Cavani saluta la serie A, Gomez abbraccia Firenze

ROMA – E’ il giorno dei grandi colpi, conclusi, annunciati o in dirittura d’arrivo. Così se Edinson Cavani sbarca finalmente a Parigi e Mario Gomez viene presentato ai tifosi della Fiorentina (che stanno per abbracciare anche Josip Ilicic), c’é anche uno Jovetic ormai ad un passo dal City (27 milioni più 3 di bonus l’offerta che pareggia la clausola rescissoria) che punta anche Negredo, facendo di fatto tramontare l’ipotesi Osvaldo, sempre più ai ferri corti con la tifoseria giallorossa. Roma che intanto ha ufficializzato Maicon reduce da una stagione disastrosa a Manchester e aspetta il portiere titolare che, salvo colpi di scena, sarà il ‘napoletano’ De Sanctis. Per Gervinho c’é invece ancora distanza tra domanda (10 mln) e offerta (6-7). Alla Roma potrebbe arrivare anche il 23enne difensore romeno, della Steaua, Vlad Chiriches, sul quale ci sarebbe anche il Milan. E proprio in casa rossonera, nonostante le smentite di rito, non si perde di vista la possibilità di portare a Milanello già in questa sessione di mercato Keisuke Honda (“la dirigenza del Cska sa che il Milan è interessato a me e sa che io voglio andare via”, le sue parole) e si lavora sottotraccia per Ljajic, nel caso si riuscisse a piazzare Boateng (Galatasaray).

Intanto il club di via Turati sta per cedere Yepes all’Atalanta, mentre sull’altra sponda meneghina Isla è ormai ‘quasi’ interista (l’offerta è stata ritoccata verso i 7 mln). Dopodiché Marco Branca di getterà sul centrale di difesa che tanto sta a cuore a Mazzarri: Dragovic del Basilea è la prima scelta, seguito dal brasiliano Neto. Per entrambi l’offerta non potrà essere inferiore ai 10 milioni. Tanti soldi considerando che, per dirla con il presidente di Confindustria e patron del Sassuolo, Giorgio Squinzi, “di soldi veri in giro ce ne sono abbastanza pochi”.

E proprio il Sassuolo sta per perdere Boakye, che dovrebbe andare in Spagna al Levante. Maurito Zarate torna a casa: il Velez annuncia l’acquisto dell’attaccante biancoceleste ancora in lite col suo vecchio club, mentre Fabrizio Miccoli, svincolato, ha deciso ricominciare dalla sua città natale, oggi in Lega Pro: ha firmato un biennale con Lecce.

Starebbe intanto per definirsi il contortissimo valzer di portieri che ha tenuto finora banco nel calciomercato. L’arrivo di Julio Cesat a Napoli, libererà De Sanctis per la Roma, mentre il Torino – che ha Gillet sotto richiesta di squalifica per via del calcioscommesse – si cautelerà con Sorrentino, mentre Bizzarri (Lazio) andrà a sostituire tra i pali del Genoa Frey accasatosi ai turchi del Bursaspor.

Giaccherini è ormai un giocatore del Sunderland mentre il fantamercato parla anche di un abboccamento della Fiorentina col manager di Verratti, rimasto ‘orfano’ di Ancelotti a Parigi.

Nainggolan, dopo il tormentone Roma-Inter, potrebbe lasciare l’Italia e approdare alla corte di Spalletti in Russia. Quagliarella sarebbe pronto a lasciare la Serie A per la Premier (Southampton o Norwich le possibili destinazioni).

Tante offerte per Rolando, rientrato al Porto dopo il prestito al Napoli: lo vogliono Everton, Newcastle, Galatasaray, Fenerbahce e Vasco da Gama. Si muove anche il Parma che vuole riportare in Italia l’ormai ex romanista Piris. Il Napoli, incassato il ‘tesoretto’ della vendita di Cavani, cercherà ora di investirlo in un sostituto all’altezza: Damiao dell’Internatiocional, è il nome più gettonato. Si può prendere per 20 milioni, ma Benitez vorrebbe anche un bomber di scorta e qui i nomi spendibili sono diversi, Gilardino, Hernandez e Matri (magari in cambio di Zimiga), anche se De Laurentiis non ha perso del tutto le speranze di arrivare al ‘colpo’ Higuain e avrebbe anche sondato la Roma per Osvaldo che, dopo l’ennesima lite con i tifosi, pare si stia convincendo ad accettare San Pietroburgo: con lo Zenit avrebbe la possibilità di giocare in Champions, giocarsi il Mondiale e, cosa non trascurabile, mettersi in tasca 4,5 milioni netti l’anno.

Condividi: