Letta accelera ma resta il nodo Imu-Iva

Pubblicato il 04 luglio 2013 da redazione

ROMA  – Clima costruttivo, metodo fattivo, rapporti da intensificare, morale: ”andiamo avanti” e ”serriamo i ranghi” anche se qualche ‘nuvoletta’ all’orizzonte (Iva-Imu, debiti Pa) ancora persiste e sarà difficile vederla diradarsi presto. Due ore di vertice di maggioranza sono state sufficienti per dissipare i dubbi e le incertezze che aleggiavano negli ultimi giorni sul governo e alla fine Enrico Letta è soddisfatto.

– E’ andata bene – chiosa – il governo va avanti e ho ribadito l’impegno ad un maggior coinvolgimento dei partiti della maggioranza anche nell’approfondimento tecnico dei singoli dossier.

Miglior viatico per la successiva visita in Vaticano da Papa Francesco, che l’ha ricevuto in forma privata alle 10.45, il premier non poteva averla dall’atteso vertice di maggioranza convocato ieri di buon’ora a Palazzo Chigi, presenti Angelino Alfano, Fabrizio Saccomanni, Dario Franceschini, Filippo Patroni Griffi e i capigruppo dei partiti che sostengono la coalizione. Fissata l’agenda, con i provvedimenti che la maggioranza si fa carico di accelerare in Parlamento, a cominciare dalla riforma dell’Imu che sarà nero su bianco entro Ferragosto. Ma proprio qui cominciano le note dolenti visto che Letta – ancora prima di conoscere il punto di vista del Fmi sull’argomento (”la tassa va mantenuta”) alla fine ammette che ”non sarà semplice trovare coperture” nel bilancio 2013 e la stessa cosa vale anche per l’Iva, altro capitolo alla ricerca di un ‘tetto’ per consentire lo stop all’aumento.

Se il vertice nella Sala Verde doveva servire a rasserenare il clima, l’obiettivo è stato comunque raggiunto appieno, almeno a leggere i commenti tutti improntati all’ottimismo usciti via via, ma sullo sfondo restano vincoli irrisolti. E’ il caso della delicata partita sui debiti della Pa che il governo sta giocando col fronte imprenditoriale: dalla riunione di maggioranza escono rassicurazioni forti con l’impegno a saldare il dovuto, ma anche qui si accende subito una vis polemica dopo il ”vorrei ma non posso” del ministro Zanonanto che prima confessa ”mi piacerebbe tanto” pagare tutti i debiti della Pa entro l’anno, prima di correggere con un meno ottimistico ”ma non so se si può fare”.

Nonostante ciò, il capo governo vede rosa.

– La riunione di oggi è stata molto positiva – le parole di Letta – c’è un buon rilancio del programma di governo e soprattutto c’è questa idea di una road map che vada verso il completamento di 18 mesi di lavoro e che prevede quattro fasi e quattro obbiettivi. Questi 18 mesi sono convinto che faranno ripartire l’economia italiana e consentiranno quella riforma della politica che – ha ricordato – è l’obiettivo principale del governo che si trova davanti un ostacolo non ancora superato: la soluzione al problema dell’Iva e dell’Imu che sono le cose più complicate, perchè avvengono con il bilancio 2013 che è ancora rigido e non gode della flessibilità garantita dalla decisione annunciata da Bruxelles, mentre la copertura va tutta trovata dentro il bilancio: e ciò non è semplice.

Ostacoli a parte (se ne riparlerà il 18 luglio in un secondo vertice di maggioranza), Letta oltre alla benedizione papalina incassa anche quella dei suoi alleati di governo Pd, Pdl e Sc, con Dellai che parla di ‘vincolo politico rafforzato’, Monti che assicura ‘vogliamo una lunga vita per il governo’, Brunetta che promuove la cabina di regia e chiede, ‘ora correggere gli errori’, ed Epifani che auspica che ”alle intenzioni seguano i fatti”, più investimenti e meno tasse in primis.

Letta ha anche annunciato il ddl costituzionale sull’accorpamento delle province, che sarà all’odg del Consiglio dei ministri odierno, rispondendo così all’obiezione della Consulta. E invitato i partiti di governo a cominciare a definire insieme gli obiettivi del semestre Ue, che partirà a metà 2014: uno dei punti nevralgici indicati durante la riunione dal presidente del Consiglio per rendere più sistematica la cabina di regia governo-maggioranza.

– Un programma vero e proprio – ha detto – con il quale siamo sicuri di avviare un rilancio dell’Europa verso più Europa, com’è nell’interesse dell’Italia.

 

Ultima ora

10:53Atletica: Atleticom we run Roma a -20

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - È iniziato il conto alla rovescia per gli amanti del runninig, pronti a esibirsi il 31 dicembre nel consueto appuntamento podistico con l'Atleticom we run Rome, giunta alla 7/a edizione. La corsa su strada competitiva si disputerà sulla distanza dei 10 km, quella non competitiva sui 5. E' la manifestazione fiore all'occhiello dell'Atleticom Asd. L'edizione 2016 ha certificato lo straordinario successo, con oltre 10.000 iscritti. A tagliare per primo il traguardo nella We run Rome 2016 fu l'atleta del Burundi, Olivier Irabaruta, che superò in volata il grande favorito della vigilia, Stanley Biwott, il keniano già trionfatore nella maratona di New York. In campo femminile si registrò un'altra sorpresa: la vittoria della francese Cassandre Beaugrande, classe 1997, davanti all'azzurra Valeria Straneo. Anche quest'anno verranno ripercorsi i luoghi più ricchi di storia e di fascino della Capitale. Le iscrizioni si potranno effettuare fino al 30 dicembre, online sul portale www.werunrome.com.

10:52Droga: Gdf sequestra elicottero che trasportava cocaina

(ANSA) - CAGLIARI, 12 DIC - C'è anche un elicottero "Alouette", che veniva utilizzato per trasportare la cocaina dal continente alla Sardegna, tra i 500mila euro di beni sequestrati dalla Guardia di finanza di Cagliari a Loris Sabatucci, 41 anni, emiliano. L'uomo, secondo quanto accertato dagli investigatori, era coinvolto nel traffico di droga smantellato proprio dalla Finanza nel luglio scorso con il sequestro di 11,5 chili di cocaina e l'arresto di tre persone. Sarebbe stato proprio lui a fornire l'elicottero per trasportare la cocaina in Sardegna. "L'impiego del mezzo aereo doveva servire per evitare i controlli operati dalle Fiamme gialle negli scali portuali ed aeroportuali, ordinarie ed obbligate vie di comunicazione con il continente - spiegano dalla Guardia di finanza - ma le incisive e complesse attività investigative hanno vanificato questa 'nuova frontiera' criminale, individuando l'elicottero adibito all'illecito trasporto, atterrato e decollato, non autorizzato, fuori da sedimi consentiti". Proprio sul 41enne emiliano si sono concentrate le attività investigative condotte dal Gico della Finanza di Cagliari e in particolare una serie di verifiche patrimoniali che oggi hanno portato al sequestro preventivo di beni per 500mila euro, tra i quali, oltre all'elicottero, schermato tramite un trust registrato nello stato americano del New Mexico, tre auto e quote di due società di capitali, peraltro fraudolentemente intestate a prestanome. Il provvedimento d'urgenza è stato emesso perché tre settimane fa il 41enne è stato arrestato in provincia di Pavia in quanto coinvolto nel contrabbando di sigarette. L'uomo, assieme a due moldavi, aveva creato una fabbrica di sigarette di contrabbando. Sono state sequestrate 35 tonnellate di "bionde". (ANSA).

10:49Basket: Nba, vola Houston in testa, inatteso ko per Boston

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Vincono ancora i Rockets, per loro decimo successo di fila, e consolidano il primato nella Western Conference. Nella notte Nba si sono giocate sei partite e la formazione di Houston ha superato con il punteggio di 130.123 i New Orleans Pelicans, con il solito Harden a fare da padrone sotto canestro, con 26 punti e 17 assist. Vittoria anche peri campioni in carica, dei Golden State Warriors che passano contro Portland con il punteggio di 111-104 e inseguono da vicino i battistrada. Ancora una grande serata per Damian Lillard del Portland, che mette a segno ben 39 punti. Fra gli altri risultati della nottata va segnalata la sconfitta inattesa dei Boston Celtics per 108-85 sul campo dei Chicago Bulls. I Clippers, ancora senza Gallinari infortunato, hanno battuto i Raptors di Toronto per 96-91. Infine due sconfitte casalinghe, per Memphis a opera di Miami per 107-82 e per Oklahoma battuto dagli Hornets 116-103. (ANSA).

10:39Maltempo: acqua alta a Venezia, 102 cm sul medio mare

(ANSA) - VENEZIA, 12 DIC - Acqua alta stamane a Venezia, dove la punta massima di marea sul medio mare ha raggiunto i 102 cm alle 6.15 secondo le rilevazioni del centro previsioni maree del comune. Con questo livello - marea sostenuta pari a codice 'giallo' - è stato interessata la parte più bassa del suolo cittadino a partire da piazza San Marco. Le prime previsioni della giornata davano una massima di marea a 105 centimetri, poi il vento di scirocco che ha interessato la città per tutta la notte, è calato facendo ridurre l'altezza dell'acqua rispetto al medio mare.

10:36Sci nordico: tutto pronto a Dobbiaco per tappa cdm

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - E' arrivata tanta neve a Dobbiaco (Bolzano) ed ora è davvero tutto pronto in ogni dettaglio per l'appuntamento di Coppa del Mondo di sci nordico di sabato 16 e domenica 17 dicembre. Le piste, ora immacolate, della 'Nordic Arena' ospiteranno una 10 km per le donne e una 15 per gli uomini, da percorrere in skating nella prima giornata con partenze "interval start" e in classico (inseguimento) nella giornata successiva. Una formula che da tempo mancava nel fondo che conta, su una pista rinnovata che propone erte impegnative fino al 18% di pendenza. A Dobbiaco saranno presenti 200 atleti suddivisi in 29 nazioni, con presenze quasi certe delle stelle di Coppa Dyrhaug, Haagen Krogh e Johnsrud Sundby. La nazionale azzurra proporrà Noeckler, De Fabiani, Rastelli, Salvadori, Bertolina, Gardener, Pasini, Rigoni, Fanton e Muller. Tra le donne, Debertolis, Comarella, Ganz, Scardoni, Stürz, De Martin Topranin, Brocard e Pellegrini se la vedranno con campionesse del calibro di Oestberg, Haga e Weng.

09:46Maltempo: in Liguria fa ancora paura il Magra

(ANSA) - GENOVA, 12 DIC - I fiumi Entella a Chiavari (Genova), Vara e Magra, nello Spezzino, sorvegliati speciali perché a rischio esondazione dopo le piogge di domenica e di ieri, non hanno creato problemi ingenti nella notte, ma il Magra continua a far paura. L'Entella, che ieri aveva tracimato alla foce, senza particolari conseguenze, è calato di livello. La forza della mareggiata in diminuzione favorisce il deflusso delle acque. E' calato anche il fiume Vara, che ieri aveva superato il secondo livello di guardia nel Comune di Sesta Godano. E' sempre a livello di guardia il Magra che fa paura a Bocca di Magra, nel Comune di Ameglia, dove le acque sono cresciute di 3,7 metri. Strade, giardini e cantieri nautici allagati, senza particolari danni. Nella notte una famiglia di S. Stefano Magra è stata sfollata con gommoni. La piena del Magra si esaurirà intorno alle 10. Nello spezzino restano sfollate una trentina di famiglie. Allerta rossa in tutta la provincia spezzina, e in parte di quella di Genova fino alle 13. Il meteo migliora.

07:33New York: governo Bangladesh condanna attentato

DACCA (BANGLADESH) - Il governo del Bangladesh ha condannato l'attentato fallito a New York, il cui autore e' un immigrato di 27 anni dal paese del sud-est asiatico. ''Il Bangladesh e' impegnato nella sua conclamata politica di 'tolleranza zero' contro il terrorismo, e condanna il terrorismo stesso e l'estremismo violento in ogni forma o manifestazione ovunque nel mondo, compreso l'incidente di lunedi' mattina a New York'', ha comunicato il governo in una nota.

Archivio Ultima ora