girone di Champions. "In Europa tutte le squadre giocano fino alla fine - è il monito dell'allenatore -. Loro sono veloci, in campo aperto sanno far male. Inoltre a noi serve un solo risultato, la vittoria, visto che abbiamo iniziato con il ko di Barcellona. Bisogna iniziare a vincere altrimenti il girone si complica". L'assenza dell'infortunato Howedes e il mancato inserimento di Lichsteiner nella lista Uefa costringe Allegri a scegliere tra Sturaro e Barzagli per il ruolo di terzino destro. "O gioca Sturaro terzino e Barzagli centrale o Barzagli sulla fascia e Benatia centrale - dice -. Marchisio è ancora fuori, Khedira è tornato da poco e non è ancora al meglio. Se non succede nulla stanotte giocheranno Pjanic e Matuidi. In attacco? Non ho ancora deciso quali saranno i 4".

Archivio Ultima ora