Tagliacozzo

I primi riferimenti al borgo di Tagliacozzo ci sono nell’XI sec., nonostante la zona fosse abitata fin dall’etàdel bronzo .
Nel corso dell’XI sec. il territorio di Tagliacozzo fu inglobato nella Contea dei Marsi, che faceva parte del Regno di Napoli.
Nel 1268 a Tagliacozzo ha avuto luogo una storica battaglia tra Carlo d’Angiò e Corradino di Svevia, che ha visto il primo vittorioso impossessarsi del Regno di Napoli, segnando la fine del dominio della dinastia degli Hohestaufen in Italia.
Nella metà del XII sec. il feudo passo agli Orsini, che costruirono il Palazzo Ducale e numerose altre chiese.
Nel 1400 Alessandro V ottenne l’annessione della Contea dei Marsi allo Stato Pontificio, e conferò la titolarità del feudo agli Orsini, che lo mantennero fino alla metà del ‘400, quando il Ducato passò nelle mani dei Colonna. I Colonna, pian piano spostarono il centro del Ducato verso Avezzano e Tagliacozzo perse via via importanza.
I Colonna mantennero il Ducato fino al 1806 quando furono soppressi i feudi.
Diopo l’unità d’Italia Tagliacozzo attraversò un periodo buio dovuto al fenomeno del brugantaggio e al fatto che fosse poco inserita nell’evoluzione che stava segnando il resto del territorio circostante.
Oggi Tagliacozzo è un importante sede di villeggiatura estiva ed invernale grazie all’aria salubre, alla bellezza del luogo e al buon cibo.

Un borgo all’ombra della montagna
Tagliacozzo è un borgo altomedievale splendidamente conservato (fa parte de “I Borghi più belli d’Italia”) posto alle pendici del Monte Bove su un pendio ripidissimo: da qui forse il toponimo, che significa taglio nella roccia.
Tagliacozzo è posto su un pendio molto ripido, perciò molti vicoli sono costituiti da scalinate.
Il borgo è circondato da faggete ed è un’ottima base per le escursioni sui monti Simbruini.
La parte più antica del borgo è circondata da una cinta muraria del ‘400 che in origine aveva cinque porte di accesso ed era difesa da un castello, (oggi in rovina) e si snoda in una serie di vicoli e scalinate che si arrampicano ripide dalla parte più bassa fino al palazzo Ducale e alla chiesa di Santi Cosma e Damiano.

Da non perdere a tagliacozzo
Una passeggiata per i vicoli del centro storico per ammirare le chiese, gli antichi palazzi, i portali e le scalinate.
In particolare sono da vedere il Trecentesco Palazzo Ducale e la stupenda piazza dell’Obelisco, una delle piazze più belle d’ Abruzzo.
La chiesa Trecentesca di San Francesco, con il rosone e portale romanico, e il chiostro adiacente con gli affreschi originali del ‘600; la chiesa dei Santi Cosma e Damiano, un tempo convento.

PIATTI TIPICI DI TAGLIACOZZO
Pan dell’orso – è il dolce simbolo della zona, nato dalla reinterpretazione di una vecchia ricetta. E’ un impasto di farina, uova, mandorle, miele, zucchero e burro, ricoperto con un file strato di cioccolato.

Cazzellitti con i fagioli o con gli orapi – gnocchetti fatti a mano con farina e acqua bollente, lessati nell’acqua di cottura degli orapi e conditi con gli orapi saltati in padella con aglio, olio, e peperoncino, oppure conditi con i fagioli a mo’ di minestra.
Altri piatti tipici: sagne e fagioli; surgitelli” (gnocchi) con rape; ciambelle salate; marri; fileroni (fiadoni);dolci di Pasqua; ventresca.

COME ARRIVARE A TAGLIACOZZO
In auto:

Da Roma: percorrere la A24 fino all’uscita di Tagliacozzo; poi prendere la strada statale ss5 quater fino al borgo.
Da Pescara: percorrere la A25 direzione Roma fino all’uscita di Magliano dei Marsi; poi prendere la strada statale sp62c e quindi la ss5 direzione Roma fino a Tagliacozzo.
Da L’Aquila: percorrere la A24 direzione Roma fino allo svincolo Torano, quindi la A25 direzione Pescara fino all’uscita di Magliano dei Marsi; poi prendere la strada statale sp62c e quindi la ss5 direzione Roma fino a Tagliacozzo.
Da Napoli: prendere la A1 direzione Roma fino a Sora, da qui la ss690 per Avezzano fino allo svincolo con la ss579. Quindi proseguire fino all’imbocco della Tiburtina Valeria ss5 direzione Roma fino a Tagliacozzo
Da Bari: prendere la A22 direzione Pescara e da lì la A25 direzione Roma fino all’uscita di Magliano dei Marsi; poi prendere la strada statale sp62c e quindi la ss5 direzione Roma fino a Tagliacozzo.
In bus:
Da Avezzano: le Autolinee ARPA (Autolinee Regionali Pubbliche Abruzzesi) collegano Tagliacozzo ad Avezzano con frequenti corse.
In treno:
Da Pescara e da Roma: stazione ferroviaria principale Tagliacozzo
In aereo:
Aeroporto internazionale d’Abruzzo “P. Liberi” di Pescara (130 Km).
Aeroporto internazionale “L. Da Vinci” di Roma Fiumicino (120 Km)