Maduro anuncia captura del Jefe del Seniat Vargas

Pubblicato il 20 giugno 2013 da redazione

LARA- El Presidente Nicolás Maduro anunció la captura “in fraganti” del jefe del Seniat en Vargas, de quién precisó el jefe de Estado, comandaba una gran red de corrupción en ese organismo en la entidad costera.

“Yo se los dije antes de irme a Italia: por allí tenemos listo a un bandido para capturarlo. Ayer capturamos al jefe del Seniat en La Guaira, capturado con toda su banda; un ladrón. Le allanamos una propiedad en el Este de Caracas y tenía intenciones de fugarse con varios millones” precisó el mandatario desde el estado Lara, en la inspección del desarrollo habitacional “Aves de Yucatán” en el estado Lara.

Maduro hizo un llamado a todo el pueblo para que lo acompañe en la lucha contra la corrupción. “Yo anuncié una lucha contra la corrupción y este hombre estaba libre. Eso no lo vamos a permitir”.

Asimismo se refirió al caso de la ex presidenta de Indepabis, Consuelo Cerrada. “Por allí esta mujer se presentó ante la Fiscalía y declaró como gallito de pelea. Yo no me voy a pronunciar sobre eso hasta tanto culmine la investigación, pero ella debe asumir que tiene una responsabilidad política, de que muchos de los jefes de Indepabis estuvieran robando en sus narices”.

Criticó que “el enemigo comenzó a colocar a la ex presidenta de Indepabis como víctima y ya varios medios le dedicaron su espacio.

Toda corrupción es antichavista y capitalista. Es un contrarevolucionario aunque se vista de rojo”.

El jefe de Estado destacó su gira internacional, el encuentro con el papa Francisco en Roma, así como también las reuniones bilaterales con los presidentes de Italia, Francia y Portugal.

Durante su alocución se refirió al caso de la jueza María Lourdes Afiuni afirmando que su acción liberando a Eligio Cedeño fue “muy grave” ya que dejó en libertad a una persona que estaba bajo juicio por lavado de dinero que, según Maduro, era proveniente de la droga, alegando que Afiuni “lo metió en su oficina, lo sacó protegido, lo metió en un carro y lo soltó en libertad de manera ilegal, si eso lo hace un juez es doblemente culpable” recordó que los jueces están para hacer cumplir las leyes y proteger así a la sociedad.

Ultima ora

10:24Gerusalemme: fonti, rinviata visita Mike Pence

(ANSAmed) - TEL AVIV, 14 DIC - La visita dal 17 al 19 dicembre del vicepresidente Usa Mike Pence in Israele e nella regione è stata rinviata "di qualche giorno". Lo afferma una fonte a Gerusalemme secondo cui la decisione è legata all'esigenza della presenza di Pence al Congresso Usa. La visita - secondo la stessa fonte - è stata riprogrammata per la metà della prossima settimana.

10:01Tunisia: disordini ieri sera nella capitale

(ANSAmed) - TUNISI, 14 DIC - E' tornata la calma nel quartiere popolare del Kram di Tunisi, dopo gli scontri ieri sera tra forze dell'ordine e un gruppo di giovani sceso in strada per protestare contro il trattamento brutale, secondo alcuni testimoni, riservato dalla polizia a un pescivendolo del quartiere. Dopo l'uso di gas lacrimogeni per disperdere i manifestanti la situazione è tornata alla normalità, riferiscono i media locali.

10:00Giappone: indennizzo governo a operaio Fukushima

(ANSA) - TOKYO, 14 DIC - Il ministero del Lavoro giapponese ha certificato il diritto all'indennizzo delle spese mediche per un ex operaio della centrale nucleare di Fukushima, ammalatosi di leucemia dopo un'eccessiva esposizione alle radiazioni. Secondo il canale pubblico Nhk, l'uomo, poco più che quarantenne, ha lavorato 19 anni per la Tokyo Electric Power (Tepco), il gestore dell'impianto che ha subito le maggiori conseguenze dello tsunami e la successiva dispersione delle radiazioni. L'operaio è stato esposto a 99,3 millisieverts di radiazioni; un valore che secondo il ministero della Salute nipponico può causare la leucemia. Si tratta della quarta persona in Giappone a vedere riconosciuti i propri diritti ad un rimborso, dopo aver certificato lo sviluppo della leucemia e il cancro alla tiroide, come conseguenza delle condizioni di lavoro. Dalla catastrofe di Fukushima circa 56.000 persone sono state impiegate per i lavori di smantellamento dell'impianto fino al maggio di quest'anno.

09:59Somalia: kamikaze contro polizia, almeno 10 morti

(ANSA) - MOGADISCIO, 14 DIC - E' di almeno 10 morti il bilancio di un attacco contro una accademia di polizia a Mogadiscio. Un attentatore suicida si è infiltrato tra gli agenti, facendosi esplodere durante l'addestramento del mattino.

09:57Birmania: Msf, almeno 6.700 Rohingya uccisi in un mese

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Almeno 6.700 Rohingya, inclusi 730 bambini sotto ai 5 anni, sono stati uccisi tra agosto e settembre scorsi in Birmania: lo denuncia Medici senza Frontiere (Msf) in uno studio pubblicato online. Il bilancio ufficiale delle autorità birmane riferito allo stesso periodo è di 400 vittime, scrive la Bbc, la maggior parte indicate come "terroristi islamici". Dalle violenze di agosto sono oltre 645.000 i Rohingya fuggiti in Bangladesh, afferma Msf. La maggior parte delle vittime, stima Msf, sono state uccise da colpi di arma da fuoco, molte altre bruciate vive nelle proprie case date alle fiamme o picchiate a morte. "I numeri sono sottostimati, non abbiamo monitorato tutti i campi rifugiati", spiega Msf, che ha raccolto testimonianze tra i Rohingya fuggiti in Bangladesh: "Abbiamo resoconti su intere famiglie bloccate nelle case poi date alle fiamme". Sulla base dei dati esaminati, Msf stima che le vittime nel mese di agosto possano superare le 13.000 persone.

07:57Terremoti, sequenza sismica nel Canale di Sicilia

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Sequenza sismica nel Canale di Sicilia: nella notte si sono registrate almeno 5 scosse di terremoto di magnitudo superiore a 2, le più forti di 3.9 e 3.7 alle 2:13 e alle 2:59. Epicentri circa 60 km a sud della ragusana Modica. Già ieri altre due scosse di magnitudo 3.5 e 3.6 erano state registrate nella zona tra le 12 e le 13. Non si segnalano danni a persone o cose.

01:19Calcio: Gattuso “Donnarumma passa per mostro, ma non lo è”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Gennaro Gattuso prende le difese di Gianluigi Donnarumma, "pur rispettando i tifosi" che hanno contestato il portiere durante Milan-Verona. "Si sta facendo passare un ragazzo così giovane - spiega l'allenatore dei rossoneri - come un mostro. Non se lo merita, ha valori incredibili. Dobbiamo tutelare un ragazzo in grandissima difficoltà. Non ha saltato mai un allenamento o una partita, dopo il pareggio con il Benevento ha pianto. Io vedo un ragazzo che si allena con grande professionalità e voglia: è il portiere più forte del mondo e un grandissimo uomo". Gattuso commenta le voci di mercato sul portiere: "Se la società dice che non vuole vendere, cosa devo dire di più? Gigio non mi ha mai detto che vuole andar via. E non ho detto che Mino sta convincendo il ragazzo. Vediamo come andrà a finire".

Archivio Ultima ora