Capriles dal Papa? Diosdado Cabello: “Lotta alla corruzione”

CARACAS – Capriles dal Papa?  Perché no? L’ex candidato presidenziale e governatore dello Stato Miranda, infatti, ha chiesto di incontrare il Sommo Pontefice.

– L’obiettivo, il nostro desiderio – ha spiegato Enrique Capriles Radonski -, non é fotografarci con Papa Francesco. Siamo convinti che la Chiesa potrebbe svolgere un importante ruolo di mediazione nel Paese.

Capriles, a giugno, in una lettera chiese aiuto al Sommo Pontefice per ricostruire il dialogo tra le parti, in Venezuela, “un dialogo basato sulla veritá” e denunció quelle che ritiene “violazioni insistenti dei diritti umani”.

E mentre Capriles attende una risposta dal Vaticano, il presidente dell’Assemblea nazionale, intervistato dal collega Wladimir Villegas per il Globovision, il canale “All news”, smentisce qualunque ingerenza di potenze straniere nella politica nazionale e nelle decisioni del Governo.

Dopo aver assicurato che le Forze Armate venezolane condividono il progetto politico iniziato dall’estinto presidente Chávez, ha sottolineato che l’attuale governo é impegnato nella lotta contro la corruzione.

– Tutti coloro che oggi affermano che Diosdado Cabello possiede proprietá agricole, Centri Commerciali, case sono autorizzati ad appropriarsene. Vadino a prendersele – ha detto il presidente dell’An -. Da anni vivo nella stessa casa.

In quanto al caso Mardo, ha assicurato che l’Assemblea nazionale, seguendo le vie legali, lo priverá dell’immunitá parlamentare.

 

 

 

 

Condividi: