Piemonte

Pubblicato il 27 giugno 2013 da redazione

Il Piemonte (Piemont in piemontese, occitano e arpitano) è una regione dell’Italia nord-occidentale di 4.450.359 abitanti con capoluogo Torino. Confina ad ovest con la Francia (regioni Rodano-Alpi e Provenza-Alpi-Costa Azzurra), a nord-ovest con la Valle d’Aosta, a nord con la Svizzera (cantoni Vallese e Ticino), ad est con la Lombardia, a sud-est con l’Emilia-Romagna (per poco meno di 8 km) e a sud con la Liguria. Piemonte significa ai piedi del monte (pedemontium), cosi definito perché circondato su tre lati dalle montagne delle Alpi Occidentali e dell’Appennino Ligure. La montagna piemontese ha un aspetto imponente ed aspro: infatti le sommità al di sopra dei tremila metri scendono rapidamente verso la pianura. La sua caratteristica, nella zona occidentale della regione, è infatti di essere priva di prealpi come tutte le altre regioni alpine. Da ciò deriva il toponimo Piemonte che significa appunto “al piede dei monti”. Il Piemonte conta 1.072 piccoli comuni pari al 88,9% dei 1.206 comuni piemontesi. I residenti nei p.c. sono 1.322.778, pari al 29,8% della popolazione regionale

Saluzzo (CN)
Saluzzo è una piccola affascinante città in provincia di Cuneo, dove le valli del Monviso si aprono su una pianura ricca di frutteti.
Capitale di un Marchesato quattro volte secolare, ha conservato pressoché intatte, nelle soluzioni urbanistiche di fine ’400, le sue caratteristiche storiche.

Il centro storico si distende a ventaglio sulla collina ed era in origine racchiuso da una duplice cerchia di mura. Sovrastato dall’imponente Castiglia, il borgo è tutto un susseguirsi di viuzze acciottolate, ripide gradinate, chiese ed eleganti palazzi nobiliari con logge ed altane, raccolti attorno a giardini nascosti.

Saluzzo è un delizioso polo gotico-piemontese: la capitale dell’irriducibile Marchesato, aperto alle suggestioni della Riforma e alle leggiadrie della poesia provenzale, conserva l’intera struttura trecentesca della città di rosso mattone locale e di grigiazzurra pietra alpina.

Di notevole interesse:
– il Duomo,si distingue per le sue forme tipiche dell’architettura sacra tardo gotica. Costruito fuori dalle mura, appena oltre Porta Santa Maria, tra il 1491 ed il 1501, è dedicato a Maria Assunta ed è sede vescovile fin dal 1511.

– il complesso di chiesa e chiostro di San Giovanni, fu la chiesa principale della città fino al 1501. Armoniosamente inserita nel contesto architettonico medievale del borgo antico, fu sede dei Domenicani dal 1325 e, nel corso dei secoli, subì numerosi rimaneggiamenti.

– Casa Cavassa è un significativo esempio di dimora signorile rinascimentale. Risalente al XV secolo, fu residenza dei Marchesi di Saluzzo fino al 1464 quando il Marchese Ludovico II ne fa dono al Vicario Generale Galeazzo Cavassa. Ospita attualmente la sede del Museo Civico e raccoglie un’apprezzabile collezione di arredi d’epoca, nonché molti reperti archeologici e cimeli di Silvio Pellico.

– la Castiglia, fu la residenza fortificata dei Marchesi di Saluzzo, dinastia secolare che giunse a contendere ai Savoia il dominio del Piemonte. Edificata inizialmente come roccaforte dal Marchese Tommaso I tra il 1271 e il 1286 insieme al primo sistema di mura cittadine per sostituire l’antico Castel Soprano, il castello viene ampliato nel corso dei secoli, dotandolo nel tempo di ben quattro torri, bastioni, ponte levatoio e fossato. Nel corso del XV secolo, viene trasformato in dimora signorile dal Marchese Tommaso III e dal nipote Ludovico II.

– la torre civica, inglobata nella massiccia mole dell’Antico Palazzo Comunale, è il simbolo del rinnovamento epocale che vide Saluzzo divenire una piccola ma ambiziosa capitale rinascimentale. Edificata intorno al 1460, ospita la storica campana che per secoli ha scandito la vita della città. Inoltre al terzo piano dell’Antico Palazzo Comunale è visitabile la Pinacoteca del pittore Matteo Olivero.

Dall’alto del colle, la visione dell’incombente Monviso spiega, meglio dei libri, una certa seriosità del carattere piemontese.

Curiosa la comparsa del Monviso nel logo della Casa cinematografica Paramount, ispirata dalla foto di casa di due operai saluzzesi emigrati a Hollywood.

Da visitare inoltre la casa natale di Silvio Pellico diventata museo da poco.

Pochi chilometri a nord di Saluzzo l’Abbazia di Staffarda, conservata benissimo, ricorda ritmi e modi del vivere contadino a servizio dei monaci nel Medioevo.

Subito a sud di Saluzzo, il Castello di Manta conserva affreschi trecenteschi illustranti il gioioso e libero stile di una Corte del Gotico Internazionale: la Fontana della Giovinezza, il Salone degli Eroi.

Splendide testimonianze d’arte, d’artigianato e di storia, nella città e nel territorio circostante, tracciano itinerari di sicuro interesse.

La Scheda del borgo
In aereo
Aeroporto “Sandro Pertini” Torino Caselle www.aeroportoditorino.it – tel. 011 5676361/2

Aeroporto “Olimpica” Cuneo Levaldigi www.aeroporto.cuneo.it- tel. 0172 374374

In auto
Autostrada A6 (Torino – Savona), uscita Marene: ci si immette sulla S.S. 662 in direzione Savigliano e si prosegue fino a Saluzzo (20 km circa).

Autostrada A 21 (Torino – Alessandria – Piacenza), uscita Asti est: ci si immette sulla S.S. 662 per Alba – Bra, si prosegue per Marene -Savigliano e quindi si giunge a Saluzzo.

Autostrada A 55 (Torino – Pinerolo), all’uscita si seguono le indicazioni per Cavour – Saluzzo.

Tangenziale Sud di Torino, uscita La Loggia: quindi si seguono le indicazioni per Saluzzo.

In treno
Per informazioni sugli orari, consultare il sito di Trenitalia: www.trenitalia.it

In autobus
Da e per Torino, Cuneo e valli: linee giornaliere autobus ATI: www.atibus.it

 

Ultima ora

11:41Doping: Froome, Team “farmaco usato in dosi consentite” (3)

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il Team Sky in una nota ricorda che il salbutamolo "è consentito dalle regole WADA (senza necessità di TUE, esenzione per uso terapeutico) se inalato fino a un massimo di 1.600 microgrammi (mcg) per un periodo di 24 ore e non più di 800 mcg per 12 ore. Froome era stato avvisato dall'Uci che dal controllo sulle urine del 7 settembre era emersa una concentrazione di Salbutamolo a un livello che gli impone di fornire informazioni per confermare di aver inalato non più della dose ammissibile. L'analisi indicava la concentrazione di 2.000 nanogrammi per millilitro (ng / ml), rispetto alla soglia WADA di 1.000 ng / ml. Nessuno degli altri 20 test delle urine effettuati da Chris ha richiesto ulteriori spiegazioni". La squadra di Froome sottolinea poi che "esistono variazioni significative e imprevedibili nel modo in cui il salbutamolo viene metabolizzato ed escreto. Di conseguenza, l'uso di dosaggi consentiti di Salbutamol può talvolta portare a elevate concentrazioni urinarie, che richiedono una spiegazione".

11:39Maltempo: altra frana nel Lecchese, è la terza in due giorni

(ANSA) - LECCO, 13 DIC - Altra frana sulle strade del Lecchese, la terza in meno di due giorni. Nella notte si è verificata la caduta di massi e detriti sulla strada provinciale 65, che unisce Perledo a Esino Lario, interrotta al traffico. Sul posto i vigili del fuoco e i tecnici della Provincia di Lecco. In mattinata la rimozione del materiale caduto sulla sede stradale, quindi il sopralluogo per verificare il rischio di altri smottamenti. Dopo le precipitazioni dei giorni scorsi la zona dell'Alto Lario e della Valsassina è monitorata per il rischio di nuovi smottamenti. (ANSA).

11:34Bangladesh: Unicef, vaccinazioni per 255.000 bambini

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il governo del Bangladesh - supportato da Unicef, Oms e dall'Alleanza Globale per le Vaccinazioni (Gavi) - ha lanciato una campagna di vaccinazione contro la difterite e altre malattie prevenibili per i circa 255.000 bambini Rohingya di età compresa fra le 6 settimane e i 6 anni che vivono in 12 campi per rifugiati e insediamenti temporanei vicino al confine col Myanmar. In particolare, si tratta dei sotto-distretti di Ukhiya e Teknaf a Cox's Bazar, rende noto un comunicato dell'Unicef.

11:33Ciclismo: Tour Down under, Porte guiderà l’assalto della Bmc

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - La Bmc schiererà un vero e proprio squadrone, per tentare l'assalto al Tour Down under di ciclismo: al via della prima gara del World tour ci saranno, infatti, i vincitori delle quattro ultime edizioni, vale a dire Richie Porte, Simon Gerrans e Rohan Dennis. A completare la formazione, il campione australiano Miles Scotson, il neozelandese Patrick Bevin, il duo svizzero Tom Bohli e Danilo Wyss. Richie Porte sarà il capitano del team. Dennis ha vinto il Down Under nel 2015 e punta al bis dell'anno prossimo. Il Tour Down under si disputerà dal 14 al 21 gennaio dell'anno prossimo, con partenza da Adelaide. Nel 2018 la gara australiana celebrerà le 20 edizioni, essendo nata nel 1999.

11:31Doping: Uci chiede spiegazioni a Froome (2)

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Ha sconvolto il mondo del ciclismo la notizia della positività di Froome nelle analisi effettuate il 7 settembre, in occasione della 18ma tappa della Vuelta, il Giro di Spagna che poi il corridore britannico ha vinto. La federazione internazionale (Uci) ha già sollecitato ulteriori approfondimenti ed ha chiesto alla squadre del corridore britannico di fornire spiegazioni sull'accaduto. In ogni caso per il momento non verrà preso alcun provvedimento sanzionatorio, vista la natura della sostanza, l'antiasmatico appunto, trovato nel sangue del corridore. Il Team Sky in una nota ha ricordato che Froome "nel corso dell'ultima settimana della Vuelta ha sofferto di attacchi acuti di asma e in accordo con i medici della squadra ha aumentato il dosaggio" del farmaco nelle dosi consentite.

11:25Torino: blitz della Digos, sgomberato centro sociale Fenix

(ANSA) - TORINO, 13 DIC - Blitz della Digos di Torino al Fenix, edificio occupato dagli squatter dall'estate scorsa nel centro del capoluogo. All'alba di questa mattina, gli agenti hanno fatto irruzione nello stabile. Il Fenix, di proprietà del comune di Torino, era stato adibito a biblioteca e a punto informativo del gruppo di anarchici. Domani sera, come tutti i giovedì, era prevista un'assemblea aperta. Lo sgombero del Fenix, in corso San Maurizio angolo via Rossini, è stato espletato senza ripercussioni per l'ordine e la sicurezza pubblica. Sono in corso le operazioni di messa in sicurezza dello stabile a cura dell'amministrazione comunale proprietaria dell'edificio.(ANSA).

11:25Doping: Froome si difende,curavo asma con dosi lecite

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "Tutti sanno che soffro di asma, ma so quali sono le regole e sono stato attento a non superare le dosi consentite": questa la difesa del campione britannico Chris Froome, trovato positivo al salbutamolo a un controllo effettuato durante la Vuelta a settembre. "È noto che ho l'asma e so esattamente quali sono le regole. Uso un inalatore per gestire i miei sintomi (sempre entro i limiti consentiti) e so per certo che verrò testato ogni giorno indossando la maglia del leader della corsa".

Archivio Ultima ora