Maduro dice tener “equipo secreto” contra la corrupción

Pubblicato il 25 luglio 2013 da redazione

CARACAS- El presidente de la República, Nicolás Maduro, expresó este jueves que de ahora en adelante “nos disparamos hacia el resto del período presidencial”, señalando sus respectivos seis años de mandato, y aseguró que conformó un “equipo secreto” contra la corrupción, “caiga quien caiga”.

Maduro sumó que luchará en contra de la corrupción mediante “todas las formas que existan”, y que las estructuras éticas y riquezas acumuladas deben ser “golpeadas con un mazo”, “¡Rompámosla!” invitó, al tiempo que detalló que “ahí vamos, estamos preparando un mapa integral de investigación”.

Ratifican a Jorge Rodríguez
El mandatario, ratificó al actual alcalde de Caracas, Jorge Rodríguez, como candidato a la reelección para las elecciones municipales del próximo 8 de diciembre.

“Te toca a ti, que cosas de la vida que el mismo niño que despidió a su propio padre hace 37 años hoy es un líder de la Revolución para seguir garantizando la victoria”, expresó el Jefe de Estado durante un homenaje al dirigente socialista Jorge Rodríguez (padre), a propósito de los 37 años de su asesinato.

Maduro recordó que Rodríguez, como jefe del comando de campaña del Partido Socialista Unido de Venezuela (Psuv), protagonizó las victorias bolivarianas del 7 de octubre y 16 de diciembre de 2012 y del 14 de abril de 2013.

El Presidente llamó al pueblo al combate en esta nueva batalla electoral, porque “el fascismo hace sus planes para utilizar el 8 de diciembre como fecha clave para desestabilizar y destruir la revolución, para desestabilizar y acabar con la paz del país”.

Cumpleaños de Chávez
Maduro también informó que el domingo se conmemorará los 59 años del nacimiento de Hugo Chávez, y los 100 días de su Gobierno de Calle.
En este sentido, dijo que “con cantos a lo largo y ancho del país vamos a conmemorar el cumpleaños de nuestro Comandante amado”. Al tiempo que agregó: “Ese día se cumplen 100 días desde que asumí el poder”.

Asimismo indicó que el domingo también realizará un balance de los 100 días de gestión que lleva como Presidente de la República: “Escogí hacer un balance de todo lo que hemos hecho, le hemos echado un camión”.

“Yo soy un Presidente trabajador obrero. Lo aprendí del Comandante Chávez”, afirmó.

Beatificación para José Gregorio Hernández
El primer mandatario  informó que le ha enviado al Papa una carta en la que “ratifica dos idea claras”, y aprovechó la oportunidad para saludar al Sumo Pontífice quien se encuentra en Brasil como parte de su primera visita a América Latina.

La primera petición es hacer “un acuerdo integral entre la Alianza Bolivariana para los Pueblos de Nuestra América (Alba) y la Santa Sede para trabajar contra el analfabetismo, el hambre, por la salud de los pueblos de América y el Caribe”, señaló el mandatario.

En segunda instancia, insistió “para que más temprano que tarde, se dé la beatificación definitiva del santo nuestro: José Gregorio Hernández”.
“José Gregorio merece la beatificación oficial del Vaticano porque ya el pueblo lo ha beatificado. El corazón del pueblo lo ha nombrado santo”, precisó el Jefe de Estado.

Recalcó las palabras del Papa durante el acto de bienvenida en Brasil: “no traigo oro ni plata, traigo a Cristo redentor”. Por lo que pidió reflexionar ante esa expresión. “Cultivemos la verdadera idolatría a la humildad, a la sencillez. Al que haya pecado que deje de pecar”.

Ultima ora

05:16New York:Trump a Congresso,cambiare leggi immigrazione

WASHINGTON - Donald Trump, poche ore dopo l'attentato di New York, sollecita il Congresso a riformare le leggi sull'immigrazione "per proteggere il popolo americano". Prima di tutto, spiega in una nota, "l'America deve correggere il suo lassista sistema sull'immigrazione, che consente a troppe persone pericolose e inadeguatamente valutate di entrare nel nostro Paese".

01:02Calcio: Mihajlovic “Cercavamo risultato importante”

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - ""Non voglio entrare nelle decisioni arbitrali. C'è il Var e l'arbitro è andato a vedere. Voglio solo parlare della partita, cercavamo una grande vittoria e l'abbiamo trovata. Sono orgoglioso dei miei ragazzi": così il tecnico del Torino, Sinisa Mihajlovic a Premium dopo la vittoria all'Olimpico sulla Lazio. "Certamente l'espulsione ci ha aiutato - riconosce - ma anche nel primo tempo abbiamo creato tanto: la vittoria è meritata. Del resto non mi interessa, non ho mai commentato le decisioni arbitrali, ora con il Var è più facile". "La mia panchina era a rischio? Quando uno fa questo lavoro ogni settimana è a rischio. Ma io ho fiducia nella mia squadra, so come ci alleniamo e so che alla fine il lavoro paga sempre. La società comunque non mi ha mai fatto mancare la fiducia, queste sono solo voci per riempire i giornali. Ljajic "è andato in tribuna per comportamenti sbagliati. In settimana ha fatto cose che non andavano bene. Da lui mi aspetti un altro atteggiamento".

00:26Calcio: posticipo serie A, Lazio-Torino 1-3

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - Il Toro sbanca l'Olimpico biancoceleste in un posticipo della 16/a giornata di serie A, imponendosi 3-1 su una Lazio che sperava invece di raggiungere la Roma al quarto posto. Una partita ricca di emozioni e anche di polemiche, segnata da una 'follia' di Immobile alla fine di un primo tempo già ricco di occasioni per entrambe le squadre. L'attaccante laziale, furente per un fallo di mano in area di Iago Falque considerato non da rigore dall'arbitro e per aver colpito subito dopo un palo, ha colpito Burdisso. Consultata la Var, Giacomelli lo ha espulso. La Lazio in 10 ha cercato di reagire mentre la Curva Nord si svuotava in segno di protesta contro il direttore di gara, ma in 19' ha subito tre reti da Berenguer, Rincon e del giovanissimo Edera, entrato poco dopo la rete del momentaneo 2-1 siglata da Luis Alberto. Il Torino, che veniva da quattro pareggi di fila, sale a quota 23, a -1 dal settimo posto in classifica occupato dal Milan.

23:49Ladro ucciso: archiviata l’accusa di omicidio

(ANSA) - MILANO, 11 DIC - Il gip di Milano Teresa De Pascale, come chiesto dalla Procura, ha archiviato l'inchiesta che era stata aperta per omicidio volontario a carico di Francesco Sicignano, il pensionato di Vaprio d'Adda, nel Milanese, che nell'ottobre del 2015 sparò ed uccise un ladro albanese che era entrato nella sua abitazione. Ad opporsi alla richiesta di archiviazione, formulata dai pm a fine maggio 2016 evidenziando la "legittima difesa", erano stati i familiari del giovane albanese chiedendo al gip nuovi approfondimenti.

22:50Bimbo di due mesi trovato morto in culla dai genitori

(ANSA) - CAGLIARI, 11 DIC - Era in culla e non respirava più. Così un padre e una madre, lui 39 anni lei 33, di Sant'Antioco, nel Sulcis, hanno trovato il corpo senza vita del figlioletto di soli due mesi. La tragedia, su cui stanno indagando i carabinieri, è avvenuta in una abitazione di via Matteotti, alle 18.30, orario in cui i genitori del piccolo hanno chiamato i soccorsi. Sul posto sono arrivati i medici del 118 che hanno solo potuto constatare il decesso. In via Matteotti sono poi arrivati i militari della Stazione che hanno raccolto le prime testimonianze. Dai primi accertamenti, non sarebbero stati riscontrati segni di violenza sul corpicino: si tende ad escludere l'azione di terzi. Il magistrato di turno ha comunque disposto il trasferimento della salma del piccolo al Policlinico di Monserrato dove sarà eseguita l'autopsia.

21:59Argentina: milioni di pesos falsi contro la corruzione

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - In occasione della Giornata nazionale contro la corruzione, i cittadini di San Salvador de Jujuy, città dell'Argentina nordoccidentale, hanno trovato per strada una montagna di denaro falso pari a 716 milioni di pesos argentini (circa 35 milioni di euro). L'iniziativa è stata realizzata dall'ufficio provinciale anticorruzione per informare i cittadini sugli effetti negativi della corruzione. L'ufficio ha voluto realizzare, in occasione del 9 novembre in Argentina, una riproduzione in scala di tutto il denaro che non si è potuto utilizzare per la costruzione di oltre 2.200 alloggi popolari. I fondi sarebbero coinvolti nel caso che vede sotto accusa la dirigente sociale Milagro Sala, attualmente detenuta per presunta frode, associazione a delinquere ed estorsione. L'iniziativa, costituita da quattro strutture cubiche, rappresentavano gli oltre 716 milioni di pesos la cui destinazione finale non è stata ancora chiarita.

21:55Pentagono ‘ignora’ Trump, transgender possono arruolarsi

(ANSA) - WASHINGTON, 11 DIC - Il Pentagono ha annunciato che consentirà ai transgender di partecipare all'arruolamento che comincia il primo gennaio, nonostante l'opposizione del presidente Donald Trump. Una mossa che, secondo gli osservatori, riflette le crescenti pressioni legali sulla questione e le difficoltà da parte del governo federale di attuare la richiesta del tycoon di bandire i transgender dall'esercito. Le sue direttive finora sono state bocciate da due corti federali. Le aspiranti reclute dovranno tuttavia superare una serie di esami fisici, psicologici e medici che potrebbero rendere più difficile ottenere la divisa.

Archivio Ultima ora