La protesta per la democrazia contro la corruzione

CARACAS –  Governo e Opposizione, per una volta, coincidono nella loro protesta.

Il presidente Maduro, facendosi eco delle parole di Diosdado Cabello, ha invitato tutti i simpatizzanti del Psuv, “del governo e della rivoluzione” a prendere parte al corteo convocato per alzare la voce contro la corruzione.

– Sabato (oggi, ndr) scendo in strada con il popolo in un gran corteo per protestare.  Scendiamo tutti in strada per reclamare il nostro diritto ad una democrazia decente – ha detto il capo dello Stato.

Dal canto suo, Enrique Capriles Radonski, leader dell’opposizione, ha esortato i venezolani a a partecipare alla protesta contro l’abuso di potere e contro il lavaggio di denaro.

– Facciamo sentire la nostra voce. Protestiamo contro gli abusi, contro il riciclaggio – ha detto il governatore dello Stato Miranda -. Il “caso Mardo” – ha aggiunto – è solo da punta dell’iceberg.

I cortei, quello pro-governo e quello pro-opposizione, non si incontreranno. Quindi, nessun pericolo di scontri violenti tra manifestanti. Quello  al quale il presidente Maduro ha assicurato che assistirà, partirà dalla “Plaza Venezuela”. La protesta dell’Opposizione, invece, avrà per teatro la “Av. Francisco de Miranda”, nel quartiere Los Ruices.

 

Condividi: