“Italia per noi, Italia per tutti”, un’occasione per stare assieme

CARACAS – Sebbene al mattino enormi nuvoloni plumbei minacciavano pioggia – ed in alcune zone di Caracas effettivamente é piovuto -, il cielo é stato poi clemente e il sole ha accompagnato, durante tutta la giornata, l’ormai tradizionale manifestazione “Italia per noi, Italia per tutti”, organizzata nel parcheggio delle “bocce” del Centro Italiano Venezolano di Caracas.

Sebbene, è giusto dirlo, non come negli anni passati; l’iniziativa, che ha sempre goduto di un gran successo, anche questa volta è riuscita a riunire un gran numero di soci e non soci del Centro Italiano Venezolano. Durante tutta la giornata – la manifestazione è iniziata alle 11 circa del mattino -, i connazionali hanno potuto assaggiare piatti tipici regionali, ascoltare buona musica e trascorrere ore in lieta compagnia.

Assai affollati i gazebo dell’”Associazione Abruzzesi e Molisani nel Mondo”, che hanno proposto ai palati piú esigenti i loro prelibati “panini con la porchetta”; dell’Associazione Marchigiani del Venezuela, che hanno offerto “buffet” assortitissimo; di Assolucania e dell’Associazione Pugliesi in Venezuela, con una varietà di piatti tipici regionali; e dell’Associazione Campana, con una tavola imbandita di dolci squisiti, di panini con la salsiccia e di pasta. Presente, per l’occasione anche i gazebo della Commissione di Nuoto (che ha proposto ai presenti il gioco delle bottiglie) e della nostra Camera di Commercio Venezolano Italiana.

Non sono mancati, poi, per la gioia dei più piccini, seguiti dagli occhi vigili dei genitori, i “giochi gonfiabili”, come l’enorme scivolo a forma di coccodrillo.

Nel pomeriggio, sul palco si sono susseguiti, cantanti, artisti e, naturalmente, il Gruppo Arlecchino, che ha portato le nostre danze folcloriche in ogni angolo del Venezuela mietendo successi. L’Ambasciatore d’Italia, Paolo Serpi, ha colto l’occasione per dirigere un saluto ai tanti connazionali presenti. Hanno assistito all’evento anche il presidente del Comites, Michele Buscemi, e il nostro Console Generale, Giovanni Davoli.

“Italia per noi, Italia per tutti” si é conclusa con una girandola di fuochi artificiali che ha entusiasmato i piú piccolini. La manifestazione, una volta ancora, ha risvegliato lo spirito dell’italianità e messo in luce soprattutto le nostre belle tradizioni culinarie.

Condividi: