Kyenge: ‘qualcuno la uccida’

Pubblicato il 12 agosto 2013 da redazione

TREVISO – Arriva ancora dal Veneto l’ennesimo scioccante attacco al ministro dell’integrazione Cecile Kyenge. Lo firma un ex esponente trevigiano del gruppo autonomista ‘Veneto Stato’, Vittorio Milani, che sulla propria pagina Facebook ha lasciato questo post: “La Kyenge dice che se vogliamo eliminare il burqa anche le suore si devono tagliare il velo. Siamo all’assurdo, qualcuno uccida questa p… idiota e inutile”.

Un vaso di Pandora di violenza, inciviltà e razzismo che pare non chiudersi più, nonostante pochi giorni fa il sindaco leghista di Verona, Flavio Tosi, avesse stretto la mano e chiesto scusa pubblicamente al ministro di origini congolesi per le offese lanciatele fin qui da esponenti del suo partito.

Ad accorgersi del delirante post di Milani era stata un consigliere comunale del Pd a Treviso, Alessandra Tocchetto, a sua volta presa di mira dall’ex venetista per l’apertura verso la libertà di culto per i musulmani, che l’uomo aveva letto invece come un ‘via libera’ alle moschee a Treviso. Così Milani le aveva inviato via Facebook un paio di messaggi pieni di improperi e insulti, anche a sfondo sessuale. Offese per le quali la donna, avvocato civilista, sta valutando gli estremi di una denuncia.

La giornata della nuova minaccia di morte al ministro Kyenge – la vicenda è stata segnalata dalla Digos alla Procura di Treviso – non ha fatto nemmeno in tempo a chiudersi che da Vicenza arrivava la segnalazione di un altro caso: una scritta spray su un portone con la frase “Kyenge – Orango”, che ha indignato il sindaco della città del Palladio, Achille Variati (Pd), ed è stata immediatamente cancellata.

“La madre degli imbecilli è sempre incinta. Ma la stupidità dell’ideologia razzista è pari alla sua pericolosità” ha commentato la parlamentare del Pd, e vice sindaco di Vicenza, Alessandra Moretti. Poche ore dopo, l’autore della minaccia su Fb, Vittorio Milani, ha cercato (senza riuscirvi) di discolparsi. “Ammetto che l’espressione è esagerata – ha concessso Milani -, non mi sognerei mai di uccidere un ministro o di pagare un cecchino. Però riflette una rabbia diffusa che a Kyenge vorrei poter spiegare di persona”. “E’ una frase d’istinto, buttata là – ha proseguito l’uomo, candidati (poi non eletto) per Veneto Stato alle comunali di Silea nel 2012 – e non peggiore di ciò che scrivono su Facebook migliaia di altre persone. Rispecchia l’impotenza che abbiamo di fronte ad un governo che non ci rappresenta ma anzi ci viene contro”.

Contrariamente agli ultimi beceri casi che hanno visto vittima il ministro Kyenge, questa volta le reazioni non sono state molte. Un motivo l’ha probabilmente individuato il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, che suo malgrado aveva dovuto rinunciare al confronto pubblico con Kyenge, dopo il rifiuto opposto dal ministro all’invito alla festa della Lega.

– Ho l’impressione – ha detto Zaia – che affrontando questi temi si faccia il gioco di chi vuole mettersi in mostra: meno se ne parla, meglio è. Il confronto con il ministro Kyenge – ha concluso – ci deve essere, magari anche duro, ma rispettando fino in fondo le leggi della democrazia, della civile convivenza e della buona educazione. Tutto ciò che esce da questo alveo è da condannare

Ultima ora

21:39Calcio: Var anche in Francia, da prossima stagione in Ligue1

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Var fa proseliti e dall'anno prossimo, dopo Italia, Germania e Portogallo (per citare i campionati più importanti) farà il suo esordio anche nella Ligue1 francese. Lo ha deliberato oggi, la Lega calcio transalpina (Lfp) che ha dato il via libera alla sua introduzione a partire dalla prossima stagione.

20:53Calcio: Mertens, nessuno può vincerle tutte

(ANSA) - NAPOLI, 14 DIC - "Non siamo stanchi, le partite sono tante e non le puoi vincere tutte. Non ho mai visto una squadra che non abbia avuto un momento difficile in campionato. Noi siamo sempre lì e vedremo chi sarà avanti alla fine". Lo ha detto Dries Mertens in un'intervista a Canale 21 che andrà in onda stasera alle 20.35. L'attaccante belga ha difeso l'operato di Maurizio Sarri: "Senza di lui non saremmo dove siamo adesso. Ha molte responsabilità, fa le sue scelte, ha cambiato il Napoli e da quando allena questa squadra ha fatto diventare forti giocatori normali".

20:45Nuoto: Europei, Quadarella bronzo negli 800 stile libero

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - L'azzurra Simona Quadarella ha vinto la medaglia di bronzo negli 800 metri stile libero agli Europei di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen, con il tempo di 8'16"53, suo primato personale. L'oro è andato alla tedesca Sarah Koehler (8'10"65), il bronzo all'ungherese Boglarka Kapas (8'11"13). "Non pensavo di riuscire a prendere la medaglia quindi sono molto contenta del podio" ha commentato l'atleta romana, che lunedì compirà 19 anni.

20:33Calcio: Donnarumma “Io sono un tifoso del Milan”

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - Poche parole ma tante foto e autografi. Se Gattuso dopo la contestazione di ieri sera aveva chiesto ai tifosi di proteggere Gianluigi Donnarumma, i ragazzi del vivaio del Milan, durante la festa di Natale, hanno seguito alla lettera le richieste del mister, coccolando il portiere con tanti applausi e un vero bagno di folla. Donnarumma si è dimostrato molto disponibile, ha salutato tutti i ragazzi sempre con il sorriso e dal palco ha ribadito un concetto: ''Sono un tifoso del Milan''. Ha fatto a tutti gli auguri di ''buon Natale'', ha ammesso di ''sognare un gol come quello fatto da Brignoli'', sottolineando quanto un gol del portiere arrivi solo in situazione di svantaggio, e ha ricordato che il suo idolo sia sempre stato Abbiati.

20:31Nuoto: Europei, Rivolta-Codia, doppietta 100 farfalla

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - 14 DIC - Matteo Rivolta ha vinto la medaglia d'oro nei 100 farfalla all'Europeo di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen con il tempo di 49"93. La doppietta azzurra è stata completata dall'argento di Piero Codia (49"96). Terzo posto e medaglia di bronzo per il tedesco Marius Kusch (50"01).

20:29Consip: difetto iter, nulla sospensione di Scafarto e Sessa

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Per un difetto di procedura, il mancato interrogatorio degli indagati prima dell'emissione del provvedimento della loro sospensione dalle funzioni, il gip di Roma Gaspare Sturzo ha annullato l'interdizione disposta nei confronti del maggiore dei carabinieri Gian Paolo Scafarto e del colonnello Alessandro Sessa, entrambi coinvolti nell'inchiesta della procura sul caso Consip. La misura dell'interdizione sarà quindi ripristinata la settimana prossima subito dopo l'interrogatorio dei due ufficiali dell'Arma.

20:26Ex calciatore scomparso: trovato ucciso dopo un mese

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - E' stato trovato ucciso Andrea La Rosa, l'ex calciatore di serie C, poi direttore sportivo del Brugherio calcio, scomparso il 14 novembre scorso. I carabinieri avevano aperto un'inchiesta che ipotizzava l'omicidio dopo la denuncia di scomparsa da parte della famiglia.

Archivio Ultima ora