Capriles pide superar el debate de votar o no

Pubblicato il 27 giugno 2013 da redazione

CARACAS- El gobernador del estado Miranda, Henrique Capirles Radonski, sostuvo este jueves una reunión con algunos líderes de la Mesas de la Unidad Democrática (MUD) para afinar los detalles de la campaña de las municipales del próximo 8 de diciembre.
El mandatario rechazó que algunas personas se debatan entre votar o no, pues cree que la única lucha de la oposición es a través del sufragio.

“La gente se queja pero si usted no ejerce el voto cómo cambia la cosa?. Porque nuestra lucha es democrática, constitucional. el reto que tenemos es cómo vencer al poder que son los que están en el Gobierno, ver cómo participar el 8 de diciembre, cómo nos vamos a organizar”.

Al mismo tiempo sentenció que no es una contradicción protestar por la elección pasada y llamar al voto en diciembre, “porque las elecciones de alcaldes son un alcance al 14 de abril. Se nos presenta en el camino la posibilidad de poder demostrar que somos mayoría fortaleciendo la organización, preparándose mejor, teniendo mas gente y cuando viene el juego usted hace los goles; así funciona”.

Se preguntó “qué hubiese pasado si no hubiésemos votado el 14 de abril, cuál sería la realidad del país?. Nosotros debemos ser firmes en que el debate no puede ser que si se vota o no se vota, por favor, con eso le estamos haciendo un favor al gobierno, si no votamos a este gobierno no le importa. Ellos igualito van a tener sus candidatos, van a ocupar sus espacios y le van a decir al mundo que gozan de legitimidad y que los opositores no quieren participar”.

“La única forma de ganar elecciones en Venezuela es votando y que la diferencia sea lo suficientemente grande de modo que no exista la posibilidad de que con la trampita le roben el voto. Esas instituciones secuestradas por un partido no nos van a dar nada, tenemos que defender y ejercer nuestros derechos y derrotar el poder. Asé es que se ganan las elecciones”, afirmó.

Audio: “Un caliche”
En relación al audio presentado este miércoles por el Partido Socialista de Venezuela, sobre una conversación entre la diputada María Corina Machado y el historiador Germán Carrera Damas. Capriles, aseguró que es “un caliche” y el Gobierno Nacional “hizo el ridículo”.

“Sacaron un audio que no dice nada. Lo grave es que están creyendo además que van a generar intrigas y a dividir. Están equivocados. La pelea de cuchillo es allá. Aquí debe consolidarse la unidad democrática. Tenemos nuestras diferencias, pero un objetivo común que es el país”, aseveró.

El gobernador mirandino indicó que así como se reunió este jueves con candidatos, dirigentes y diputados de la unidad, sostendrá encuentros en cada una de las entidades con los 335 candidatos a alcaldes. Agregó que tiene la idea de visitar unos 200 municipios y espera acompañar a varios candidatos durante su inscripción. Acotó que no está prevista la designación de jefes de campaña estadales.

En el encuentro estuvieron presentes el alcalde mayor, Antonio Ledezma, el alcalde de Sucre, Carlos Ocariz, los diputados Julio Borges. Miguel Pizarro, Stalin González, entre otros.

Por último, Henrique Capriles invitó a los alcaldes a participar el próximo sábado en la marcha del sector universitario desde Plaza Venezuela hasta el Palacio de las Academias.

Ultima ora

22:51Donnarumma, mai detto di aver subito violenza morale

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Non ho mai detto né scritto di aver subito violenza morale quando ho firmato il contratto". E' quanto afferma Gianluigi Donnarumma su Instagram, all'indomani della contestazione subita dai tifosi del Milan a San Siro. "E' stata una brutta serata e non me l'aspettavo! Nonostante tutto guardo avanti e testa alla prossima partita... forza Milan!", ha scritto a corredo di una foto che lo ritrae in mezzo al campo mentre saluta il pubblico, con Rino Gattuso che gli batte una mano sul petto.

22:20Calcio: Bonucci, vincere al Milan è pass per la storia

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Vincere al Milan ti consegna un pass per la storia. Vi auguro di riuscirci, io sono alle prima armi con questa maglia". Così Leonardo Bonucci si è rivolto ai ragazzi del settore giovanile del Milan durante la festa di Natale: "Perché ho lasciato la Juventus? Sono successe alcune cose che hanno portato sia la società che il sottoscritto a questa decisione. Poi è arrivato il Milan, un'occasione che ho colto al volo. Anche grazie al lavoro di Fassone e Mirabelli. Con la Juventus abbiamo scelto di separarci, nella vita capitano delle discussioni".

22:10Terremoto: procura Macerata apre inchiesta su Sae

(ANSA) - MACERATA, 14 DIC - Il procuratore della Repubblica di Macerata Giovanni Giorgio ha aperto un fascicolo di indagine sui cantieri delle casette del terremoto, e le presunte irregolarità nella gestione della manodopera, denunciate dalla Cgil e dalla Fillea provinciali. Lo reso noto lo stesso Giorgio, sottolineando che "la tutela dei diritti dei lavoratori, rispetto ad ogni forma di sfruttamento e di sopruso costituisce una delle essenziali finalità del mio Ufficio". I cantieri sono appaltati al Consorzio Arcale, che ha vinto una gara bandita dalla Protezione civile nazionale. Il sindacato ha segnalato la presenza di molti lavoratori romeni, in particolare a Ussita, che verrebbero impiegati senza godere delle norme contrattuali italiane, e addirittura rimpatriati in caso di infortunio. Oggi la Cgil maceratese è stata contattata da funzionari del Governo romeno che sta conducendo un monitoraggio in varie regioni italiane proprio sul fenomeno del 'caporalato' e sullo sfruttamento di propri connazionali.

21:55Hayden morto in bici, chiesto rinvio giudizio automobilista

(ANSA) - RIMINI, 14 DIC - Il sostituto procuratore Paolo Gengarelli ha depositato la richiesta di rinvio a giudizio per omicidio stradale a carico dell'automobilista coinvolto nell'incidente a Misano Adriatico che costò la vita, nel maggio scorso, all'ex campione statunitense di motoGp Nicky Hayden, in quel momento in sella a una bici. Il pilota, poi anche di Superbike, morì il 22 maggio a 36 anni all'Ospedale Bufalini di Cesena, cinque giorni dopo essere stato investito da una Peugeot 206. La Procura della Repubblica di Rimini contesta l'omicidio stradale al conducente dell'auto, un trentenne di Morciano di Romagna, perché - come da consulenza del pubblico ministero - "in concorso di cause indipendenti con la condotta colposa del ciclista ne cagionava la morte per colpa consistita in negligenza ed imprudenza". (ANSA).

21:51Francia: scontro treno-scuolabus, ‘almeno 4 bambini morti’

(ANSA) - PARIGI, 14 DIC - "E' di almeno quattro bambini morti" il bilancio delle vittime dello scontro avvenuto nel sud-ovest della Francia tra un treno regionale ed uno scuolabus. Lo riferisce il ministero dell'Interno. Ci sono anche "24 feriti molto gravi, di cui 21 alunni, e altri tre altri che erano a bordo del treno", dice il prefetto.

21:39Calcio: Var anche in Francia, da prossima stagione in Ligue1

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Var fa proseliti e dall'anno prossimo, dopo Italia, Germania e Portogallo (per citare i campionati più importanti) farà il suo esordio anche nella Ligue1 francese. Lo ha deliberato oggi, la Lega calcio transalpina (Lfp) che ha dato il via libera alla sua introduzione a partire dalla prossima stagione.

20:53Calcio: Mertens, nessuno può vincerle tutte

(ANSA) - NAPOLI, 14 DIC - "Non siamo stanchi, le partite sono tante e non le puoi vincere tutte. Non ho mai visto una squadra che non abbia avuto un momento difficile in campionato. Noi siamo sempre lì e vedremo chi sarà avanti alla fine". Lo ha detto Dries Mertens in un'intervista a Canale 21 che andrà in onda stasera alle 20.35. L'attaccante belga ha difeso l'operato di Maurizio Sarri: "Senza di lui non saremmo dove siamo adesso. Ha molte responsabilità, fa le sue scelte, ha cambiato il Napoli e da quando allena questa squadra ha fatto diventare forti giocatori normali".

Archivio Ultima ora