MARCHIO OSPITALITA’ ITALIANA: CAVENIT promuove l’arte culinaria nostrana a Caracas

CARACAS – Non è in discussione che gli italiani siano sempre stati, per natura, attenti ai rapporti umani ed alla qualità della vita – come afferma il comunicato della Camera di Commercio Venezolano-Italiana  – motivo per cui la cultura della tavola è divenuta nel tempo il simbolo dell’ospitalità e dell’accoglienza. Di conseguenza il cibo italiano ha assunto un valore sociale al pari dell’arte, della letteratura e della musica, costituendo un vero e proprio contrassegno della cultura nostrana.

La cucina italiana perciò deve essere considerata un “contributo al patrimonio dell’umanità e va salvaguardata”, in quanto tale, dalle “adulterazioni e dalle falsificazioni” di cui è oggetto, al fine di preservarne storia, cultura, qualità e genuinità.

Ed infatti è proprio la promozione e la valorizzazione dei prodotti agroalimentari italiani, della cultura enogastronomica e dell’immagine dei ristoranti italiani nel mondo, l’obiettivo verso cui tende il progetto “Marchio Ospitalità italiana”.

Il “Marchio Ospitalità”, dunque, è un attestato che certifica il rispetto dei più alti standard qualitativi all’interno dei ristoranti italiani, in patria e nel mondo.

I requisiti necessari all’ottenimento dell’attestato, stabiliti da Unioncamere e Istituto Nazionale di Investigazione Turistica (Isnart), si basano su di un decalogo che oltre a valutare elementi prettamente culinari – quali cucina in generale, menù, proposta gastronomica, carta dei vini, olio extravergine d’oliva, prodotti DOP e IGP – è incentrato su fattori altrettanto qualificanti del “made in italy” come identità e distintività, accoglienza, mise en place, esperienza e competenza.

La realizzazione di questa iniziativa è veicolata dalla creazione di una rete internazionale che consente la promozione delle eccellenze produttive italiane, il famoso “Made in Italy”, di cui la Camera di Commercio Italo Venezuelana è artefice – come dimostra la presentazione dei Workshop in programma a partire dal mese corrente – in collaborazione con le altre camere di commercio italiane all’estero.

La Camera di Commercio Italo Venezuelana, Cavenit, dopo aver aderito tempestivamente all’iniziativa nel 2010, si è attivata per la selezione di diversi ristoranti italiani a Caracas, valutandone la candidatura attraverso un’accurata ispezione in loco.

I parametri di valutazione si basano, nello specifico, sulla presenza nel locale di elementi tipici della cultura italiana e di almeno un membro del personale in grado di parlare italiano; il menù deve inoltre essere rigorosamente tradotto nella nostra lingua ed includere almeno il 50% di piatti e ricette provenienti da distinte regioni . Allo stesso tempo deve essere garantita la qualità superiore dei vini presenti, mediante la sigla DOC o IGT, per almeno il 30% del totale. Viene certificato anche l’uso dell’olio extravergine d’oliva 100%, indispensabile per un gusto genuino ed inconfondibilmente italiano.

Dopo la raccolta del materiale valutativo, i dati vengono trasmessi in patria dove il Comitato di Valutazione li esamina ponderatamente per decidere riguardo il rilascio della certificazione necessaria al conferimento del titolo.

Sono diversi i ristoranti di Caracas ai quali è stato riconosciuto l’attestato di qualità negli ultimi tre anni. Tra questi spiccano: “Da Guido”, “El Nuevo Da Vittorio”,“Favola”, “Il Caminetto”, “Il Piccolo”, “L’Osteria”, “La Tabernita Escondida”, “Mezzanotte”, “New Spizzico”, “Pazzo”, “San Pietro”  e “Vitrina”.

Ricevuti attestato e targa, in caso di esito positivo, Cavenit organizza un evento per la sua consegna ufficiale che vede la partecipazione dei mezzi di comunicazione e di personalità illustri, provenienti dal paese natio e d’accoglienza.

L’ultima tappa dell’iniziativa prevede la partecipazione, riservata ai locali più votati dai clienti, al premio annuale “Ristoranti Italiani nel Mondo”. Al concorso partecipano in maniera esclusiva, ovviamente, i ristoranti  che possono fregiarsi del Marchio Ospitalità Italiana. I vincitori saranno invitati con tutti gli onori del caso nel Belpaese per la premiazione alla presenza di stampa, epsonenti dello spettacolo, del settore commerciale e della politica.

Insomma, una garanzia di qualità genuinamente italiana per i consumatori ed un’opportunità da non lasciarsi sfuggire per i ristoratori!

Lorenzo Di Muro

Condividi: