Caracas: rapita e rilasciata giovane connazionale. La madre: “Sta bene”

CARACAS – Giovedì 12 giugno, alla piena luce del giorno, è stata sequestrata Maria Angela Cipriano, in seguito rilasciata dopo oltre 36 ore di prigionia. La giovane è figlia degli attuali proprietari dell’antico quanto famoso punto di ritrovo italiano, il Caffé Billiares Nico (di recente espansosi a Trattoria).

Raggiunta telefonicamente, la madre delle due ragazze, ancora percibilmente scossa, ci ha raccontato la dolorosa catena di eventi che ha visto le figlie involontarie protagoniste:

-L’azione criminale ha avuto luogo in una mattinata di lavoro come le altre (nella quale la venticinquenne si trovava presso il proprio studio dentistico, sito nel quartiere di Valle Abajo) – ci ha spiegato la Sig.ra Franca – Maria Angela era in compagnia della sorella, di appena ventitre anni, quando ha sentito suonare il campanello e naturalmente è andata ad aprire.

Questo normalissimo gesto ha dato il via al rapimento, che tuttavia ha coinvolto solo la sorella maggiore. I malviventi infatti hanno deciso di non portare con se la giovanissima e la sua vettura, dotata di sistema di tracciamento satellitare.

Per il rilascio della nostra giovane connazionale, avvenuto venderdì 13, è stato richiesto l’esborso di un’ingentissima somma, che la famiglia si è vista costretta a versare per poterla riabbracciare.

La Sig.ra Franca ci ha in seguito rassicurato sulle condizioni di Maria Angela e della sorella Nicole, nonostante “il grande spavento e il dolore che si può immaginare”.

Pare che la famiglia Cipriano stia però pensando seriamente di vendere le proprie attività in suolo venezuelano, ritornando in Italia o dirigendosi verso altri lidi, pur di non essere costretta a rivivere l’incubo, viste anche le persistenti minacce di cui continua ad essere oggetto.

L.D.M.

Condividi: