Viso vuole rifarsi a Belle Isle Park

CARACAS – Dopo lo spettacolo di Indianapolis, la IndyCar fa tappa a Detroit per la “Chevrolet Indy Dual in Detroit”.  La gara si svolgerà sul circuito di Belle Isle Park, che si sviluppa per 3.330 metri nel parco omonimo, sulle sponde del Detroit Rive. Già la denominazione dell’evento fa capire che sarà una tappa particolare per il calendario Indy, non solo per questo 2013, ma per la storia della categoria: infatti, per la prima volta, la IndyCar correrà due gare complete, sullo stesso circuito, nello stesso fine settimana – evento che, tra l’altro, si ripeterà anche nelle gare di Toronto e Houston -. Quindi, questo sarà, contemporaneamente, la sesta e la settima gara in calendario.

L’italo-venezuelano Ernesto José Viso cercherà di smaltire la delusione della500 Miglia di Indianapolis, dove insieme al suo team Andretti Autosport ha comandato la gara per un totale di 81 giri, ma alla fine alcuni inconvenienti nel pit stop hanno fermato la marcia trionfale. Il contrattempo ha costretto Viso e compagni a chiudere la gara in decima posizione.

Il pilota di origini campane attualmente è in decima posizione della classifica generale con 104 punti; la graduatoria è comandata dal compagno di squadra, l’italo-americano Marco Andretti (nipote dello storico Mario) con 168.

Viso in passato ha partecipato a due delle ultime tre edizioni della gara che si svolge sul circuito di Belle Isle Park. Il pilota ‘caraqueño’ ha preso parte a quelle del 2008 e 2012.

La gara si svolgerà sul circuito di Belle Isle Park, che si sviluppa per 3.330 metri nel parco omonimo, sulle sponde del Detroit River, e consta di 14 curve, 9 a destra e 5 a sinistra. Entrambe le gare si svilupperanno sulla distanza di 70 giri.

Questo circuito ha ospitato la Indycar per la prima volta nelle stagioni 2007 e 2008 con successi di Tony Kanaan e Justin Wilson, prima di venir cancellata dal calendario.

Il ritorno è avvenuto la stagione scorsa, con Scott Dixon assoluto dominatore dell’evento, realizzando la pole, con tanto di record della pista, e conducendo la gara dal primo all’ultimo giro, precedendo il compagno di squadra Dario Franchitti e Simon Pagenaud.

Inoltredal 1992 al 2001, il tracciato di Belle Isle ha ospitato anche le prove del Campionato CART: per quanto riguarda i piloti ancora in attività, da segnalare le due vittorie di Castroneves (2000 e 2001) e il successo di Dario Franchitti nel 1999; ci fa piacere ricordare il successo di Alex Zanardi nel 1998.

La città statunitense di Detroit fu anche il teatro di 7 GP validi per il Mondiale di F1, dall’82 all’84 con la denominazione di GP degli Stati Uniti Est (vittorie per Watson, Alboreto e Piquet), dall’85 all’88 come GP degli Stati Uniti (tre vittorie per Senna e una per Keke Rosberg).

Per questo fine settimana la partenza è fissataalle 15:30,sia per la gara di sabato come quella di domenica.

 FDS

 

Condividi: