No manovra ad ottobre, Ue: speculazioni

Pubblicato il 11 luglio 2013 da redazione

BRUXELLES  – Nessuna manovra d’autunno, nessuna nuova richiesta in arrivo da Bruxelles: la Commissione europea smentisce le voci di nuovi interventi per centrare gli obiettivi di finanza pubblica per il 2013 e anche il ministro del Lavoro Enrico Giovannini rassicura sui timori di nuovi sforzi in vista.

– Sono sicuro che il ministro Saccomanni sa tenere sotto controllo i conti, quindi ora non è previsto nulla del genere – spiega.

Ma intanto i conti italiani restano sotto stretta osservazione dell’Europa almeno finché i nodi Imu e Iva non saranno sciolti, e le coperture assicurate. Saltata la cabina di regia di ieri, si guarda all’appuntamento del 18 che in agenda aveva proprio l’Imu. Tutte le ipotesi sono ancora aperte e il Tesoro le sta esaminando a 360 gradi: dall’eliminazione completa dell’imposta sulla prima casa alla sua rimodulazione, il ventaglio delle ipotesi allo studio è ancora molto ampio. C’è anche la cancellazione per quest’anno in vista della nuova ‘tax service’ che dal 2014 dovrebbe comprendere Imu, Tares e le varie imposte locali che gravano sugli immobili.

– Stiamo ancora lavorando a un paniere da definire, cerchiamo una soluzione condivisa – ha detto il vice-ministro all’Economia, Luigi Casero, che ha spiegato come tra le priorità ci sono anche in cuneo fiscale e la detassazione del lavoro. Soluzioni in vista, invece ci sarebbero per il capitolo dell’Iva. Dopo le contestazioni sulla copertura prevista per lo slittamento dell’aumento a ottobre, realizzate con l’aumento dell’acconto Irpef, il Tesoro avrebbe già predisposto un paniere alternativo. Niente nuove tasse, bensì tagli di spesa che però, come da impegni del premier, non toccheranno né scuola né sociale.

Per questo i tempi sono stretti e le verifiche ‘politiche’ saranno fatte in tempo per presentare gli emendamenti al decreto all’esame del Parlamento. Sul nodo delle coperture, comunque, la Commissione Ue aspetta l’Italia al varco: se non saranno convincenti, gli interventi su Imu e Iva potrebbero costare una revisione delle previsioni economiche e portare fuori target il deficit che per il 2013 è al 2,9%, cioé pericolosamente vicino al tetto del 3%. Se si sforasse il parametro di Maastricht infatti, la conseguenza sarebbe facile da prevedere: a maggio si riaprirebbero le porte della procedura da cui siamo appena usciti, come è successo a Malta, che a maggio è tornata sotto procedura dopo soltanto un anno di ‘libertà’ sui conti. Questo perché la libertà sui conti, anche per chi è fuori da procedura, non è affatto totale: c’è il percorso di aggiustamento da rispettare (per l’Italia uno sforzo strutturale dello 0,5%) per rispettare l’obiettivo di medio termine (pareggio di bilancio strutturale) anche detto MTO. E anche se la ‘flessibilità’ Ue recentemente guadagnata ci venisse incontro proprio dandoci più tempo per raggiungere l’MTO, non sarà mai per quest’anno e soprattutto sarà fortemente limitata dalla nuova regola del debito, introdotta dal ‘six pack’: deve scendere di un ventesimo all’anno, pena sanzioni. Secondo i calcoli di Bruxelles, il debito scenderebbe al ritmo giusto se l’Italia facesse il normale aggiustamento strutturale verso l’MTO. Che significa tagliare le spese, o aumentare le entrate, o far risalire la crescita. Il prossimo appuntamento con la Commissione Ue è a ottobre, quando il governo dovrà presentare la bozza di finanziaria 2014, che potrebbe contenere gli altri interventi considerati prioritari per il governo e le parti sociali, come il taglio del cuneo fiscale sul lavoro. E a novembre la Commissione valuterà sia i piani per l’anno prossimo, sia i progressi sul fronte raccomandazioni: e già quella di spostare il peso della tassazione dal lavoro a consumi e proprietà, sembra disattesa.

Ultima ora

18:43Calcio: Ancelotti in panchina per match solidarietà

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Uefa e Onu hanno annunciato oggi a Ginevra che uniranno le forze per organizzare una partita di solidarietà con il sostegno del Cantone di Ginevra, della città e della Fondazione dello stadio di Ginevra. Il match, che vedrà la partecipazione di due squadre guidate da celebrità del calcio, si giocherà sabato 21 aprile 2018 alle 16. In nome della solidarietà e del riconoscimento dell'importanza dello sport nella società, 'Match for solidarity' è finalizzata a promuovere la pace, i diritti umani e il benessere nel mondo, attraverso gli obiettivi di sviluppo sostenibile stabiliti dalle Nazioni Unite. Il ricavato di questa partita sarà utilizzato per finanziare progetti umanitari e di sviluppo internazionali. Le due squadre, allenate da Carlo Ancelotti e Didier Deschamps, avranno rispettivamente come capitani Luis Figo e Ronaldinho. Gli allenatori e i capitani selezioneranno le proprie squadre nelle prossime settimane. La partita sarà arbitrata da Pierluigi Collina.

18:32Incidenti lavoro, operaio morto a Napoli

(ANSA) - NAPOLI, 12 DIC - Un operaio è deceduto in un incidente sul lavoro, avvenuto in salita Tarsia, nel centro cittadino di Napoli. L'uomo stava lavorando su un terrazzo di uno stabile in Salita Tarsia quando probabilmente ha perso l'equilibrio ed è caduto. La dinamica è in fase di ricostruzione da parte della Polizia di Stato. L'operaio stava ricoprendo il terrazzo con una guaina impermeabile; nella caduta, terminata su un'automobile in sosta, ha trascinato con sé anche la bombola del gas e il cannello bruciatore che stava utilizzando. Forse sul posto c'era anche un collega.

18:25Calcio: Giampaolo, pronti a battaglia in Coppa

(ANSA) - GENOVA, 12 DIC - "Non ci sono partite semplici e gli avversari forti ti stimolano. Ce la giocheremo alla pari". Marco Giampaolo si affida a SampTv per presentare l'ottavo di Coppa Italia contro la Fiorentina di domani. "Alla Coppa ci teniamo anche se - ha spiegato - la formula così concepita è difficile, perché devi vincere fuori casa a Firenze per passare il turno. In ogni caso la rispettiamo come sempre e farò giocare la miglior formazione possibile. Abbiamo recuperato bene rispetto alla partita di sabato alcuni elementi non sono al meglio della condizione. Dovremo farei i conti con alcune assenze. In ogni caso chi scenderà in campo darà battaglia". A Genova sono rimasti Viviano, Quagliarella e Linetty, tutti per motivi fisici "Domattina - aggiunge Giampaolo - farò la valutazione di chi è disponibile. A oggi non ho la minima idea di chi far giocare. La Fiorentina? E' una squadra forte che è cresciuta e arriva a questa sfida dopo i risultati positivi con Lazio e Napoli".

18:23Tetraplegico per tre mesi in autobus a scuola nel milanese

(ANSA) - MILANO, 12 DIC - Tre mesi di tempo perché uno studente tetraplegico di 16 anni, milanese, ottenesse un trasporto adeguato alla scuola che frequenta fuori città, a Corsico. Nel frattempo è stato costretto ad andare sull'autobus accompagnato dalla madre o in auto col padre, perché "il Comune di Milano non ha fornito il mezzo adeguato poiché l'istituto era fuori dal capoluogo lombardo". La denuncia è di Angelo Ciocca, europarlamentare della Lega: "è un episodio davvero spiacevole, sono imbarazzato nel dire che sono dovuto intervenire su un'assenza del Comune chiedendo un intervento della Regione e non mi sembra giusto che un disabile non abbia il trattamento di cui ha diritto". "La Regione nel cuore dell'estate ha trasferito le competenze per i trasporti degli studenti superiori disabili ai Comuni, - ha replicato il Comune -. Purtroppo per la decina di studenti che vanno fuori città il contributo di Regione Lombardia è molto al di sotto del costo del servizio. Quindi il Comune ha avuto bisogno di reperire le risorse".

18:19Serena Grandi a giudizio per fallimento ristorante

(ANSA) - RIMINI, 12 DIC - Serena Grandi è stata rinviata a giudizio per il fallimento, dichiarato nel 2015, della società 'Donna serena srl' che ha gestito il ristorante la 'Locanda di Miranda', nel borgo San Giuliano di Rimini. L'attrice bolognese, 59 anni, all'anagrafe Serena Faggioli, difesa dall'avvocato Christian Guidi, sarà giudicata a partire dal prossimo 12 giugno davanti al Tribunale collegiale. Stando alle accuse, Serena Grandi, in qualità di legale rappresentante della società 'Donna serena' avrebbe distratto parte dei beni strumentali, impiegati presso il ristorante, e sottratto i libri contabili e altra documentazione obbligatoria per legge relativi alla gestione della 'Locanda di Miranda'. La procedura fallimentare della società è ancora in corso davanti al Tribunale fallimentare di Rimini.(ANSA).

18:13Il Rally del Salento ‘corre’ con la Pizzica

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Il Rally del Salento e la Pizzica, perfetto connubio in un territorio davvero unico per le sue eccellenze. Parte da queste basi l'accordo tra Aci Lecce e la Fondazione la Notte Della Taranta presentato durante la serata dal titolo "La danza del volante" svoltasi presso la Sala Angioina del Castello di Copertino. Un'importante sinergia, quella tra il Rally del Salento gara di rilievo internazionale, e la Pizzica, danza popolare salentina famosa in tutto il mondo, che si presenta come un nuovo ed inedito canale di promozione del Salento. "Unire due manifestazioni che pur nella diversità delle loro esperienza sono la massima espressione del territorio nei loro rispettivi campi è stato un risultato particolarmente importante" ha affermato il Presidente dell'Aci Lecce Aurelio Filippi Filippi. Per il n.1 dell'Aci Sticchi Damiani "Il Rally del Salento ha contribuito a far si che il territorio salentino fosse conosciuto non solo per il mare ma per tutta una serie di attrattive''

18:12Calcio: Napoli, De Laurentiis allontana crisi

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Alla presentazione del film 'Super vacanze di Natale' di Paolo Ruffini, in sala dal 14 dicembre, Aurelio De Laurentiis non raccoglie la provocazione di chi gli chiede della presunta crisi del Napoli di cui è presidente. "Una cosa va detta - ha replicato - siamo l'unica società che ha i conti a posto. Certo, essere primi è importante, ma i primi, come si sa, si vedono solo alla fine".

Archivio Ultima ora