Turismo gastronomico: New York piena di sapori

Quando uno viaggia per il mondo non c’è niente di più gratificante che rilassarsi davanti ad un buon piatto della cucina tipica dei luoghi che stiamo visitando. La gastronomia è parte della cultura dei popoli in cui si mescolano tradizioni, leggende, gusti, prodotti tipici.

E viaggiare a New York è come visitare il mondo intero. La maggior parte dei ristoranti stellati della Guida Michelin si trovano proprio a New York. Quest’anno sono 66 i ristoranti che sono stati riconosciuti dalla prestigiosa guida, sette di loro hanno tre stelle: Chef’s Table, Daniel, Eleven Madison Park, Jean Georges, Le Bernardin, Masa e Per Se. Mentre sette hanno due stelle e cinquantadue hanno ricevuto una stella ciascuno.

Eleven Madison Park è il quinto nella lista dei 50 migliori ristoranti del mondo, tra cui sono elencati anche Per Se, Le Bernardin e Daniel.
New York è il sogno di tutti i viaggiatori “buone forchette”. La città offre diverse esperienze culinarie in zone – The Bronx, Brooklyn, Manhattan, Queens e  Staten Island – che possono essere classificate principalmente in base all’origine dei loro abitanti. Il cibo, così come l’arte e l’intrattenimento, riflettono le idiosincrasie di tutti gli immigrati che sono venuti alla ricerca di una migliore qualità della vita, senza peró abbandonare i propri costumi, tradizioni e religioni. E le ricette delle loro nonne. Così troviamo da un quartiere all’altro, ingredienti e creazioni culinarie diverse e succulente come le latine, europee (soprattutto italiane e francesi) o asiatiche.

Un vero gourmet normalmente pianifica dettagliatamente la sua visita gastronomica quando viaggia in tutte le città del mondo, ma soprattutto se si tratta di New York. Deve prendere in considerazione che qui domina la cucina africanoamericana di Harlem, quella Latinoamericana in generale, e di Puerto Rico e Messico in particolare. Nel Koreatown la coreana, in Little Indian la cucina di India, Pakistan e Bangladesh, e nell’East Village quella di Ucraina e India. In Alphabet City ci si può deliziare con i piatti di Puerto Rico e piatti kosher. Infine Little Italy e Chinatown, dove oltre ai piatti della cucina cinese, ci sono anche quelli vietnamiti.

Poche città al mondo offrono tante originali esperienze gastronomiche come New York. I grandi magazzini e persino i centri commerciali dedicati interamente al cibo e gastronomie sono pieni esclusivamente di vini o formaggi; le istituzioni educative e le accademie gastronomiche sono tra le più riconosciute nel mondo, camion di cibo transitano per ogni dove, chef famosi danno lezioni di cucina in giardini botanici ed insegnano che cosa mangiare nei pic-nic, agricoltori vendono i loro prodotti in mercati all’aperto, si organizzano tour gastronomici, franchising e tanti tanti ristoranti.

Protocolo e Mil Sabores
vi presentano l’itinerario gastronomico

Eataly y la Scuola di Eataly
Eataly è sulla 5th Avenue a New York; oltre al ristorante vero e proprio offre vendita di prodotti di alta qualitá, un buffet e una scuola di cucina per i buongustai. Lidia Bastianich e Mario Battaly ne sono i migliori interpreti. In totale, ci sono 17 Eataly tra  l’Italia, il Giappone, Londra e gli Stati Uniti.

Union Square Farmer’s Market
Funziona da quasi trent’anni e promuove l’agricoltura regionale dando l’opportunità agli agricoltori di vendere i prodotti coltivati in loco direttamente ai consumatori e ai newyorkesi di acquistare un cibo fresco, nutriente e di produzione locale.

Chelsea
Chelsea è un mercato all’interno di un complesso che è stato costruito dalla National Biscuit Company, la fabbrica dei primi biscotti Oreo e dove  attualmente operano anche, tra gli altri, il canale TV Food Network e gli uffici di Google.

Meat Packing District
Si tratta di una superficie di circa 20 isolati in West Manhattan, con il Chelsea Market proprio di fronte. Anche se è pieno di artisti, grafici, stilisti e architetti offre una gran varietà di ristoranti e locali notturni per tutti i gusti e le tasche.

Murray’s Cheese
L’azienda ha più di 70 anni di esistenza. Nello stabilimento si offrono degustazioni di formaggi e informazioni dettagliate sulle varietà vendute nei loro negozi, le cantine e persino sui menù dei ristoranti. Sono a Greenwich Village e nel Grand Central Market. Hanno in stagionatura oltre un centinaio di tipi diversi di formaggio nei cinque depositi di Bleecker Street che si possono visitare con le loro guide.

Restaurant Week y el Wine & Food Festival
Diversi eventi per buongustai newyorkesi sono diventati leggendari e sono stati imitati in tutto il mondo, specialmente il Restaurant Week, che si tiene due volte l’anno con sconti nei migliori ristoranti, e il Wine & Food Festival, che diventa una gustosa festa ogni anno nel mese di ottobre con la partecipazione di chef rinomati e gourmet nazionali e internazionali.
Contactar a Federica Reggeti:
federica.reggeti@viajesprotocolo.com

PROTOCOLO TOURS

Miembro de VIRTUOSO
Av. Principal El Bosque con Av. Santa Lucía
Edif. Torre Credicard, Piso 16, Oficina 165 – 166.
Urb. El Bosque, Caracas, Venezuela.
Twitter: @protocolotours
Web-Site: www.viajesprotocolo.com
Telf.: 58-212-9527075
Fax: 58-212-9511162
IATA, COTAL, AVAVIT

María Luisa Ríos guida del tour MiLSabores con Protocolo Tours a Nueva York.
www.MilSabores.net
ARP

ARP