Alonso svetta a Montreal

ROMA – Fernando Alonso ha sferrato la zampata finale nella seconda sessione di prove libere del Gran premio del Canada di F1, sul circuito Gilles Villeneuve di Montreal. Lo spagnolo della Ferrari ha realizzato il miglior tempo (1’14.818), davanti al britannico Lewis Hamilton (Mercedes), staccato di appena 12 millesimi. Terzo Romain Grosjean (Lotus, 1’15.083). Sesto crono per Felipe Massa con la seconda Ferrari, staccato dal compagno di squadra di 0.436 millesimi. Settimo Sebastian Vettel (Red Bull) con il tempo di 1’15”280.

Su una pista asciutta per quasi tutti i 90 minuti Alonso ha percorso 48 giri totali, compresa un long-run per provare le condizioni di gara, verso la fine della sessione. Il vice campione del mondo 2012 a quel punto si era già assicurato il miglior crono della giornata, con gomme super tenere, mettendosi alle spalle anche Hamilton, soprannominato ‘Mister Montreal’ per le tre vittorie conquistate su quella pista.

In mattinata era stato l’altro britannico Paul Di Resta (Force India) il più veloce in 1’21”020, davanti al connazionale Jenson Button (McLaren, 1’21”108) ed al francese Romain Grosjean (Lotus, 1’21”258).

Il finlandese Kimi Raikkonen (anche lui su Lotus) ha percorso una ventina di giri con gomme super morbide in vista della gara, senza cercare la prestazione cronometrica (11/o alla fine). Grosjean, secondo lo scorso anno a Montreal (suo miglior risultato in F1) ha preceduto la migliore delle Red Bull, quella di Mark Webber, la Mercedes di Nico Rosberg (quinto), la Ferrari di Massa e la Red Bull di Vettel. Massa è stato davanti a tutti nella prima parte della sessione quando la maggior parte degli altri piloti ha testato i nuovi pneumatici sperimentali portati dalla Pirelli, a mescola ‘media’, in previsione del prosieguo della stagione, a partire da Silverstone.

Nell’ultimo terzo della sessione sia Massa che Alonso hanno completato le simulazioni di gara provando entrambe le mescole di pneumatici che saranno utilizzate nella gara di domenica.

I riscontri cronometrici raccolti sono stati soddisfacenti. Tranne per un po’ di tempo perso in mattinata a causa della pista umida, tutte le squadre si sono dedicate ad un programma di lavoro classico, con il pensiero rivolto alle qualifiche di sabato, che secondo il meteo dovrebbero svolgersi sotto la pioggia, ma soprattutto alla gara di domenica, quando dovrebbe invece esserci qualche raggio di sole in più. Una terza sessione di libere è prevista per sabato mattina. Infine il caso-gomme. Mercedes e Pirelli compariranno davanti al Tribunale della Fia il prossimo 20 giugno.

La data è stata fissata per la prima udienza relativa al caso del test svolto a Barcellona dalla scuderia di Barckley con i nuovi pneumatici e soprattutto con la monoposto del 2013, cosa vietata dal regolamento sportivo della federazione. Ma sia la Mercedes che l’azienda fornitrice unica delle gomme in F1 hanno ribadito di non aver violato le norme.

Condividi: