Eugenio Bennato in concerto a Caracas

Pubblicato il 21 giugno 2013 da redazione

CARACAS – Centinaia di mani in aria e piedi ribelli hanno accompagnato giovedì sera i ritmi irresistibili del concerto “Balla la nuova Italia” di Eugenio Bennato ed il suo gruppo Taranta Power, organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura ed il Consolato d’Italia, in collaborazione con il Centro Italiano Venezuelano che ha ospitato l’evento.

Caracas è la prima tappa del tour sudamericano che li porterà a Buenos Aires, San Paolo e Santiago e – come lo stesso cantautore ha tenuto a precisare – rappresenta un ritorno che da tempo sognava, da quando era arrivato al seguito della sua famiglia nel ‘59 per cantare su una delle ultime navi che portava i nuovi migranti.

“Fu un’esperienza indimenticabile – ricorda – vedere i profili delle montagne che si ingigantivano all’orizzonte, sempre mi è rimasto quel ricordo affascinante”

Bennato parla volentieri, risponde senza lesinare le parole per comunicare il senso del suo percorso artistico che da fondatore della Nuova compagnia di canto popolare nel ‘69, ha voluto sempre rimanere incollato alla realtà della sua terra, della gente, ma senza smettere di approfondire e arricchire la ricerca musicale e storica che conduce.

-Chi sono i Taranta Power? –

-L’artista ci spiega: “Sono i protagonisti di questo spettacolo che trascende il tipico concerto e si fa interprete di sonorità caratterizzanti la tradizione meridionale, fatta di ritmi e strumenti tipici: la voce, il corpo, il tamburello, la chitarra sonante e molti altri ancora. Sono gli strumenti di chi voce non ne aveva, di un’Italia oppressa, che oggi diventa veicolo di un fenomeno di ribellione pacifica alla civiltà globalizzata (che appiattisce le identità culturali) e di riappropriazione dei valori più intimi della propria cultura, attraverso la musica e la Taranta in particolare”.

-“Perciò sento una responsabilità per il messaggio che cerco di trasmettere e di cui mi faccio portavoce, quello fondamentale della speranza”- ha precisato.

Tra le tante iniziative collezionate – a partire dalla fondazione della “Nuova compagnia di canto popolare” a cavallo tra gli anni 60’ e 70’, fino alla partecipazione al prestigioso festival dei due mondi di Spoleto nel 2010 – c’è l’apertura a Bologna di una scuola di danze popolari, come la Taranta e la Pizzica. Il dato che va sottolineato è il grande successo riscontrato tra il pubblico giovanile – si tratta di movimenti musicali e culturali che nascono dal basso – che lo ha portato a diffondersi anche a Firenze e Torino.

“Questo è un fenomeno giovanile – precisa infatti – come testimonia la partecipazione a questo spettacolo di artisti straordinari quanto giovani”: Stefano Simonetta al basso, la cantante Sonia Totaro “tra le più brave suonatrici di tamburello d’Italia, ancora ventunenne e proveniente da una famiglia che studia gli strumenti di arte popolare”, la cantante e danzatrice Chiara Carnevale, che ha incantato la platea del CIV con i suoi passi tarantolati (è il caso di dirlo).

Una menzione speciale merita sicuramente il chitarrista Ezio Lambiase, che ha entusiasmato il pubblico con i suo assoli e la grande passione che infondeva sulle corde, anche tramite uno scalmanato accompagnamento del corpo alle note.

Eugenio Bennato ha poi confessato che “la musica è un mezzo di comunicazione potentissimo, che a differenza della fisica – matteria in cui il polivalente artista si laureò presso l’Università di Napoli – permette di spaziare e trovare risposte senza attenersi a schemi fissi e regole esatte”.

Al termine dello spettacolo, il presidente del CIV Pietro Caschetta ha consegnato al cantautore una targa ricordo della serata, chiamando sul palco gli organizzatori per ringraziarli dell’opportunità offerta.  Il Console Generale Giovanni Davoli ha preso dunque la parola per rivolgere un affettuoso saluto alla comunità in occasione del suo imminente trasferimento in altra sede.

Lorenzo Di Muro

 

Ultima ora

07:57Terremoti, sequenza sismica nel Canale di Sicilia

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Sequenza sismica nel Canale di Sicilia: nella notte si sono registrate almeno 5 scosse di terremoto di magnitudo superiore a 2, le più forti di 3.9 e 3.7 alle 2:13 e alle 2:59. Epicentri circa 60 km a sud della ragusana Modica. Già ieri altre due scosse di magnitudo 3.5 e 3.6 erano state registrate nella zona tra le 12 e le 13. Non si segnalano danni a persone o cose.

01:19Calcio: Gattuso “Donnarumma passa per mostro, ma non lo è”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Gennaro Gattuso prende le difese di Gianluigi Donnarumma, "pur rispettando i tifosi" che hanno contestato il portiere durante Milan-Verona. "Si sta facendo passare un ragazzo così giovane - spiega l'allenatore dei rossoneri - come un mostro. Non se lo merita, ha valori incredibili. Dobbiamo tutelare un ragazzo in grandissima difficoltà. Non ha saltato mai un allenamento o una partita, dopo il pareggio con il Benevento ha pianto. Io vedo un ragazzo che si allena con grande professionalità e voglia: è il portiere più forte del mondo e un grandissimo uomo". Gattuso commenta le voci di mercato sul portiere: "Se la società dice che non vuole vendere, cosa devo dire di più? Gigio non mi ha mai detto che vuole andar via. E non ho detto che Mino sta convincendo il ragazzo. Vediamo come andrà a finire".

01:08Mirabelli: “Donnarumma? Sappiamo da dove viene male”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - "Non tutte le colpe sono di Gigio Donnarumma. Purtroppo sappiamo da dove viene il male, speriamo nei prossimi mesi di risolvere il problema". Nelle parole del ds del Milan, Massimiliano Mirabelli, c'è un chiaro riferimento all'agente Mino Raiola: "Gigio dovrà venire a supplicarci di mandarlo via. Semmai dovesse succedere, qualsiasi squadra arrivi detteremo noi le condizioni. Non ci facciamo prendere per il collo da nessuno. Io credo che un giorno si accorgerà dove sta il bene e dove sta il male".

01:07Calcio: Letta, fossi in curva fischierei Donnarumma

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "Mi spiace dirlo, ma fossi in Curva a #SanSiro, stasera #Donnarumma lo fischierei". E' il tweet con cui Enrico Letta, tifoso del Milan ed ex presidente del Consiglio, interviene sulla vicenda Donnarumma. Il portiere dei rossoneri, dopo che nei giorni scorsi il suo procuratore Mino Raiola ha chiesto di annullare il contratto appena rinnovato con il club, è stato fischiato e insultato dai tifosi stasera a San Siro, prima della partita di Coppa Italia vinta sul Verona.

00:27Calcio: Premier, Manchester City vittoria con il record

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Tutto invariato al vertice della Premier League, dopo le partite del turno infrasettimanale, valide per la 17/a giornata. Vincono i due Manchester, che restano separati di 11 punti in classifica: il City leader s'impone sul campo dei gallesi dello Swansea per 4-0 (15/a vittoria di fila e record), con doppietta di David Silva, reti di De Bruyne e Aguero, in campo da titolare. E' la 15/a vittoria di fila per la squadra di Guardiola, un record per il campionato. Il City non ha faatto bottino pieno l'ultima volta il 21 agosto. Lo United si è imposto per 1-0 in casa contro il Bournemouth, grazie a un gol di Romelu Lulaku, servito da Juan Mata. al 25'. Successo anche per Antonio Conte e il Chelsea sul campo dell'Huddersfield per 3-1. Di Bakayoko, Willian e Pedrito le reti. Senza gol, infine, uno dei tanti derby di Londra, quello fra West Ham United e Arsenal.

00:16Calcio: Germania, Bayern di misura e ora a +9 sullo Schalke

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Basta un gol del polacco Robert Lewandowski, al quarto d'ora della ripresa, per regalare la vittoria al Bayern Monaco, nella 16/a giornata della Bundesliga. Opposti al Colonia, i bavaresi si sono imposti per 1-0 e adesso hanno un vantaggio di 9 punti sullo Schalke 04, che ha dovuto faticare contro l'Augusta, piegata per 3-2. Di Di Santo al 44' l'1-0, Burgstaller firma il raddoppio al 47', poi arriva la riscossa ospite: al 19' della ripresa Caiuby accorcia le distanze, Gregoritsch pareggia. A 7' dal 90' Caligiuri fa esplodere l'AufSchalke Arena, regalando 3 punti ai 'suoi'. Adesso in classifica Bayern 38 punti, Schalke 29, il Lipsia è a quota 28, dopo essere stato fermato sul pareggio in trasferta dal Wolfsburg (di Verhaegh il vantaggio dei padroni di casa, di Halstenberg il pari ospite). (ANSA).

00:05Calcio: ottavi Coppa Italia, Milan batte Verona 3-0

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il Milan batte il Verona 3-0 e si qualifica per i quarti di finale della Coppa Italia, dove troverà i 'cugini' dell'Inter, che ieri sera hanno superato ai rigori il Pordenone. I gol che hanno deciso il match sono stati realizzati al 22' da Suso, al 30' da Romagnoli e, nella ripresa, al 10' da Cutrone. Fischi e contestazione a Donnarumma prima dell'inizio del confronto.

Archivio Ultima ora